Stampa questa pagina
Mercoledì, 03 Giugno 2009 13:08

Anime...ecosostenibili

Scritto da Diego Ciorra
Vota questo articolo
(0 Voti)
[STREAP- TEASE: FUMETTI MESSI A NUDO]

diegociorraSono stato felicissimo di apprendere che Planet Manga, la divisione editoriale di Panini Comics che adatta il materiale proveniente dal Sol Levante, ha deciso di riproporre uno dei capolavori assoluti della nona arte, Nausicaa della Valle del vento di Hayao Miyazaki. A partire da questo mese inizierà infatti una ristampa in sette volumi dell'opera che regalò il successo al mangaka, ben prima dell'Oscar d'animazione.

L'aspetto più interessante è che finalmente l'edizione sarà il più vicina possibile a quella originale, stampata con inchiostro brunastro su carta color seppia, senza onomatopee adattate, in modo da lasciare completamente inalterate le tavole del maestro giapponese, autore de La città incantata e La scogliera di Ponyo.

La storia, per chi non ha ancora avuto modo di farsi incantare da questo superbo manga o non 411px-Nausicaavolume1ha visto l'anime, che pure ha dovuto sacrificare molti elementi dell'opera base, parte da un solido impianto fantascientifico: giunta all'apice del suo progresso scientifico, la civiltà industriale che aveva dominato l'intero globo piomba nel più buio ed improvviso declino. Abbandonati completamente dall'avanzata tecnologia che ne aveva sancito lo sviluppo, le piccole comunità di umani superstiti si trovano costretti a sopravvivere su una terra sconvolta dal cataclisma, ormai sterile ed ostile. Localizzati ai margini del mare della putrefazione, il balordo ecosistema derivato dal cambiamento climatico, gli abitanti di Valle del vento devono convivere con piante giganti, vermi ed insetti colossali, oltre che con un'atmosfera tossica che può essere affrontata solo con l'ausilio di maschere filtranti.
Nausicaa, figlia del re della Valle, è rispettata per il suo nobile retaggio e la grande abilità di pilota, grazie alla quale riesce a cavalcare istintivamente anche i venti più impetuosi. La giovane principessa è in possesso anche di un secondo dono naturale che la rende unica tra i suoi simili, la capacità di collegarsi empaticamente con ogni essere vivente, animale o vegetale, presente sul pianeta, da lei utilizzato per cercare di comprendere le origini di ogni nuova forma di vita che la terra ha generato. Quando i due più potenti imperi esistenti nel mutato scenario geopolitico decidono di scendere in guerra perseguendo un fine misterioso, anche un piccolo regno come la Valle del vento è costretto a schierarsi con una delle due fazioni in rispetto di vecchie alleanze, obbligando spiriti pacifici come Nausicaa a riconoscere l'insensata violenza della guerra e l'assurda coazione a ripetere l'errore che potrebbe spingere gli stessi esseri umani verso una nuova apocalisse ambientale.

720550-345Al di là dell'ambientazione post-apocalittica della storia e gli elementi di scifi che ne sono le fondamenta, il manga di Miyazaki è entrato nel cuore di lettori e critici - in patria la saga è stata oggetto di vere e proprie letture esegetiche per sviscerarne i significati più filosofici - per la centralità del tema ecologico, ben rappresentato dalla vera e propria personalità ambientalista della sua determinata protagonista.

Nausicaa è un inno al pacifismo e al rispetto per ogni forma di vita che popola il nostro ecosistema, all'interno del quale l'essere più microscopico e la pianta più imponente occupano un ruolo ugualmente decisivo per l'equilibrio complessivo; è un racconto che sa ondeggiare tra scene liriche e commoventi e duri atti d'accusa allo scientismo che calpesta diritti e morale per inseguire un progresso senza limiti; è infine uno dei primi manga, anno 1982, ad aver goduto di un successo planetario, esattamente perché i temi cari a Miyazaki, l'ecologismo e l'antimilitarismo su tutti, sono davvero universali nello spazio e nel tempo, ed ancora oggi sono questi messaggi, insieme con le eleganti illustrazioni del fondatore dello Studio Ghibli che nella nuova edizione dovrebbero risplendere al massimo della loro bellezza, che la rendono un'opera moderna ed assolutamente attuale.

Letto 1981 volte

Articoli correlati (da tag)