Lunedì, 03 Dicembre 2018 13:37

MAX vs MAX In evidenza

Scritto da OR
Vota questo articolo
(1 Vota)
06 NaziSexyMouse - Max Papeschi 06 NaziSexyMouse - Max Papeschi Max Papeschi

MAX vs MAX è la mostra che mette a confronto due personaggi estremi: Max Papeschi e Max Fontana. Il primo celebre artista, reale, ma dalla biografia tanto folle da sembrare inventata, il secondo inventato, ma dalla storia al limite del plausibile, protagonista del romanzo “Il più grande artista del mondo dopo Adolf Hitler” dello scrittore Massimiliano Parente.
Lo scontro/incontro tra i due Max è fatto di opere (quadri, installazioni, video) tanto geniali quanto sconvolgenti, in cui quello che è reale può apparire finto e ciò che è vero può sembrare irreale. A condurre lo spettatore attraverso le trame di questa pièce artistica ci sarà l'esperto curatore di arte contemporanea Gianluca Marziani. 

La mostra “MAX vs MAX” sarà alla galleria Contemporary Cluster di Roma dal 6 dicembre 2018 con una serie di eventi per 4 giorni, per poi spostarsi al MACRO a gennaio e nel resto d’Italia per tutto il 2019.

Per l’occasione verrà presentato anche il libro MAX vs MAX edito da Giunti editore, a metà tra catalogo d’arte e pamphlet che racchiude le opere e il racconto di questo progetto.

Chi è l’artista che ha scandalizzato il mondo appendendo una donna nuda con la maschera di topolino e come sfondo una svastica gigante nel centro di Poznan in Polonia?
E quell’altro che ha inventato opere assurde come la Macchina per sputare sulla Cappella Sistina? E può un artista finto sembrare reale e un artista reale sembrare finto?

Max Papeschi, artista provocatorio noto nel mondo, sfida un altro noto artista altrettanto provocatorio, Max Fontana, ma c’è un particolare: Max Fontana non esiste, o meglio non esisteva prima di questa mostra. È un artista inventato, protagonista di un romanzo oggi diventato di culto per molti lettori: Il più grande artista del mondo dopo Adolf Hitler (Mondadori), opera di uno dei più importanti scrittori italiani, Massimiliano Parente

Pop contro Dada, realtà contro finzione, verità contro paura. Chi vincerà? L’artista vero che sembra finto o l’artista inventato che appare reale? Solo il lettore più coraggioso potrà scoprirlo.

Una sfida giocata attraverso una selezione di irriverenti e sarcastiche opere d’arte, inframezzate da citazioni a sorpresa, commenti perentori e dialoghi al limite del surreale. Una messinscena architettata in un mondo immaginario, in cui i nostri tabù sono spinti alle corde insieme alle nostre più recondite inquietudini.

IL LIBRO

A novembre del 2018 Giunti editore pubblicherà in simultanea due libri: la nuova edizione tascabile
de Il più grande artista del mondo dopo Adolf Hitler di Parente con la nuova copertina realizzata da
Papeschi, e il catalogo-libro della mostra, intitolato Max vs Max, che conterrà non solo le immagini
delle opere dei due artisti con il testo critico di Gianluca Marziani, ma un esilarante scambio di
insulti tra Parente e Papeschi, per decidere chi dei due sia il più geniale, con molte riflessioni sul
concetto di arte, di vero e di falso. Fino a che non decideranno di chiudere la questione sfidandosi,
in una mostra mai concepita prima che varcherà ogni confine dell’immaginazione.

Un po' catalogo d’arte, un po' pamphlet, sicuramente un libro senza precedenti che racconta la storia di
un incontro/scontro tra due artisti a dir poco elettrizzanti. Da una parte Max Papeschi, famigerato quanto
tangibile, come la sua opera più famosa, la donna nuda con testa di Topolino su sfondo di una svastica
gigante che ha scandalizzato il mondo. Dall’altra l’inafferrabile Max Fontana che di fatto non esiste, se
non nel romanzo, ormai di culto, “Il più grande artista del mondo dopo Adolf Hitler”, nato dalla penna e
dalla mente di Massimiliano Parente.

 

Max Papeschi approda nel mondo dell’arte contemporanea alla fine del 2008, dopo un’esperienza da autore e regista in ambito teatrale, televisivo e cinematografico. Il clamore mediatico sollevato da una sua opera gigante affissa sulla facciata di un palazzo nel centro di Poznan in Polonia lo proietta sulla scena internazionale, rendendolo in pochissimo tempo uno degli artisti italiani più conosciuti all’estero. In soli 9 anni di attività ha realizzato più di 60 mostre personali e partecipato a un centinaio di mostre collettive in giro per tutto il mondo. Nel 2014 è uscita in Italia la sua autobiografia “Vendere Svastiche e Vivere Felici” edita da Sperling & Kupfer (Gruppo Mondadori). Da aprile 2016 sta portando in giro per il mondo il progetto culturale-umanitario Welcome to North Korea, un vero e proprio precedente artistico realizzato in collaborazione con Amnesty International, che unisce arte digitale, performance e installazioni in un’operazione multimediale che attraverso una fittizia e parodistica propaganda di regime svela gli orrori perpetuati dal dittatore Kim Jong Un. 

Massimiliano  Parente  è nato a Grosseto nel  1970 e vive a Roma.  Ha pubblicato i romanzi: Incantata o no che fosse (ES 1998), Mamma (Castelvecchi 2000), Canto della caduta (ES 2003). In seguito ha iniziato la scrittura di una monumentale trilogia, diventata per molti lettori un libro di culto,  formata  dai  romanzi  La  macinatrice  (Pequod  2005),  Contronatura  (Bompiani 2008),
L’inumano (Mondadori 2012), e raccolta in un volume unico di mille e settecento pagine nel 2017 con il titolo Trilogia  dell’inumano  (La nave di Teseo 2017). Ha scritto i romanzi Il più grande
artista del mondo dopo Adolf Hitler (Mondadori 2014), L’amore ai tempi di Batman (Mondadori 2016), il saggio sulla Recherche di Marcel Proust L’evidenza della cosa terribile (Cooper 2010), ipamphlet La casta dei radical chic (Newton Compton 2010) e, insieme a Vittorio Feltri, Il vero cafone (Mondadori 2017). A aprile del 2018 ha pubblicato con Bompiani il provocatorio saggio Scemocrazia – come difenderci dal pensiero comune. Collabora in esclusiva con “Il Giornale”. Non è un giornalista.
 
CONTEMPORARY CLUSTER 
Palazzo Cavallerini Lazzaroni
Via dei Barbieri 7 ROMA
 
www.contemporarycluster.com
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
06 6830 8388

Letto 185 volte

MArteMagazine © 2007 | Associazione Culturale Procult . Tutti i diritti riservati


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di più visita la nostra sezione privacy policy.

  
EU Cookie Directive Module Information