Jacopo Reali, Fuori di qui

LIBRI- “Vi sembrerà di sentire una storia che, in un certo senso, assomiglia a un dramma teatrale, suddivisa in capitoli come atti di una tragedia. Ma gli atti hanno una durata, un filo logico, un’evoluzione e un finale. In questa storia no…”
Fuori di qui è la storia di Jesus, ragazzo ribelle e scontroso dallo strano nome, orfano di madre, che scivola lentamente ed inconsapevolmente verso una spirale di violenza e vendette senza precedenti, e tutto per amore di una ragazza, Gaia, e di una adolescenza vissuta tra mille problemi: dall’accettazione degli altri, alla droga, dall’amore all’odio.


Jacopo Reali, giovanissimo scrittore emergente, ha visto pubblicare il suo primo romanzo (Solo per caso) a soli 17 anni ed ora ci stupisce con una prosa molto giovanile, nata da un argomento spinoso e doloroso quale quello della detenzione in un istituto correttivo di un giovane minorenne e della sua evoluzione come essere umano e come personaggio, proprio grazie alla crescita introspettiva e all’amore. Il libro termina con uno Jesus che ci sembra più forte, a dispetto della violenza gratuita che lo anima nel corso della sua storia, lo troviamo personaggio “buono” come lo avremmo voluto fin dall’inizio, animato proprio da quei sentimenti positivi e propositivi che le figure femminili del romanzo, gli suggeriscono in tutto il corso del libro.
L’autore riesce ad ottenere l’effetto sperato nella ricerca di una profondità del personaggio e dell’evoluzione di una storia che costringe il lettore ad affondare nelle pagine verso la parola fine con la speranza di una redenzione. Riesce ad ottenere l’interesse del lettore nonostante si percepisca, a tratti, la sua giovane età (soprattutto nella semplicità del linguaggio) e nonostante in alcuni punti la storia diventi quasi prevedibile. Ma d’altronde, ci siamo detti, Reali ci racconta una storia che abbiamo sentito molte volte nelle cronache dei quotidiani e che, potenzialmente, potrebbe essere la storia di ognuno di noi, insomma, qualcosa che ci suona familiare. Un po’ meno prevedibile e familiare il finale invece, che finisce per stupirci: dopo tanta angoscia una crescita luminosa che ci mette di buon umore e ci inclina al sorriso e alla speranza, cosa non tanto frequente nella società moderna.
Non male quindi, per un autore molto giovane che, però, ha i mezzi e le qualità giuste per farsi strada nelle letteratura contemporanea.
Da leggere: per imparare a capire cosa si nasconde a volte nelle teste dei teenagers, ma anche per ricordare quanto la distruttività non paghi.

Jacopo Reali, Fuori di qui, Edizioni e/o, pg. 137, € 12,00

00jacopo Reali, Edizioni e/o, Fuori di qui, Jacopo Reali, letteratura, martelive, martemagazine, pg. 137 € 12, Recensione Principale

Lascia un commento

Viale Pico delle Mirandola, 15
00142 - Roma
P.IVA 11924061002

redazione@martemagazine.it
tel. 0686760565

Utility

Contenuti

martemagazine.it © Associazione Culturale Procult - 2007  - Registrazione tribunale di Roma n. 19/2022 del 10 febbraio 2022