Legittimo Brigantaggio_ Senza troppi preamboli

CD MUSICA- Legittimo Brigantaggio – Senza troppi preamboli…
Etichetta: Blond Records
Genere: combat folk
Voto: 7.5

www.legittimobrigantaggio.it
www.myspace.com/legittimobrigantaggio


Il legame alla terra, l’immaginario poetico, le immagini in bianco e nero di luoghi dimenticati: tutti elementi che fanno di “Senza troppi preamboli…” un disco dallo spirito genuino slegato da un tempo presente che scorre inesorabilmente. Si tratta di un combat folk a tratti ironico, stemperato da incursioni nei territori del progressive, dell’elettronica leggera, del funky e del soul, genere in bilico tra antiche suggestioni e rivisitazioni moderne.

Le tracce sono cariche, piene, l’impressione è che debordino di suoni: scorrono fluide all’ascolto, appoggiandosi alle linee dei fiati, degli archi e della fisarmonica che si confondono febbrilmente tra loro, in una danza dal sapore tradizionale, da festa di paese. Il senso del luogo e della tradizione popolare regge palesemente l’architettura semantica del disco: la gara di ballo del paese (“Branko”), la leggenda del brigante che salpò dal Golfo di Gaeta (“Piccola leggenda”), le sonorità del dialetto pivernese (“Firmamenti e catene”), il dialogo tra il Brigante e la Fortuna (“La notte del destino”). Da queste immagini arcaiche prende senza dubbio le distanze “Colpo grosso all’Asinara”, traccia dalla vena polemica che si scaglia contro il malcostume politico e le scelte contestabili di Palazzo Chigi. L’impressione è molto buona, fin dal primo ascolto un album ricco di suggestioni e di contributi brillanti. L’unico ostacolo è che un orecchio non abituato a questi temi e sonorità potrebbe arrivare stremato all’ultima traccia e quindi etichettarlo come ripetitivo. Da sottolineare, infine, gli “ospiti speciali” di “Senza troppi preamboli…”, nomi e voci che hanno fatto la storia della musica etno folk rock italiana negli ultimi 30 anni: da Marino Severini dei GANG, a Roberto Billi e Stefano Fiori dei Ratti della Sabina fino a Sebastiano “miciariello” Ciccarelli del gruppo ” E zezi” e non ultimo Enrico Capuano, noto cantautore romano.

I Legittimo Brigantaggio sono:
Gaetano Lestingi: voce
Davide “Zazzi” Rossi: Fisarmonica
Andrea Ruggiero: Violino
Simone Sabatino: chitarre
Domenico Cicala: Basso e filtri
Giuseppe Salvagli: Batteria

federica cardia, Legittimo Brigantaggio, musica, Recensioni, senza troppi preamboli

Lascia un commento

Viale Pico delle Mirandola, 15
00142 - Roma
P.IVA 11924061002

redazione@martemagazine.it
tel. 0686760565

Utility

Contenuti

martemagazine.it © Associazione Culturale Procult - 2007  - Registrazione tribunale di Roma n. 19/2022 del 10 febbraio 2022