Martedì, 19 Maggio 2015 12:24

Il non profit e le politiche culturali

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Le organizzazioni non profit che si occupano di cultura in Italia sono il 35% del totale censito dall’Istat nel 2011. Si impegnano nella valorizzazione del patrimonio culturale e nell’accesso alla cultura organizzando attività di ogni tipo, coinvolgendo centinaia di migliaia di cittadini in attività di volontariato per la salvaguardia del paesaggio, di progettazione culturale per lo sviluppo territoriale.

A Roma si svolge su questi temi un convegno nazionale giovedì 21 maggio, dalle 10.30 alle 13, alla Sala Convegni del Senato, in piazza Capranica 72.

Interverranno: Luca Bergamo – Segretario Generale CAE – Culture Action Europe, Carlo Borgomeo – Presidente Fondazione con il Sud, Annalisa Cicerchia – Associazione per l’Economia della Cultura, Prof. Marco Cammelli – Presidente della Commissione Attività e Beni Culturali ACRI – Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa e della Fondazione del Monte Bologna e Ravenna, Francesco Prosperetti – DG Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo, Enrica Puggioni – Assessore Cultura, Pubblica Istruzione di Cagliari, Lidia Ravera – Assessore alla Cultura Regione Lazio, Claudio Rosati – Co-autore della Magna Charta del volontariato per i beni culturali, Vincenzo Santoro – Direttore Dipartimento Cultura e Turismo – ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani, Rossella Tarantino – Matera 2019, Capitale Europea della Cultura, parlamentari ed esponenti delle organizzazioni del Terzo Settore.
Introduce e coordina: Pietro Barbieri – Portavoce Forum Nazionale del Terzo Settore.

L’incontro è promosso dal Forum del Terzo Settore, in collaborazione con Arci, CTS-Centro Turistico Studentesco e Giovanile, Legambiente, Touring Club Italiano, UNPLI-Unione Nazionale Pro Loco d’Italia. Con il patrocinio di: CAE-Culture Action Europe

 

Letto 2581 volte