Mercoledì, 07 Settembre 2011 21:18

TolfArte 2011: lo spettacolo che valorizza il territorio

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
[TRIP: NOTE DI VIAGGIO]

viaggiIl 6 e 7 agosto le storiche e caratteristiche vie di Tolfa hanno ospitato centinaia di artisti e artigiani per quello che ormai si può definire come uno dei più importanti festival del centro Italia per l’arte di strada.

Giunta al suo settimo anno, TolfArte ha ottenuto con questa edizione la consacrazione ufficiale da parte del pubblico e della stampa. In molti, infatti, hanno affollato la cittadina per assistere ad uno spettacolo unico eppur composto da tanti espositori, pittori, scultori, musicisti, saltimbanci, acrobati, poeti ed attori.
Dal 2005 la Comunità Giovanile di Tolfa, composta da circa un centinaio di ragazzi tra i 18 e i 35 anni, si occupa dell’organizzazione e della promozione del festival che in questa edizione ha contato oltre 25 mila presenze nella due giorni e nell’anteprima del 5 agosto, ospitata nei giardini della Villa comunale.
TolfArte è a tutti gli effetti uno spettacolo nato e cresciuto nel territorio, sostenuto dalle istituzioni, valorizzato foto_tolfadall’entusiasmo e dalle competenze dei giovani del luogo, sorretto dalla bellezza del luogo che lo ospita.
I vicoli in  pietra e le piazze nascoste sono state illuminate da mangiafuoco e lampade, riempiti da voci festanti di famiglie, coppie, bambini estasiati. Perché TolfArte è realmente una festa per tutti, e tutti ne hanno goduto e apprezzato l’alto valore culturale.

Il 5 agosto, durante l’anteprima, nella cornice dei giardini comunali il pubblico ha potuto assistere ad un insieme di spettacoli di vario genere, iniziando con match d’improvvisazione teatrale ad opera degli Appiccicaticci, ospiti storici della manifestazione, proseguendo con performance di arti visive di Sign of Sound ed uno spettacolo di fuoco con Lucignolo, concludendo con il gruppo musicale C-Side e il dj set Radio Libre.
Il 6 agosto il fiume di ospiti ha attraversato Via Annibal Caro, Via S. Antonio, Piazza Vecchia, Piazza A. Diaz, Piazza Bartoli, Palazzo Buttaoni incontrando nel cammino l’Uomo Uccello, la Zastava Orkestar, Veronica Gonzales, Fokoloko e tanti altri, per concludere poi oltre l’una di notte con il concerto dei Nobraino, band targata MArteLabel che ha coinvolto e trascinato il pubblico.
L’ultima serata c’è chi ha deciso di assistere al concerto di Adriano Bono e l’Orchestra di Piazza Montanara, o di vedere uno spettacolo di acrobatismo ad opera di Circo squilibrato o piuttosto, ascoltare i Poeti a braccio.
A notte inoltrata, ormai spente le luci ancora giravano per Tolfa saltimbanci, trampolieri, mangiafuoco e musicisti, mentre i vicoli della cittadina sembravano l’ambientazione perfetta di un sogno infantile o di un film della Disney.
Da visitare…

Manuela Tiberi

Letto 1714 volte