L’occupazione fa cultura: Teatro Action

[TEATRO]

L’emergenza della casa diventa anche espressione di altre urgenze, come quella della cultura. Action stupisce ancora: nello stabile occupato di via De Lollis 6, quartiere di San Lorenzo a Roma, è stato aperto uno spazio teatrale gratuito in cui Dorgani Scordati sarà la rassegna di teatro e musica con appuntamento settimanale, che da maggio a giugno 2008, offrirà un’opportunità culturale in più.


Francis Bacon diceva: “Un uomo saggio crea più occasioni di quante ne trova” sembra che questo debba diventare un dictat in una prospettiva economica e sociale che costringe alla precarietà. Una precarietà che deve trovare nuove occasioni per essere contrastata in toto.Action si muove per creare nuove occasioni dal 2002, la casa innanzitutto e ora anche l’espressione intellettuale. The Lollis, così si chiama lo stabile che ospita settanta nuclei familiari, apre le sue porte grazie all’arte. La chiave è ACT, Area Circuitazione Trasversale. La combinazione sono sette appuntamenti in una rassegna che tocca la musica e il teatro con argomenti forti, ma anche giochi e magia per i bambini. Perché inquadrare l’impegno in una sola ottica sarebbe riduttivo. Abbiamo assistito a spettacoli come Security fino all’11 settembre, un monologo che si porge al pubblico come spettacolo-conferenza. Scritto e interpretato dal napoletano Raimondo Brandi, classe 1976. Security propone in chiave ironica una tragedia che ha stravolto il mondo occidentale e usa il monologo per la lettura coinvolta di notizie trasversali. Brandi è trascinante e mai ripetitivo, soprattutto non banale. Il suo dileggio rende fruibile notizie che non possono ossidarsi né rimanere nel dimenticatoio perché sono il pane quotidiano dei nostri giorni.
Quando l’ironia è capace di presentare temi gravosi senza far seguire la stanchezza torna alla mente l’insegnamento di Chaplin. Ed è proprio alla vita errabonda e precaria del famoso attore di inizio secolo scorso che si ispira Chapliniana, uno spettacolo teatrale che è un inno al mimo e all’espressività, una risposta lirica alla povertà e al disagio. In teatro torna l’ars poetica privandosi di ogni parola. È bello constatare che i bambini sanno ancora stupirsi di giochi di prestigio e di episodi che richiamano trovate della comicità classica, merito della bravura della compagnia teatrale Macondo (Sofia Pagano, Alessia Sorvillo, Ivana Vitalini e Davide D’Antonio).
ACT cogliendo l’importanza di trovare un ambiente adatto privo di filtri e carico di significato emozionale, ogni venerdì sera, fino al tredici giugno, apre le porte in via De Lollis num.6. Non perdetevi questa occasione!

Per info: tatianacalise@yahoo.it

Lascia un commento

Viale Pico delle Mirandola, 15
00142 - Roma
P.IVA 11924061002

redazione@martemagazine.it
tel. 0686760565

Utility

Contenuti

martemagazine.it © Associazione Culturale Procult - 2007  - Registrazione tribunale di Roma n. 19/2022 del 10 febbraio 2022