Visualizza articoli per tag: danza

Martedì, 14 Settembre 2010 11:44

DANZA finalissima_Tris

danzatrice-salaemergenti-IMG5417Una parola negli ultimi mesi aleggia come un fantasma, uno spirito non bene identificato che cerca qualcuno che possa vederlo. Chiama e chiede aiuto, ma nessuno lo sente. Forse pochi lo percepiscono, alcuni lo intravedono, ma solo per un momento. Sembra un’ombra.

Pubblicato in Sezioni Artistiche
Mercoledì, 28 Luglio 2010 15:21

Il Giappone di Monica Casadei

[DANZA]

artemis_giapponeROMA- Sbarca a Roma, al Festival Itali@rte di Mediascena, la nuova produzione della coreografa emiliana Monica Casadei. La compagnia Artemis Danza ha presentato il nuovo lavoro nato dalla residenza artistica in Giappone , Sole dell’anima sola. Giappone, tappa del 2009 del progetto “Artemis incontra Culture Altre”, che dopo il triennio sudamericano Brasile, Cuba, Messico, prevede un triennio asiatico Giappone, Vietnam, Corea.

Pubblicato in Notizie
Lunedì, 19 Luglio 2010 22:47

Babel (Words): quando le parole non servono

[DANZA]
BabelTIVOLI- L’ultimo appuntamento con la danza del Festival Internazionale di Villa Adriana non poteva che ospitare il coreografo più amato e apprezzato degli ultimi tempi, il belga Sidi Larbi Cherkaoui, già consulente per la danza dell’Auditorium e Direttore Artistico del Premio Equilibrio.

Pubblicato in Notizie
Domenica, 20 Giugno 2010 21:04

Il pensiero triste che si balla

[TEATRO]

img_2174_c_bw_s_sig_xblgNAPOLI- Il pensiero triste che si balla è il titolo dell’incontro tenutosi al Pan Palazzo Arti Napoli, moderato da Giuliana Gargiulo, per presentare gli spettacoli presenti al Teatro Festival Italia, che ci raccontano del Tango, un ballo fatto di memorie e nostalgie, a cui per questa terza edizione è stata riservata una grande attenzione, con gli interventi di Giancarlo Sepe, Rodrigo Pardo, Elisa Guzzo Vaccarino, della ballerina Claudia Jakobsen e Sara Caracciolo, coordinatrice del progetto Pensavo fosse un tango...

Pubblicato in Notizie

fabio.ventrone-danza-IMG_4030È gradito ospite alla quarta serata del MArteLive 2010 Caterina Bonasia e il suo SOLO per amore. Apre la coreografia Caterina su una sedia, legge, o almeno cerca di leggere a voce alta poche righe scritte su di un foglio. Ciò che arriva al pubblico, causa la grandezza della sala e il pubblico convenuto, è solamente una domanda: “Che cos'è danza?”.

Pubblicato in Sezioni Artistiche
Martedì, 01 Giugno 2010 10:22

Ave Mother

[DANZA]

mother_1ROMA- Mother è uno spettacolo che giunge all'animo (21 maggio scorso presso il Teatro Forte Predestino). Prende ogni idea e la ribalta, agguanta i sentimenti e li rovescia, afferra le emozioni e le ingigantisce fino a renderle piacevolmente insopportabili per la loro intensità.

Pubblicato in Notizie
Lunedì, 24 Maggio 2010 07:17

Liquid Loft: Posing Project A – The Art of Wow

[DANZA]

Wow_001MILANO- Wow! Un’esclamazione che per gli americani, ma non solo per loro, esprime apprezzamento. Ciò che produce Wow colpisce nel segno, seduce, lascia un’impressione positiva.

Pubblicato in Notizie
Martedì, 18 Maggio 2010 08:06

L’(in)solita favola: Romeo e Giulietta

[DANZA]

romeo_e_giuliettaROMA- Quando uno spettacolo così drammaturgicamente perfetto, poeticamente paradisiaco e tematicamente potente è in scena da mesi, tutto ciò che si può dire risulta vecchio, stantio e giornalisticamente datato. Quindi altro non si può fare che dare un giudizio personale e un commento finale.

Pubblicato in Notizie
Giovedì, 03 Giugno 2010 08:53

DANZA VI_ Lieto finale

giovanni.buonomo-danza-8214Quando sopraggiunge la fine tutto si fa malinconico, quando termina un’avventura attesa da tempo non è mai una buona cosa, ma in fondo quello che rimane forte è l’esperienza che ne resta. Il famoso tesoro di cui tutti parlano, fatto di conoscenze positive e negative, perché in fondo si impara anche e soprattutto da ciò che di poco piacevole capita nella vita.

Pubblicato in Sezioni Artistiche
Giovedì, 27 Maggio 2010 09:04

DANZA V_ La libertà che manca

laura.fioravanti-danza-IMG001Manuela Lops apre la V serata del MArteLive 2010. La protagonista di questa performance si presenta in scena spingendo a fatica un carrello della spesa; la fatica appare più morale che fisica. È una donna come tante, non come tutte, ma come tante.

Pubblicato in Sezioni Artistiche
Pagina 6 di 8