Visualizza articoli per tag: tour

Inarrestabili i Subba And The Roots, band indipendente romana già molto apprezzata dal pubblico della capitale: a un anno dalla vittoria del Premio Nuovo IMAIE a MArteLive 2018 partono per un tour nazionale di 8 date. Dal 18 novembre su tutte le piattaforme digitali sarà disponibile un nuovo singolo: Dimmi perché, che verrà presentato in anteprima all'Area36 di Campagna (SA). 

Nati nel 2013, i Subba And The Roots iniziano a farsi conoscere nella fervente scena musicale di Roma proponendo un sound che richiama reggae, soul e hip hop. La band è composta da Marcello Sanzò (voce e tromba), Beatrice Rigillo (voce e sax), Alessandro Della Porta (voce e tastiera), Edoardo Lena (chitarra), Filippo Comin (basso) e Guglielmo Cappellini (batteria). 
Definiti una delle realtà emergenti più interessanti del territorio romano, ad ottobre 2018 i Subba and the Roots pubblicano il loro primo album di inediti dal titolo Brinda!, scritto, arrangiato e prodotto dalla stessa band. La tracklist racconta tutto il percorso artistico della band, ripercorrendo le sonorità che hanno caratterizzato i loro precedenti lavori.
Alla fine del 2018 i Subba and the Roots vincono il bando “NUOVOIMAIE”, aggiudicandosi un budget di 15.000€ per dar vita ad un tour di 8 date in Italia e all’estero che partirà nei prossimi mesi.

CALENDARIO DATE

Venerdì 15 novembre 2019 || Campagna (SA) @ Area 36
Sabato 16  novembre 2019   || Circello (BN) @ Bar Fly
Venerdì 22 novembre 2019 ||  Pratola (AQ) @ Garbage Club
Sabato 23 novembre 2019 || Castelnuovo ne Monti (RE) @ Il Portico
Domenica 8 dicembre 2019 || Francavilla Fontana (BR) @ Circo della Farfalla
Venerdì 13 dicembre 2019 || Vitulazzo (SA) @ TBA
Sabato 14 dicembre 2019 || Genazzano (RM) @ Saltatempo
24 gennaio 2020 || Vallo (SA) @ Draft 
25 gennaio 2020 || Capaccio (SA) @ Scalo32 

Pubblicato in News

Esce oggi per 42 Records Immensità, il nuovo lavoro discografico di Andrea Laszlo De Simone, in vinile e in digitale. L'opera è di fatto la colonna sonora dell'omonimo mediometraggio musicale, che verrà pubblicato nelle prossime settimane.

Immensità è un’opera complessa che lega musica e immagini. Un lavoro diviso in quattro capitoli (le canzoni) per nove tracce (ogni “capitolo” ha un prologo o una conclusione). Una vera e propria suite, per usare il termine classico che meglio descrive una composizione strumentale in più tempi, che può essere fruita nella sua completezza solo ascoltando il vinile, oppure in digitale nell’innovativo formato in traccia unica, senza pause: un’unica sinfonia di 25 minuti e 16 secondi.

Questa la scaletta:

Preludio: Il sogno

Capitolo I: Immensità

Interludio primo: La realtà

Capitolo II: La nostra fine

Interludio secondo: Lo spazio

Capitolo III: Mistero

Interludio terzo: Il tempo

Capitolo IV: Conchiglie

Conclusione

Immensità verrà presentato al pubblico con quattro concerti speciali. 

Per l’occasione si uniranno alla band di Andrea Laszlo De Simone tre nuovi elementi: Giulia Pecora al violino, Clarissa Marino al violoncello e Stefano Piri Colosimo alla tromba e al flicorno. Nove musicisti sul palco per un concerto immersivo, una versione contemporanea della musica da camera in cui il pubblico potrà creare la propria condizione ideale per l’ascolto. Seduti? Sdraiati? In piedi? Portate tutti i cuscini che avete, portate le cose che amate di più, portate quello che più vi fa stare bene, perché un concerto non è un concerto senza un pubblico felice.

