Post Nebbia: guarda il video di “Veneto d’estate”, il nuovo singolo con Nico LaOnda

foto di Anastasia Zarbo
foto di Anastasia Zarbo

Un susseguirsi di frammenti d’immagini a costruire sguardi fugaci sulla malinconia di rincorrere l’ultimo giorno d’estate tra una serata frizzantina e il vento tiepido che accarezza la pelle dal finestrino: con la regia di Michelle Pan è uscito il video di “Veneto d’estate”, il nuovo singolo dei Post Nebbia e Nico LaOnda, fuori per Dischi Sotterranei, La Tempesta Dischi e Grooviglio.

Guardalo qui: https://www.youtube.com/watch?v=-BVUMEn4NU8 

Una collezione di ricordi foto, video, disegni insieme a immagini della campagna veneta attraversata in auto, che parlano di spensieratezza, gitarelle fuori porta, umidità e spritzetti annacquati e che riflette un’atmosfera perfettamente descritta nei versi della canzone: un brano ironico che parla della lenta, afosa e sofferente estate veneta e di come le sedie di un bar e un buon amaro siano l’unica soluzione per affrontare la calura, la noia e le zanzare.

“Veneto d’estate” è un singolo estivo atipico: un beat funky, ipnotico, a base di synth e chitarre, che gioca con le parole e il ritornello di “Vento d’estate” di Fabi-Gazzè e trova ispirazione nelle colonne sonore dei film anni ’70, cullato da un cantato disilluso e annoiato.

“Veneto d’Estate, uccido le zanzare voi che fate?
Veneto d’inverno, seduto al bar invoco il Padre Eterno”

“Con Nico abbiamo iniziato a sentirci l’anno scorso e a mandarci materiale per lavorare a un insieme di canzoni, scegliendo poi di concentrarci su questo beat funky che avevo in dispensa da un po’. – racconta Carlo CorbelliniNico ha avuto l’idea per il ritornello e la metrica della strofa e pezzo dopo pezzo è nata questa canzone che parla sostanzialmente di bere al bar e di soffrire per la lentezza della vita, mentre si è immersi in quello che è notoriamente il contesto climatico peggiore in Italia, e di conseguenza invocare invano il nome dell’altissimo”.

“Io e Carlo da fan dei reciproci progetti abbiamo cominciato a mandarci loop all’inizio della pandemia sotto i fantomatici nomi LAONDA LANEBBIA o POST MALONDA Da Padova a New York eravamo sulla stessa barca: produrre musica – aggiunge Nico LaOnda – Tra i sei o sette pezzi che abbiamo realizzato ne abbiamo scelto uno, Veneto d’Estate: un brano che gioca con la metrica dell’hook della traccia “Vento D’Estate” di Fabi-Gazzè e che prende a piene mani dai nostri principali ascolti: funk e R&B, psichedelia e pop ma soprattutto dalla nostra ossessione: i compositori di colonne sonore di film anni ’70.”

I Post Nebbia porteranno in tour Canale Paesaggi in tutta Italia, queste le prime date confermate:

18.06 Bologna – Covo Summer
19.06 Torino – Hiroshima Sound Garden
24.06 Milano – Magnolia
01.07 Massa Lombarda (RA) – Mutazioni Post
02.07 Ferrara – Ferrara sotto le stelle
03.07 Garda (VR) – Garda Risuona
17.07 Rapolano Terme (SI) – TvSpenta dal Vivo
23.07 Roma – Spring Attitude Festival c/o Teatro India
24.07 Santa Sofia (FC) – Rumors Fest
31.07 Ome (BS) – Diluvio Festival
07.08 Vicenza – Lumen Festival
12.08 Maida (CZ) – Color Fest
13.08 Corigliano d’Otranto (LE) – SEI Festival
14.08 Locorotondo (BA) – Locus Festival

gdg press, Nico LaOnda, POST NEBBIA, Veneto D'estate, videoclip

Lascia un commento

Viale Pico delle Mirandola, 15
00142 - Roma
P.IVA 11924061002

redazione@martemagazine.it
tel. 0686760565

Utility

Contenuti

martemagazine.it © Associazione Culturale Procult - 2007  - Registrazione tribunale di Roma n. 19/2022 del 10 febbraio 2022