Visualizza articoli per tag: sink

“Pochi tra coloro che sono morti nel tentativo di raggiungere l’Europa hanno un’identità. Nomi di donne e di uomini, nomi di bambine e di bambini.”

(S)ink, l’imponente ma “invisibile” opera funeraria ideata dall’artista e performer Fabio Saccomani è un grido di denuncia sociale contro le leggi sulla migrazione, un monumento di grandissimo valore umano, atto a ricordare tutti i profughi morti, principalmente in mare, nel disperato tentativo di trovare una nuova vita dentro i confini Europei.

Pubblicato in News