A Civita di Bagnoregio il primo Meeting internazionale di animazione

Un’occasione straordinaria per conoscere e far rivivere la “città che muore” – così chiamata perché in continua lotta contro una lenta erosione – la cui salvaguardia è al centro del recente appello lanciato dal Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e sottoscritto dal Presidente Emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, insieme ad oltre 140 nomi illustri come Ennio Morricone, Giuseppe Tornatore, Bernardo Bertolucci, Andrea Camilleri, Michelangelo Pistoletto, Bruno Bozzetto e Manfredo Manfredi.

Il borgo dai fragili calanchi, gioiello di architettura e luogo magico utilizzato da grandi registi come Fellini nel film La strada, Sironi in Pinocchio e Garrone in Il Racconto dei racconti, è la location ideale per ospitare i numerosi autori invitati a “salvare il mondo” con la loro arte, come spiega il curatore Luca Raffaelli: “Civita di Bagnoregio è un simbolo del mondo da salvare. Così, all’interno di questo paesaggio unico e straordinario, vogliamo far vivere e scoprire l’incanto della realizzazione dei disegni e dei film animati per creare l’energia dell’arte vissuta e condivisa”. 
Tre giorni densi di appuntamenti che si articoleranno nelle piazze, nei vicoli, nei palazzi, nelle osterie e persino nelle case dello splendido borgo laziale.Attraverso un intenso programma di incontri, workshop, proiezioni, anteprime, mostre ed eventi– tutti a ingresso libero – la rassegna offre la possibilità di scoprire e conoscere alcuni degli artisti più significativi del panorama internazionale contemporaneo, appagando le curiosità e i gusti di tutti, dagli esperti conoscitori ai più giovani appassionati. 
Tra gli ospiti, eterogenei fra loro per generazione e ricerca, non solo esponenti del cinema d’animazione ma anche illustratori, vignettisti satirici, artisti visivi e street artist.
In anteprima assoluta italiana la mostra itinerante e interattiva dedicata al lavoro del giovane supereroe indiano, il film-maker Ram Devineni, famoso per il suo fumetto irriverente contro la violenza sulle donne Priya’s Shakti, ispirato ai racconti mitologici Indu. Un’ampia esposizione antologica celebrerà invece l’attività di artista e regista d’animazione di Manfredo Manfredi, noto come autore dei disegni che hanno accompagnato la sigla dello storico Carosello e per aver ricevuto la nomination agli Oscar nel 1977 per il miglior cortometraggio d’animazione. Tra gli italiani, inoltre: la nuova rivelazione dell’animazione su web Sio, che con il suo canale youtube Scottecs e le sue vignette virali si conferma uno dei fumettisti italiani più seguito sui social; l’artista Gipi che con la sua graphic novel Una storia è stato candidato al Premio Strega nel 2014 (è il primo romanzo a fumetti a ricevere la candidatura nella storia del premio letterario); Leo Ortolani, padre del noto eroe giallo/blu Rat-Man; Lola Airaghi, che porterà al meeting le immagini del suo nuovo personaggio Morgan Lost; Maurizio Forestieri, produttore e regista, nonché fondatore dello storico studio di animazione Graphilm, di recente premiato per gli inserti di animazione manga del film Tempo instabile con probabili schiarite di Marco Pontecorvo; non poteva mancare l’universo surreale di Donato Sansone aka Milky Eyes, uno dei più originali e promettenti artisti d’animazione italiani, ospite con alcune delle sue creazioni video e autore dell’immagine ufficiale del Meeting. Incontreranno il pubblico anche fumettisti come Ausonia, Davide De Cubellis e Andrea Ferraris.
{gallery}civita-bagnoreggio:::0:0{/gallery}
Alcuni degli spazi più suggestivi tra Civita di Bagnoregio e Bagnoregio (distante dieci minuti a piedi da Civita) ospiteranno la ricca proposta di film. Tra questi: il vincitore del cristallo per il migliore cortometraggio al Festival Annecy 2015, We Can’t Live Without Cosmos del russo Konstantin Bronzit, che racconta la tenera storia di amicizia di due cosmonauti uniti dal sogno di volare nello spazio; l’ultima opera dell’italo-francese Michel Fuzellier Bambini senza paura – realizzata con Babak Payami – che ripercorre la storia del bimbo pakistano Iqbal Masih, paladino e martire nella lotta contro lo sfruttamento del lavoro minorile; Suleima di Jalal Maghout, un cortometraggio presentato al Festival Annecy 2015 e nato dall’intervista fatta dall’autore, originario di Damasco, a una donna in carcere perché manifesta contro il governo siriano, disprezzata dalla sua stessa famiglia per essere un’attivista femminista.
 
Cuore pulsante del Meeting saranno gli incontri e i workshop con gli artisti che sveleranno al pubblico i segreti delle proprie tecniche di lavoro: dallo stop motion all’avanguardistica animazione 3D, per arrivare all’artigianale disegno graffiato su pellicola o all’animazione realizzata con i pupazzi di plastilina, fino al disegno pittorico su carta. Per i più curiosi gli incontri sulla costruzione di uno storyboard, sul rapporto tra film e musica e sul doppiaggio nei film d’animazione. Imperdibili gli appuntamenti con lo spagnoloDamián Perea, regista e produttore di Animayo, Festival Internazionale di Cinema d’Animazione, Effetti Speciali e Videogiochi, e con Valentina Amico, mente brillante di Digital Video, una delle aziende leader nello sviluppo dei più sofisticati software per il cinema d’animazione, che per la prima volta in Italia illustrerà i procedimenti con cui lo Studio Ghibli realizza i propri film, comeLa città incantata di Hayao Miyazaki.
 
Tra gli ospiti più attesi anche gli artisti della Sergio Bonelli Editore, che è partner de La città incantata con l’Officina Bonelli: il pubblico potrà curiosare tra gli autori al lavoro durante la realizzazione delle tavole dei personaggi più amati della casa editrice milanese – da Dylan Dog a Tex, da Martin Mystère a Zagor – e partecipare agli incontri e ai workshop con disegnatori, grafici e sceneggiatori. Gli artisti che faranno parte della cosiddetta Officina Bonelli sono:
Lola Airaghi, Daniele Bigliardo, Daniele Caluri, Paolo Campana, Davide De Cubellis, Maurizio Di Vincenzo, Mauro Laurenti, Emiliano Mammucari, Marcello Mangiantini, Giorgio Pontrelli, Roberto Recchioni, Massimo Rotundo, Giorgio Santucci, Marco Soldi e Mauro Uzzeo.
 
Durante i tre giorni del Meeting sarà possibile degustare l’ottimo cibo offerto negli stand dell’EXPO 2015 a Bagnoregio. Proprio sui temi dell’EXPO, gli artisti coinvolti saranno chiamati a realizzare delle tavole originali che il pubblico potrà acquisire tramite una donazione. Il ricavato andrà all’ONG Save the Children, impegnata dal 1919 nella difesa e nella promozione dei diritti dei bambini.
 
Il programma completo della manifestazione verrà aggiornato sul sito ufficiale www.lacittaincantata.it 

civita di bagnoregio, meeting, numero092015

Lascia un commento

Viale Pico delle Mirandola, 15
00142 - Roma
P.IVA 11924061002

redazione@martemagazine.it
tel. 0686760565

Utility

Contenuti

martemagazine.it © Associazione Culturale Procult - 2007  - Registrazione tribunale di Roma n. 19/2022 del 10 febbraio 2022