Paolo Poli’s Show

sillabari-3
[TEATRO]

sillabari-3Il trasformista Paolo Poli non si ferma. Con lo spettacolo I Sillabari di Goffredo Parise, in scena al teatro Eliseo fino al 17 maggio, l’attore mette in campo tutta la sua eccezionalità artistica. La voce imperterrita e ritmata scandisce la descrizione figurativa e l’interpretazione di Poli.

I Sillabari, piccoli poemi in prosa scritti alla metà del secolo scorso mettono alla prova tutta l’abilità retorica di Poli, 80 anni il 23 maggio, che non si sottrae alla poliedricità e diversità di questi siparietti.

Vediamo bambini stupiti in un mondo ambiguo, vecchietti arrabbiati in una società allo sbaraglio, donne sole dal quieto bovarismo periferico e uomini ancora ingenui nella lotta per la sopravvivenza.
Poli con il brillante supporto di Luca Altavilla, Alfonso De Filippis, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco, mette in scena un’alternanza di voci e volti che descrivono l’Italia che cambiava velocemente nelle maglie di una lunga guerra e dava origine all’attuale bel paese.
In vesti sempre nuove, con età diverse, uomini e donne, italiani e italiane del nostro secolo vengono disegnati nella messa in scena dei vari racconti: attraverso canzoni, danze e citazioni vengono evocati gli anni Quaranta e Sessanta.

Proprio le canzonette, a cui spesso si ricorre durante lo spettacolo, con la loro modesta letteratura quasi sciatta, ma assai pertinente alla realtà storica, si intrecciano perfettamente al contesto ed alla trama narrativa.
E poi le divertenti scenografie sono di Emanuele Luzzati, i costumi sorprendenti di Santuzza Calì, le musiche allusive di Jacqueline Perrotin, le coreografie di Alfonso De Filippis.

Non vi resta che affrettarvi per non perdere la possibilità di gustarne la satira, l’ironia e l’irresistibile bravura di Paolo Poli.

I Sillabari, martelive, martemagazine, News, Paolo Poli, Radano, teatro

Lascia un commento

Viale Pico delle Mirandola, 15
00142 - Roma
P.IVA 11924061002

redazione@martemagazine.it
tel. 0686760565

Utility

Contenuti

martemagazine.it © Associazione Culturale Procult - 2007  - Registrazione tribunale di Roma n. 19/2022 del 10 febbraio 2022