Mercoledì, 03 Giugno 2009 13:21

Three Solos and a Duet

Scritto da Gabriella Radano
Vota questo articolo
(0 Voti)
[TEATRALMENTE]

teatralmenteThree Solos and a Duet è l'incontro di tre straordinari interpreti della danza: Mikhail Baryshnikov, Mats Ek, coreografo svedese e la ballerina spagnola Ana Laguna (moglie di Ek). Due ballerini che danzano con uno stile e un'eleganza impeccabili, in questo spettacolo, suddiviso in quattro composizioni: l'una esalta il suo virtuosismo, l'altro tira fuori la sua straordinaria abilità di ballerino.

L'artista, qui, abbandona il repertorio classico per misurarsi con la danza moderna dell'icona del Cullberg Ballet.
La performance ha inaugurato il 27 maggio la quarta edizione di Tersicore. Nuovi spazi per la danza, la rassegna realizzata dall'Associazione Amici dell'Auditorium Conciliazione, che ha portato sul palcoscenico romano alcune delle più grandi stelle del balletto mondiale e della coreografia contemporanea.
Baryshnikov, mito vivente della danza, secondo Time Magazine, è na­to nel 1948, in un freddo giorno di un gennaio baltico, a Riga. Nel 1974, durante una tournée in America, lasciò il Kirov Ballet di cui era la star assoluta per sta­bilirsi a New York. Esule co­me Nureyev, ma tredici anni do­po, senza scandali, senza finzio­ni politiche. Come tanti euro­pei, pensava davvero di trovare la felicità, la modernità, il pro­gresso, il successo, negli States.

Grande interprete dalla tecni­ca perfetta, Baryshnikov diven­ne subito il rivale (e il possibile erede) di Rudolf Nureyev. Li accomunava una storia di esuli in fuga dall' impero del balletto sovietico e la capacità di conquistare praticamente tutto: trionfi, ricchezza, leggende, passioni, coreografi prestigiosi, conduzioni di compagnie importanti. Ma una radicale differenza d' indole li separava: Nureyev era inquieto, tenebroso, irraggiungibile; "Misha", più virile e umano, splendeva di tecnica purissima e solare. Nevrotico e autodistruttivo, Nureyev sarebbe slittato in una morte prematura; solido e oculato, Baryshnikov dimostrava di sapersi riciclare.
Una curiosità: Baryshnikov, lo ricordiamo, è stato brillante interprete di Sex and the City, nel ruolo dello scultore russo di cui s' innamora Sarah Jessica Parker.
Letto 1941 volte