Visualizza articoli per tag: Rubriche

Lunedì, 22 Dicembre 2008 10:24

Regali emozionali o regali sexy?

[DIMODA&DEMODE']

ileniapolsinelliUltimi giorni per acquistare,ultimo sprint natalizio mie sempre care Fashion Victims. Come sempre la parola d’ordine è distinguersi in modo intelligente e soprattutto senza strafare.
Siete alla ricerca di qualcosa di trendy mooolto trendy?Avete esaurito tutte le idee regalo? Siete stufe di girovagare nel caos metropolitano? Tranquille, se la vostra migliore amica è ancora smunita di regalo scegliete il punto vendita di intimo più vicino a voi e il problema è risolto.

Pubblicato in Rubriche
Sabato, 13 Dicembre 2008 14:30

Di adattamento in adattamento!

[STREAP-TEASE: FUMETTI MESSI A NUDO]

diegociorraGirovagando per gli stand della fiera romana della piccola e media editoria, sono stato attirato da un esile libricino a fumetti: il motivo dell'interesse era dato dall'enorme scarafaggio nero disegnato sulla copertina sotto il titolo, in rosso, La metamorfosi. Essendo un ammiratore dello scrittore di Praga non ho potuto sottrarmi all'acquisto per mettere alla prova l'adattamento a fumetti della triste trasformazione del mite commesso Gregor Samsa con le pagine originali del racconto di Kafka.

Pubblicato in Rubriche
Sabato, 13 Dicembre 2008 14:19

Festival Teranova

[GRAFFI(A)TI AD ARTE]

shibaDal 26 al 28 novembre 2008 nei luoghi francesi di Roma, il Festival Teranova ha ospitato anche gli artisti del MArteLive, Germano Serafini e Damiano Tullio: il primo ospite d’onore all’ultima serata del MArteLive 2008, il secondo partecipante all’edizione 2007nella sezione pittura.
Il Festival Teranova è nato in Francia nel 2003 da un’idea italiana di Mario Salis, cantautore italiano, e approda in Italia per combinare le arti, premiare i nuovi talenti e ringraziare il genio dei grandi del nostro tempo.

Pubblicato in Rubriche
Sabato, 13 Dicembre 2008 14:09

Tenerife: la Biblioteca all'ombra del vulcano

[TRIP: NOTE DI VIAGGIO]

viaggiCi sono varie buone ragioni per andare a visitare Tenerife, isola vacanziera dell’arcipelago canario. A dispetto della miriade di alberghi, abitazioni e centri commerciali sfornati in questi ultimi anni, che hanno invaso ogni centimetro o quasi della costa e snaturato l’architettura locale, Tenerife gode ancora di scenari naturali selvaggi, come le pendici e la cima del vulcano Teide, o le scogliere a picco sul mare di Los Gigantes.

Pubblicato in Rubriche
Sabato, 13 Dicembre 2008 13:34

S-composizioni musicalmente senza rimedio

[IL_7 SU...]

il7Michele Simone ne spiattella, di storie, perchè la musica lo possiede e vive sotto la spada di Damocle della Tecnocasa (vedere il suo myspace per credere, www.myspace.com/miche-lesimone), ma il suo pop-rock fa propendere per il malore sentimentale ed il ricovero al baretto sotto casa. “Rivestiti” è uno spiegazzato lenzuolo che ricopre una nudità provocata dalla progres-siva sparizione dell’amore di dosso. Uno può anche farcela ma deve rivestirsi; tristezze sgranate che si fanno poesia per poi dissiparsi dopo “un giorno, una sera ed una mattina sola”, ma in compenso non sbiadiscono al primo ascolto.

Pubblicato in Rubriche
Sabato, 13 Dicembre 2008 13:18

Il presepe alternativo

[DIMODA&DEMODE']

ileniapolsinelliGiorni di pieno fermento, giorni di shopping impazzito, soprattutto per voi mie Fashion Victims!
Dall’8 Dicembre come ogni tradizione che si rispetti, le case degli italiani si addobbano a festa: il classico albero di Natale e il presepe non possono certo mancare, diventano un vero e proprio arredamento da studiare e curare nei minimi dettagli.
Ma un pizzico di originalità diciamo così “alternativa” non guasta mai, quindi perché quest’anno non decidete di personalizzare il vostro presepe? In che modo? Semplice ed economico, la moda trendy consiglia il “Presepe laico”.

Pubblicato in Rubriche
Giovedì, 04 Dicembre 2008 14:53

Diario tragicomico di una crisi

[L'ILLETTERATA]

evakentLa disquisizione/presentazione al MEI appena trascorso dei LibriMusica è stata una cosa che mi ha incuriosita molto e mi ha costretta a pensare seriamente quanto l’incredibile mondo della letteratura abbia sempre infinite possibilità di evoluzione. Poi torno in città e mi imbatto nella presentazione di un progetto davvero singolare, promosso da Aprile Editore e il cui autore non è altri che un membro stimatissimo dei RazMataz, gruppo indie folk rock italiano.

Pubblicato in Rubriche
Giovedì, 04 Dicembre 2008 14:38

Personalita' rock!

[STREAP- TEASE: FUMETTI MESSI A NUDO]

diegociorraNella settimana dedicata al M.E.I. e alle etichette indipendenti, non si poteva non dedicare qualche riga ad un paio di esempi di fumetti molto rock, per dirla in celentanese. In altre occasioni si era trattato di suggerire un accompagnamento ideale per la lettura di un albo, questa volta invece si parla proprio di storie che hanno come tema centrale artisti musicali.

Pubblicato in Rubriche
Giovedì, 04 Dicembre 2008 14:28

MEI: e il colore?

[GRAFFI(A)TI AD ARTE]

shibaL’arte visiva è uno strumento di espressione per la musica e viceversa. Le arti si mescolano, coinvolgono in un’idea e trovano i diversi linguaggi per esprimerla. Per questo motivo mi aspettavo di trovare al MEI, Meeting delle Etichette Indipendenti e delle Autoproduzioni, qualche pennellata in più.
Pensate che io sia antiquata? Ma no! Ho ascoltato, a Faenza, nella dodicesima edizione del MEI, musica e parole sulla musica, idee e progetti giovani. Ragazzi con voglia di fare che si rimboccano le maniche per investire tempo e passione. Ho visto look un po’ retrò, signori con il mantello e agilità nelle gambe, impegnati in danze legate alla tradizione osservati da capelloni colorati e con spille conficcate in ogni parte del corpo.

Pubblicato in Rubriche
[IL_7 SU...]

il7Paolo Fattorini in un'ampia offerta di cantautori e canali satellitari in cui non tarderà a comparire, dopo aver fatto il pieno sulle radio, dice: "Voglio scegliere", e sta scegliendo se stesso pensando con affetto al suo pubblico.
Accompagnata da tenui svisate di chitarra in sottofondo, "Fragile", al di là del richiamo non voluto al notorio album degli Yes e al brano di Sting, ci offre un avanzamento piacevole attraverso riflessioni che vorrebbero essere utili, non le solite speculazioni sui tempi morti. "Stringiti a me se pensi che dissesti e disastri crescono in te, colpa non hai se credi che ti senti più fragile": un valido appoggio contro i terremoti può dare a qualche ingenuona l'impressione di poter franare in compagnia.

Pubblicato in Rubriche
Pagina 8 di 18