ESPERANTO Festival

[MUSICA]

Festival della Musica a denominazione di origine non controllata
Dal 21 giugno al 31 Luglio – Esperanto festival della musica (Estate Romana 2007) Giardini di Largo Passamonti. Via di Scalo San Lorenzo altezza via dei Reti.Antonio Rezza, George Garzone, Matthew Renzi, Rosso Malpelo, Funkallisto, Remo Remotti, Carolina Brandes, Esperanto Orkestra. Sarà una lunga estate all’insegna della sana musica. Il festival Esperanto va verso la propria sesta edizione, unica realtà dell’Estate Romana all’interno del quartiere di San Lorenzo.
Da sempre si è caratterizzato per le produzioni originali, facendo incontrare artisti viventi in differenti meridiani nella realizzazione di un tracciato comune, e per la visione a 360 gradi, non disdegnando qualsivoglia forma artistica contemporanea.

 

www.positroma.it

Ma, parlando con franchezza, Esperanto si è caratterizzato proprio nel non essere un festival parruccone, aperto ai giovani e alla creatività, senza presentare cartelloni che ammicchino al mercato o presentando “eventi” con denominazione d’origine controllata, che spesso sono un contenitore della falsità. Qui non si crea la “vera arte lirica”, nè “il jazz europeo” o il “rock dei balcani”, il “teatro classico”, il “progetto etnico” o tante altre cazzate: qui si fa musica, teatro, cinema al massimo dei livelli, e siamo pronti a vedere e a ad ascoltare. Ovviamente, per l’edizione del 2007, abbiamo deciso di rinnovare le esclusive e i grandi momenti; Antonio Rezza avrà spazi nell’apertura del Festival, col suo gesto e la sua parola siglerà uno degli appuntamenti più importanti. Realtà di differente estrazione avranno il loro spazio: il “necessario” ritorno di George Garzone, uno dei più celebrati sassofonisti del globo, descritto da una jazz magazine statunitense in questo modo:”definire il suono di George Garzone è semplice: basta usare la parola incredibile…”; poi Rosso Malpelo, Funkallisto, Remo Remotti nella sua lettura di “Pierino e il Lupo” di Sergej Prokofiev, Matthew Renzi, Carolina Brandes e tutte le domeniche con la Esperanto Jazz Orchestra. L’Orchestra ci deve essere, signori…Quaranta appuntamenti, a partire dal 21 giugno, tutte le sere una performance… non resta altro da fare che appropinquarsi a Largo Passamonti e scaldare le sedie messe generosamente a disposizione dall’organizzazione… Beh, se non vi sentite vecchi tromboni, Esperanto è l’ideale, altrimenti rallegratevi in qualche circolo aziendale, non ne mancano…

Apertura alle 20. Concerti dalle 22 alle 24. Punto ristoro. Cocktail bar “Beba do Samba”

Ingresso fisso 3 euro durante i concerti. Ingresso libero dopo le 24.
24 Giugno – Antonio Rezza – 8 euro.
Programma aggiornato su www.postitroma.it
Info esperantofestival@postitroma.it / 333.6579252 / 3939950313 /3398785214

Programma dal 21 al 1° Luglio
21 DJANGOLO Omaggio a Django Reinhardt.
22 NEO + SQUARTET Le formazioni più d'”avantgarde” italiane.
23 PINK PUFFERS Una raffinata marching band proponente black music.
24 ANTONIO REZZA Nuova presenza del “bambino di Dio”.
25 FOUR IN MONK La musica di Thelonious Monk, riletta nella contemporaneità.
26 AMMARACICAPPA’ Venti mediterranei, folklore italiano ed elettronica.
27 I CONTI RUGGERI Concerto di presentazione del nuovo CD del quintetto jazz.
28 MERCATO ALFAN Bossa Nova e Jazz, nella loro modernità.
29 TRICYCLE con Maurizio Giammarco, Dario Deidda e Jonh Arnold. Tre icone del jazz europeo.
30 TONY FORMICHELLA, THE BLUE NIGHT
1 ESPERANTO JAZZ ORCHESTRA Formazione nata per l’occasione, accompagnerà le
domeniche del festival, con un repertorio Latin-jazz.

Programma aggiornato su www.postitroma.it

Lascia un commento

Viale Pico delle Mirandola, 15
00142 - Roma
P.IVA 11924061002

redazione@martemagazine.it
tel. 0686760565

Utility

Contenuti

martemagazine.it © Associazione Culturale Procult - 2007  - Registrazione tribunale di Roma n. 19/2022 del 10 febbraio 2022