Queste le date del tour, organizzato da DNA Concerti:

17/11 Roma - Angelo Mai

22/11 Torino - CAP 10100

29/11 Padova - CSO Pedro

30/11 Milano - Club Culture, Serraglio

***

BIOGRAFIA
Andrea fonda le sue radici nella scena indipendente nella prima decade dei 2000. Oltre all’esperienza compositiva e live come primo batterista dei Nadàr Solo, suona da sempre nel duo torinese Anthony Laszlo con Anthony Sasso, ex chitarrista e cantante dei Milena Lovesick. Andrea Laszlo De Simone esordisce nel 2012 con il primo album autoprodotto dal titolo Ecce Homo, registrato in casa con mezzi di fortuna accompagnato dai videoclip di: Solo un uomo, 11:43, I nostri piccoli occhi, Perdutamente.

All’inizio del 2014 incontra alcuni attivissimi musicisti della scena underground torinese che dopo pochi mesi di sala prove diventano la sua band: Damir Nefat (chitarra e cori), Daniele C (basso e cori), Filippo Cornaglia (batteria e cori), Zevi Bordovach (tastiere e cori) e l’immancabile amico Anthony Sasso (tastiere, cori e percussioni).

Anticipato dai singoli Uomo Donna, Vieni a salvarmi La guerra dei baci, il 9 giugno 2017 esce, per 42Records, Uomo Donna, il primo vero e proprio album di Andrea Laszlo De Simone, accolto con grande entusiasmo da pubblico e critica e inserito tra le più prestigiose classifiche di riviste e siti musicali italiani come uno fra i migliori album del 2017. Uomo Donna è un disco complesso, articolato e vitale che vive in un tempo tutto suo dove convivono passato, presente e futuro. Un tempo in cui prende forma un mondo sonoro in cui si fondono classico e moderno, la canzone d’autore italiana e la psichedelia, Battisti e i Radiohead, Modugno e i Verdena, i Beatles e i Tame Impala, il volo magico di Claudio Rocchi e quello terreno di IOSONOUNCANE. Il disco è stato autoprodotto e successivamente post prodotto da Andrea in collaborazione con il fonico bolognese Giuseppe Lo Bue. Le registrazioni sono state effettuate tra l’ottobre del 2014 e la fine del 2016 con tecniche sperimentali a cavallo fra il digitale e l’analogico. Dopo una serie di esibizioni estive in alcuni dei più importanti festival italiani come il TOdays e il Siren Festival – che gli sono valse una menzione speciale nella classifica dei live stilata dal mensile Rolling Stone – il 28 ottobre 2017 è partito il primo tour di Uomo Donna nei club delle maggiori città italiane. Il 30 novembre 2017, in anteprima esclusiva al Torino Film Festival, Andrea Laszlo De Simone presenta il videoclip di Sogno l’amore, un cortometraggio girato in Sicilia per la regia di Francesca Noto e dello stesso Andrea Laszlo De Simone. Il 5 marzo 2018 esce il videoclip Gli uomini hanno fame, la canzone più esplicitamente politica di Uomo Donna, un viaggio di undici minuti e cinquanta all’interno della natura umana ritratta anche nei suoi istinti più feroci. Il videoclip è stato girato da Andrea Laszlo De Simone e dal misterioso duo Sans. Il 31 dicembre 2018 si conclude il ciclo ufficiale di Uomo Donna con il videoclip di Sparite Tutti realizzato dal collettivo creativo Irene&Irene. Sembrava finita qui e invece il 2019 crea nuovi traguardi per Andrea che portano Uomo Donna fuori dai confini nazionali con una menzione speciale sui social networks da parte dell’ affermata band americana The Lumineers che annovera Andrea Laszlo De Simone e Uomo Donna tra le scoperte più interessanti dell’underground musicale internazionale inserendo Solo un Uomo nella playlist Spotify “Inspirations”. Pochi giorni dopo Solo un Uomo verrà trasmessa da KEXP Radio. Il 4 novembre 2019 Andrea e la band sono ospiti in apertura dell’unica data italiana del tour degli stessi The Lumineers all’ Alcatraz di Milano.

