Lunedì, 21 Novembre 2011 09:26

Violino dark e suoni rock: H.E.R. e Lenula

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
[MUSICA]

abmROMA- A tre settimane di distanza dal primo appuntamento, torna Salotto Muzika, rassegna musicale organizzata da Fabbrika, etichetta indipendente bolognese, in collaborazione col Beba Do Samba, noto locale di musica dal vivo nel quartiere San Lorenzo di Roma, capace di allontanarsi dalla propria musica di riferimento, quella brasiliana, arricchendo la propria identità anziché renderla incerta.



Ad aprire il secondo appuntamento è H.E.R., artista poliedrica pugliese di nascita ma romana di adozione, che ha suonato il violino insieme a nomi come Nidi D’Arac e Teresa De Sio, ma ha anche scritto insieme a Donatella Rettore “Primadonna”, che, pubblicato nel 2008 nel cofanetto Stralunata, conquistò cuori, orecchie e primi posti in classica nel nostro Paese.
Il concerto si apre con un brano inedito ”Se Fossi Notte” che verrà pubblicato nel nuovo lavoro di H.E.R., in uscita probabilmente nei primi mesi del 2012. L’artista pugliese canta facendo vibrare la sua voce in alti acuti, ma soprattutto canta col violino, che nelle sue mani sembra assumere nuove forme e sonorità emettendo note che incantano i presenti, i quali si dividono tra chi ha gli occhi chiusi per lasciarsi trasportare dallo strumento e chi ha occhi e bocca spalancati dallo stupore per come H.E.R. riesce ad armeggiare col suo strumento.
In scaletta, oltre un altro inedito, “Per Salvarmi”, ci sono i brani più amati dai suoi fan, come “La Natura Del Sole”, tratto da Magma del 2008 e “Primadonna”, ma anche cover, ovvero “canzoni che si è divertita a distruggere”, come lei stessa le definisce nel presentarle. Tra queste un’irriconoscibile “Vita Spericolata” di Vasco Rossi, contenuta anche in Magma, e “In A Manner Of Speaking”.

Cambia il sound con i Lenula, trio pugliese composto da Gabriele Paparella, voce e chitarra del gruppo, Fabio LenulaMiccoli alla batteria e Ciro Nacci, che oltre ad occuparsi della tastiera e dei sintetizzatori, completa la sezione ritmica col suo piano bass.
I Lenula, che nel 2010 hanno pubblicato il loro primo EP autoprodotto dal titolo omonimo, dimostrano di avere carattere sul palco,dove propongono sia brani più rock e psichedelici come “Il Naufragio” e “Modellando La Notte”, di cui hanno fatto anche un videoclip, che brani più vicini al blues, come “Fondo”.
Influenze tra loro distanti, come Jim Morrison e Paolo Conte, convergono in questo gruppo dando un risultato originale che col tempo e l’esperienza il trio avrà modo di affinare.
La rassegna ha avuto un buon numero di spettatori nonostante la sovrapposizione con Musei In Musica, durante la quale il comune di Roma apre i propri musei al pubblico che può assistere gratuitamente ai concerti organizzati.
Una serata iniziata con la musica di alta qualità di H.E.R. e proseguita con un gruppo molto promettente come i Lenula, in un ambiente caldo e accogliente come pochi locali sanno essere oltre al Beba Do Samba.

Giuditta Danzi

Letto 1807 volte Ultima modifica il Lunedì, 21 Novembre 2011 16:54