Autore: Salvatore Insana

Imitare se stessi: Alva Noto & Blixa Bargeld

blixabargeld alvanoto
[MUSICA]

blixabargeld alvanotoROMA- Nella Sala Petrassi dell’Auditorium, il 31 marzo scorso, Alva Noto e Blixa Bargeld ci hanno fatto riattraversare dal vivo la loro ricerca d’insolita quanto azzeccata coppia, autori come sono, sotto sigla ANBB e per l’etichetta di Noto-Carlsten Nicolai Raster Noton, di un ep – Ret Marut Handshake (in omaggio all’anarchica figura Ret Marut, scrittore disseminatosi tra diversi nomi e diverse lingue dagli anni ’20 in poi) – e un lp, Mimikry, regalato all’umanità nel 2010 all’insegna della più vorace lucidità di sguardo, d’azione, d’indagine.

Continua a leggere

Iniziare dopo la fine: The Vaselines

The-Vaselines1

[MUSICA]

The-Vaselines1ROMA- Non so quanto mai avessero potuto aspettarselo Eugene Kelly e Frances Mckee – il duo anima dei The Vaselines – d’arrivare per la prima volta nella loro storia musicale in Italia nel 2012, ad un ventennio e oltre di distanza dal primo rapido scioglimento della band (1989, subito dopo il primo album) e soprattutto da quei giorni lontani in cui nientemeno che quel mito moderno di Kurt Cobain li elesse a band preferita, portandosi con se questo due scozzese nel tour europeo dei Nirvana.

Continua a leggere

Le sei facce della colpa

il cubo nero1

[TEATRO]

il cubo nero1ROMA- Il cubo nero della colpa, in scena al Teatro di Documenti dal 17 al 18 dicembre 2011 – pensato e creato dal drammaturgo argentino Daniel Fermani e da Laura Sales, regista, arteterapista e direttore artistico de La casa de Asterion, centro italo-argentino per la ricerca e formazione teatrale – trova origine  negli anni terribili della dittatura militare in Argentina (1976-1983), ma, per dirla con le parole degli autori, “i crimini commessi quotidianamente dall’uomo in nome di un Potere avvengono su un territorio che non ha confini netti, ma si allarga a macchia d’olio sulla superficie della terra, colpendo una volta più a sud un’altra più ad est…”.

Continua a leggere

L’infinita fine del nostro futuro

ROMA- Sotto controllo. Sotto assedio mentale permanente (l’attore nella sua parte, sorvegliato speciale da quello che è il copione; il grande fratello è anche lo sceneggiatore-regista che indirizza il senso dello spettacolo). Infinito Futuro, lo spettacolo che Antonio Sanna ha messo in scena nella sala grande del Teatro Orologio dal 22 novembre al 18 dicembre, ha le sembianze di uno psicodramma in cui la paranoia travolge ogni quieto vivere.

Continua a leggere

Einsturzende Neubaten

ROMA- Formatisi nei sobborghi di Berlino nel 1980 e emblematicamente debuttanti in LP con un’opera che indica una fine più che un inizio (Kollaps, 1981), gli Einsturzende Neubauten il 1 giugno hanno fatto tappa a Roma in una Sala Santa Cecilia (Auditorium Parco della Musica) stracolma, lasciando intendere che, dopo trent’anni di percorso creativo, la band tedesca è stata in grado di travalicare i confini di genere, imponendosi in un conteso solitamente ospitante sonorità orchestrali o rinomate celebrità “popular”.

Continua a leggere

Viale Pico delle Mirandola, 15
00142 - Roma
P.IVA 11924061002

redazione@martemagazine.it
tel. 0686760565

Utility

Contenuti

martemagazine.it © Associazione Culturale Procult - 2007  - Registrazione tribunale di Roma n. 19/2022 del 10 febbraio 2022