 L’8 novembre 2019 esce in digitale e vinile per 42Records Immensità, il nuovo lavoro di Andrea Laszlo De Simone, di fatto la colonna sonora di un mediometraggio musicale, anticipato nei mesi precedenti da ConchiglieMistero La Nostra Fine. Nei primi mesi del 2020 Immensità uscirà anche in Francia per Ekleroshock / Hamburger Records (Benjamin Clementine, Polo & Pan, Limousine e tanti altri).

Pubblicato in News

Un allestimento scenografico spettacolare e "senza palco", una grande band con 2 batterie e 9 musicisti, tanti ospiti e una scaletta che contiene 25 anni di successi: il prossimo live di Daniele Silvestri "La Terra dal vivo sotto i piedi", il suo primo tour nei Palasport di tutta Italia, partirà il prossimo 25 e 26 ottobre da Roma e si preannuncia come un mega show.

Silvestri torna a sorprendere portando in scena il primo concerto senza palco, in cui, insieme ai musicisti, non si esibirà su un normale palcoscenico ma sopra un gigantesco cumulo di terra (richiamo al titolo dell'album) al centro del palasport, mentre un imponente ledwall e un gioco di luci particolarissimo comporranno il resto della scenografia.

Con "la terra sotto i piedi", insieme a Silvestri, ci sarà una super band di 9 musicisti, formata dalle due batterie di Fabio Rondanini e Piero Monterisi, dal basso di Gabriele Lazzarotti, dalle tastiere e sintetizzatori di Gianluca Misiti, dalle chitarre di Adriano Viterbini e Daniele Fiaschi, dal fagotto e tromba di Marco Santoro, dalla tromba e percussioni di Jose Ramon Caraballo Armas e dalle tastiere di Duilio Galioto.

Oltre a loro, ospite fisso del tour sarà Rancore. Il rapper, già con Silvestri su Argentovivo, sarà presente in tutte le date con innesti a sorpresa del suo labirintico mondo visionario.

La scaletta, nata durante le lunghe prove che hanno tenuto Silvestri e la sua band per un intero mese all'Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini di Roma, alternerà momenti elettronici tiratissimi, a set più acustici e dilatati, mentre una parte centrale sarà dedicata ai festeggiamenti di questi 25 anni di musica con un vero ‘concerto nel concerto’: un viaggio nel tempo rigorosamente cronologico dal 1994 ad oggi, con una carrellata senza sosta dei brani iconici e rappresentativi della sua carriera.

Entrato nella storia della musica italiana per essere il primo artista a vincere con una sola canzone il Premio della Critica, il Premio per il Miglior Testo e il Premio della Sala Stampa Radio Tv a Sanremo e anche il Premio Tenco con la penetrante Argentovivo, Silvestri abbandona i fili sospesi di Acrobati, e torna sulla scena live con una produzione dai grandi spazi, in cui il suono si mescolerà alle luci in una parabola musicale e visuale potente e d'impatto, curata in ogni minimo dettaglio, che porta la firma di Giancarlo Sforza alla direzione e progettazione scenografica e quelle di Giorgio Testi e Filippo Rossi alla regia video, mentre un outfit esclusivo per tutta la band è stato pensato ad hoc dalla stylist Maria Vittoria Castegnaro.

"Ci sono voluti 50 anni di vita e 25 di carriera per trovare non tanto il coraggio, quanto la voglia di decidere di fare un tour nei palasport. Ho sempre amato gli spazi più raccolti, o la magia dei teatri..e continuerò a farlo. Ma ho anche sempre avuto voglia di cimentarmi con sfide diverse, e a quanto pare le nuove canzoni sembrano spingermi in questa direzione" aveva presentato così Daniele il nuovo tour sui social, il primo nei palasport dopo il memorabile successo in trio con Max Gazzè e Niccolò Fabi nel progetto "Il Padrone della Festa" e dopo lo spettacolare concerto-evento tenuto lo scorso anno con Manuel Agnelli, Samuele Bersani, Carmen Consoli, Max Gazzè, Niccolò Fabi e Diodato, tutti suoi ospiti nelle oltre 3 ore di musica live "Le cose in comune", che aveva entusiasmato il Forum di Milano.

