Martedì, 16 Giugno 2015 08:46

Pixel Bitch + o_iElectricista [LPM 2015 Interview]

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

Pixel Bitch, 40 anni, & o_iElectricista, 39 anni, Portogallo

Questi due ragazzi portoghesi sono a LPM per presentare una performance di videomapping che unisce animazione visiva e impressioni sonore. Il primo, Vj, è un professionista nel mixare tra loro differenti tecniche di visual art. Il secondo, Dj, cerca di trasformare input diverti in suoni corrosivi, caotici, ironici e talvolta melodici. Per entrambi, improvisation is the key.

Sei soddisfatto del riconoscimento che il pubblico riserva alla visual art, oppure merita più popolarità?

(Pixel Bitch) «Non credo che “popolare” sia il termine esatto. Penso che la visual art debba essere più presente negli show e che le vada riconosciuta l’importanza che ha. Dopotutto sono anche i visual, oltre che la musica, ad emozionare il pubblico e a mandare avanti una serata. Penso debba essere mostrato ancora molto per far capire alla gente di cosa si tratta, e anche per permettere al pubblico di riconoscere le differenze all’interno della stessa visual art, che sono tante.»

(o_iElectricista) «L’importanza della visual art è nella differenza tra smuovere i tuoi sensi con la sola musica ed emozionare con qualcosa di più. Inserire immagini in un club, in un concerto, in una performance dà qualcosa di più all’esperienza del pubblico, una sensazione “extra” di ciò che sta accadendo, che corrisponde all’emozione provata dall’artista mentre performa, e che va oltre i sounds, i mood e i visual stessi.»

Qual è la parte del vostro lavoro che vi piace di più?

(Pixel Bitch) «Cogliere l’attimo. Per esempio, stasera faremo una performance di mapping chiamata 3D Go Home e, non dovrei dirlo ma… Non l’abbiamo mai provata prima d’ora! Quindi ciò che mi esalta di più, ciò che davvero mi soddisfa, è improvvisare e immaginare ogni secondo quello che dovrà accadere, far fronte a questa scelta e provare a trasmettere tale sensazione al pubblico che guarda e ascolta. È il rapporto tra quello che sto facendo in questo esatto momento e l’aspettativa di ciò che dovrò fare dopo: a volte va male, ma devi assumerti il rischio e andare avanti.»

(o_iElectricista) «Anche nel mio caso, ciò che amo nel produrre sound è il non avere un pre-set. Conosco i miei strumenti, ma non ho alcuna idea di come andrò ad utilizzarli e di cosa ne uscirà fuori. È un gioco. Il fatto è: prendi dimestichezza con il mezzo, ma gioca e divertiti, e dimostra alla gente che ti stai divertendo. E forse quella sensazione la trasmetti anche al pubblico.»

https://pixelbitchvj.wordpress.com/

www.facebook.com/o.iElectricista 

 

Letto 1052 volte

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di più visita la nostra sezione privacy policy.

  
EU Cookie Directive Module Information