Visualizza articoli per tag: arte

[ARI VISIVE]

Un’opera d’arte somiglia ad uno specchio su cui vengono riflessi i tratti e le espressioni di un volto, i suoi colori ed il suo stato d’animo e ancora più ci appare straordinario il modo in cui l’artista decide di sottoporsi allo sguardo severo e lucido dello specchio.
Un artista che gioca con colori e forme non è solo un artigiano che crea, ma è anche un servo a disposizione dell’anima e della forza dell’immaginazione che spinge ad inebriare l’atmosfera con il profumo dell’arte e a segnare la contingenza con il gesto della creazione.

Pubblicato in Notizie
Martedì, 18 Novembre 2008 01:09

Frammenti di Picasso al Vittoriano

[GRAFFI(A)TI AD ARTE]

shibaIl mese scorso si è inaugurata un’importante mostra al Complesso del Vittoriano dedicata al pittore che più rappresenta il secolo passato: Pablo Picasso.
Fino all’8 febbraio 2009, la raccolta Picasso 1917 – 1973: l’arlecchino dell’arte presenta il viaggio in Italia dell’artista che ha fatto del suo percorso artistico un continuo di corsi e ricorsi. In realtà il periodo in cui la città di Roma ospitò l’artista fu breve, appena poche settimane, per permettere l’allestimento del balletto Parade, definito da Gertrude Stein, amica di Picasso, il balletto cubista.

Pubblicato in Rubriche
Martedì, 11 Novembre 2008 14:14

Un anno di pop surrealismo al Dorothy Circus

[GRAFFI(A)TI AD ARTE]

shibaRoma sa sempre stupirmi per i deliziosi gioielli trovati lungo il percorso dei miei tour artistici. Questa settimana ho seguito la strada dei mattoni gialli per giungere al Dorothy Circus, la galleria d’arte che ha compiuto un anno di vita lo scorso ottobre. Non avremo trovato la Città di Smeraldo ma il luogo è un mix di neo gotico e romantic pop da risultare kitsch quanto basta per farcene innamorare. Questa galleria, dalle pareti di stoffa rossa e pois oro, ha un angolo dedicato ai toys d’arte e alle riviste che illustrano le nuove tendenze artistiche d’oltreoceano.

Pubblicato in Rubriche
Martedì, 28 Ottobre 2008 10:32

Genova: istantanee dal Pianeta Terra

[TRIP: NOTE DI VIAGGIO]

viaggi"Con quella faccia un pò così, quell'espressione un pò così che abbiamo noi, prima di andare a Genova, che ben sicuri mai non siamo, che quel posto dove andiamo, non c'inghiotte e non torniamo più”, cantava Paolo Conte (

).

E oggi devo ammettere che pur con tutti i suoi problemi, Genova resta un intrico affascinante e ripugnante di bellezza e vicoli degradati, dello splendore degli antichi Rolli, nominati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2006, e di viuzze maleodoranti, dove i genovesi stessi evitano di avventurarsi dopo una certa ora.

Pubblicato in Rubriche
Martedì, 28 Ottobre 2008 10:18

De rerum digitalis: della natura dell'universo

[GRAFFI(A)TI AD ARTE ]

shibaLe maggiori scoperte durante le giornate del Festival Della Creatività sono state fatte nel sottosuolo o nei luoghi più nascosti della Fortezza da Basso, del resto la creatività non è di certo cosa facile da gestire e da trovare neanche in un festival che ne porta il nome.
Non volendo cadere in una polemica sterile mi preme parlarvi di un progetto fortemente interessante sotto diversi punti di vista: De Rerum Digitalis.
Nei sotterranei del Padiglione Spadolini, un collettivo di artisti, seguiti e curati da Giovanni Cervi, ha raccolto idee sul futuro del pianeta.

Pubblicato in Rubriche
Martedì, 14 Ottobre 2008 12:31

Roma - ART WEEKEND

[GRAFFI(A)TI AD ARTE]

shibaSulla scia del 4 ottobre 2008, la Giornata del Contemporaneo, si è appena concluso a Roma un fine settimana 10 -12 ottobre dedicato all’arte contemporanea. Mi aspettavo di trovare in giro per le gallerie i nottambuli amanti dell’arte, privati come siamo stati della Notte Bianca, ho cercato inutilmente volti a me coetanei, invece mi sono imbattuta nei soliti vernissages nelle gallerie d’arte gestite da signore snob e ospiti con la dovuta puzza sotto il naso.

Pubblicato in Rubriche
Martedì, 07 Ottobre 2008 11:45

Una rivoluzione d'amore

[GRAFFI(A)TI AD ARTE]

shibaMoltissime gallerie di Roma hanno organizzato vernissage ed eventi per la Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI, Associazione Musei d'Arte Contemporanea Italiani, il 4 ottobre 2008 e le altre che non hanno aderito ufficialmente lo hanno fatto comunque con la presentazione di mostre di una certa rilevanza. Noi amanti dell'arte siamo in attesa delle date del 10 e dell'11 ottobre, dove i piccoli spazi dedicati all'arte saranno aperti fino alle ore 24.00 per il Roma Art Weekend. Per ora vorrei citare un’artista che ha usato l'arte per una sua guerra personale.

Pubblicato in Rubriche
Mercoledì, 29 Ottobre 2008 11:48

De GustiBooks al Festival della Creatività

[LETTERATURA]

Parafrasando le parole dell’antropologo Lévi-Strauss introduciamo questo viaggio nel buon gusto anche nel pensare. Per il secondo anno le edizioni Aida hanno organizzato una staffetta del piacere culinario incorniciato dalla parola scritta, questo è accaduto dal 23 al 26 ottobre 2008 presso la Sala delle Nazioni alla Fortezza Da Basso, Firenze.
Le Edizioni Aida sono uno dei partner fondamentali del Festival della Creatività, in un contesto di inventiva e di estro hanno incastonato De GustiBooks, un progetto legato al cibo e alla lettura.

Pubblicato in Notizie
Mercoledì, 29 Ottobre 2008 11:33

Mondi virtuali e creatività 

[FESTIVAL DELLA CREATIVITA']

Second Life sbarca per il secondo anno al Festival della Creatività  di Firenze e lo fa in grande stile con una sezione dedicata, un’invasione di cyberpunk e una mostra, Rinascimento Virtuale, curata da un giornalista e architetto pioniere della realtà virtuale in Italia, Mario Gerosa.
Architettura e mondi virtuali: molti si chiederanno come sia possibile conciliare l'arte a servizio dell'uomo e la Rete per la creatività  e l'innovazione, come un mezzo meccanico diventi la proiezione dei nostri sogni e desideri.

Pubblicato in Notizie
Martedì, 07 Ottobre 2008 11:51

Jean-Michel Basquiat: tra ragione e follia

[ARTI VISIVE]

Ci sono persone che non hanno bisogno di presentazioni e di troppe parole per essere descritti, ma si può solo cercare di conoscerle attraverso la loro essenza, che si sprigiona da ciò che sono in grado di creare, di portare alla luce del sole attraverso l’uso dei colori su tutto ciò che può essere trasformato dalla fantasia.
Jean-Michel Basquiat è proprio una di queste, un artista senza tempo, un capolavoro della follia artistica che ricerca nell’essenzialità della superficie il suo spazio per poter rappresentare un mondo metropolitano avvolto da formule, parole anche senza senso e colori contrastanti.

Pubblicato in Notizie
Pagina 13 di 15