Le prevendite per “La Terra dal vivo sotto i piedi”, prodotto e organizzato da Francesco Barbaro per OTR, sono disponibili su ticketone.it e in tutti i punti vendita abituali.

Si partirà da Roma con una doppia data, il 25 e 26 ottobre al Palazzo dello Sport. Le altre tappe sono: 08 novembre 2019 Padova (Kioene Arena), 09 novembre 2019 Rimini (RDS Stadium), 15 novembre 2019 Bari (Palaflorio), 16 novembre 2019 Napoli (Palapartenope), 22 novembre 2019 Milano (Mediolanum Forum), 23 novembre 2019 Torino (Pala Alpitour). Data zero: 19 ottobre 2019 Roseto degli Abruzzi (Pala Remo Maggetti).

Pubblicato in News

Dopo il recente tour di successo nei principali club italiani, GIOVANNI TRUPPI e la sua band tornano sui palchi dei più importanti festival della penisola per presentare “POESIA E CIVILTÀ” (Virgin Records/Universal Music), l’ultimo album di inediti del cantautore napoletano disponibile in tutti i negozi tradizionali (in versione CD e Vinile) e in digitale. Si aggiunge una nuova data al tour estivo: il 15 settembre a BOLOGNA Giovanni Truppi si esibirà insieme a GIORGIO POI sul palco del Festival Tutto Molto Bello!

Pubblicato in News

Annunciate le prime date estive del tour di presentazione di “È UN MOMENTO DIFFICILE TESORO”, il nuovo album di inediti di NADA.
Una serie di nuove occasioni live per l’artista che continua a riscuotere il favore di un numeroso pubblico: nella prima serie di concerti indoor, infatti, Nada ha registrato ben 7 sold out, confermandosi interprete e autrice dalla classe e dalla sensibilità uniche.
Per presentare il nuovo album, Nada ha partecipato ad importanti trasmissioni, come “Quelli che il calcio” (Rai2), “Save the date” (Rai5 e in replica su Rai3), “Di Martedì” (La7), “Linea Notte” (Rai3) ed è stata ospite ai microfoni di diverse radio nazionali, tra cui Radio Capital, Radio24, Rai Radio1 e Rai Radio2.
Inoltre, un suo intero concerto è stato trasmesso in diretta su Rai Radio2 per “Radio2live”.

Durante l’ultima edizione del Festival di Sanremo, inoltre, Nada è stata ospite di Motta, vincendo il Premio Miglior Duetto per la loro esibizione nel brano “Dov’è l’Italia”.
L’album “È un momento difficile, tesoro” vede il ritorno alla produzione di John Parish (già produttore di PJ Harvey, Eels, Giant Sand, Afterhours ed altri), che torna al fianco di Nada dopo lo splendido lavoro fatto nell’album “Tutto l’amore che mi manca” (2004).
Album in cui si ritrova la vita, il pensiero e l’amore di cui Nada è capace, “È un momento difficile, tesoro” è stato anticipato dall’uscita del singolo “Dove sono i tuoi occhi”, accompagnato da un videoclip, diretto da Francesco Cabras, girato al Macro-Asilo, museo di arte contemporanea di Roma, seguito dal secondo brano estratto, la title track “È un momento difficile, tesoro”.

Protagonista della musica italiana, Nada fin dai suoi esordi firma alcuni dei grandi successi italiani divenuti internazionali. La sua “Senza un perché”, ad esempio, è stata recentemente inserita da Paolo Sorrentino all’interno della colonna sonora della serie TV “The Young Pope”, un successo mondiale distribuito in oltre centoquaranta paesi.

