STOMP! Il riciclo del suono

st25a
[SPETTACOLO]

st25aROMA- Fino al 17 novembre tornano in scena al Teatro Olimpico di Roma gli STOMP con i loro ritmi travolgenti. Nata intorno agli inizi degli anni ’90 la Compagnia STOMP gira in lungo e in largo il mondo portando ritmi inimmaginabili nei palchi teatrali e coinvolgendo il pubblico di tutte le culture in ritmi urbani.

STOMP, che è nato in Inghilterra nel 1991 dalla creatività di Luke Cresswell e Steve McNicholas, è danza, teatro e musica insieme. La Compagnia, composta di diversi elementi per avere la possibilità di essere presente con molteplici spettacoli in diversi luoghi, è formata da un gruppo di attori, ballerini, acrobati e percussionisti capaci di suonare qualsiasi cosa creando sonorità travolgenti.
STOMP non è una parola, non esiste se non nello spettacolo da loro proposto o nei ritmi che ognuno può scoprire. E’ un ritmo che passa sopra alle partiture, per entrare nello scorrere quotidiano della vita, tra pentole e padelle della cucina o spazzoloni di strada.
Sicuramente questo è uno dei motivi per cui hanno successo a livello mondiale: perché STOMP scopre armonie del tempo scisse da culture e storie nazionali, entrando di fatto nell’olimpo della musica accessibile e, se vogliamo, riciclabile.

Lo spettacolo prende il via con 8 spazzini intenti a ramazzare per terra, lo spazzolone diventa così STOMP1strumento di una musica urbana e molto casalinga. In un vortice di equilibri e comicità i musicisti/attori si ritrovano a suonare rispettivamente scatole di cerini, lavandini pieni d’acqua, giornali, buste della spesa, raccogli spazzatura, accendini zippo, pentole, padelle, tubi e recipienti di plastica fino ad arrivare ai più rinomati bidoni della spazzatura.
Il pubblico, già di per sè entusiasmato dallo spettacolo, si ritrova tuttavia coinvolto, partecipando a scene comiche e completando pezzi musicali con battiti di mani e colpi di piedi.
Ciò che lascia senza fiato, oltre senz’altro alla produzione di ritmi entusiasmanti e coinvolgenti, è la capacità di scoprire sempre suoni nuovi da oggetti comuni che possono creare musiche impensabili. Una comunicazione forte, capace di coinvolgere ed entusiasmare il pubblico di ogni lingua, cultura, generazione. È sfida ecologica allo spreco urbano. La loro missione? Liberare, attraverso il ritmo, i suoni più comuni e per questo più sconosciuti dell’epoca contemporanea.
Il tour italiano proseguirà per tutto il mese di novembre e l’inizio di dicembre: dal 19 a Firenze presso il teatro Verdi, per poi approdare ad Assisi, Teatro Lyrick il 23 e 24; a Senigallia il dal 26 al 28 novembre al teatro La Fenice e si concluderà dal 30 al 5 dicembre a Torino sul palco del teatro Alfieri.

Manuela Tiberi

danza, Luke Cresswell, Manuela Tiberi, martelive, martemagazine, musica, roma, spettacolo, Steve McNicholas, Stomp, teatro, Teatro Olimpico

Lascia un commento

Viale Pico delle Mirandola, 15
00142 - Roma
P.IVA 11924061002

redazione@martemagazine.it
tel. 0686760565

Utility

Contenuti

martemagazine.it © Associazione Culturale Procult - 2007  - Registrazione tribunale di Roma n. 19/2022 del 10 febbraio 2022