LE DATE:
25/05 Fiorano Modenese (MO) - Quarantenna1 Festival
01/06 Bologna - Biografilm Park
07/06 Brendola (VI) - Abilitante Social Fest
19/06 Poggibonsi (SI) - Fortezza di Poggio Imperiale *in duo
22/06 Soliera (MO) - Fiera di Soliera
05/07 Chianciano Terme (SI) - Chianciano Terme da Vivere *in duo
06/07 Valsavarenche (AO) - Musicastelle Outdoor *in duo
11/07 Milano - Castello Sforzesco
12/07 Cotignola (FC) - Nella Golena delle Balle di Paglie
14/07 Anacapri (NA) - Piazza San Nicola *in duo
19/07 Massarella (FI) - Realitybites Festival
24/07 Treviso - Suoni di Marca Festival
03/08 Marina di Camerota (SA) - Lungomare / Porto
11/08 Brescia - Festa Radio Onda d'Urto
13/08 Castellana Grotte (BA) - Farm Festival
14/08 Milazzo (ME) - Mish Mash Festival
16/08 Santa Caterina Albanese (CS) - Joggi Avant Folk
22/08 Commezzadura (TN) - Note d'Alta Quota *in duo
30/08 Venaus (TO) - Borgate dal Vivo 2019 / Scenario Montagna 2019
07/09 Nespoli (FC) - Festival Mosto *in duo

NADA PARLA DEL DISCO “È UN MOMENTO DIFFICILE, TESORO”
Ho sempre provato attraverso i miei dischi e i miei libri a cercare di raccontare quello che sento e avverto, sia dentro che fuori di me. È esattamente da questa disposizione d’animo che è nato “È un momento difficile, tesoro”.
“È un momento difficile, tesoro”, un’espressione che esprime un malessere ma mi fa sorridere, è sicuramente appropriata a questo disco, al mio sentire, al mio chiedermi se con queste canzoni sono effettivamente riuscita a descrivere bene frammenti di vita e stati d’animo, tanto da riuscire a sintetizzare in un'unica idea le emozioni e i pensieri che in questo ultimo periodo mi hanno  profondamente coinvolta.
“È un momento difficile, tesoro”, dieci canzoni nate negli abissi del mio nero profondo, per poi misteriosamente raggiungere i colori e la leggerezza del pensiero, finalmente libero di andare dove portano sentimento e ragione che si uniscono per diventare tutt’uno. Anema e core, avrebbe detto il mio grande amico Fausto Mesolella, a cui dedico le parole di questa opera.
Registrare ancora con John Parish è stato l’avverarsi di un desiderio che nutrivo dall’ultima volta che avevamo suonato insieme; con amicizia e qualche mail si è trasformato infine in una bellissima realtà. Ho passato con lui più di un mese in uno studio di registrazione a Bristol, il Playpen, con Marco “Quercia” Tagliola, grande ingegnere del suono, e con amici e musicisti di tutto il mondo che giravano lì intorno. È passato Howe Gelb con cui abbiamo bevuto birra, poi Pete Judge dei Portishead con cui abbiamo bevuto altra birra e che ha suonato la tromba in tre canzoni. E altri amici e amiche.
Non mi è mai capitato in tanti anni di finire un disco e di essere fino in fondo soddisfatta. Oggi lo sono e questa soddisfazione mi rende felice. Questo disco, che forse non è affatto divertente, rende felici.

Pubblicato in News
Lunedì, 13 Agosto 2007 14:58

Teresa De Sio in tour

[MUSICA]

Un bivacco di briganti nel nuovo tour di Teresa De Sio che sta portando in giro per l'Italia il nuovo cd Sacco e Fuoco.
Sul palco una scenografia che ricrea un bivacco tra sacchi, fucili e fuochi nel segno del brigantaggio inteso come alternativa alla cultura ufficiale, al potere e all’omologazione: un invito a tornare ad essere briganti. Tutti i festival che hanno ospitato la produzione live di TERESA DE SIO hanno constatato la potenza dello spettacolo assistendo a rinnovati favori di critica e pubblico…

Pubblicato in Notizie
[MUSICA]
Parte il nuovo tour estivo dei Cappello a Cilindro, tanti live in agenda e due appuntamenti imperdibili: Frequentia Musica e Italia Wave 2007 (sabato 21 luglio a Firenze, nella serata principale del Festival, i ragazzi di Velletri saranno l’unica band italiana ad esibirsi sul main-stage prima del concerto di Vinicio Capossela).
Pubblicato in Notizie