Sabato, 14 Luglio 2012 22:26

Design, Trash ‘n Jewels

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
[ARTI VISIVE]
169392 349181398486438 1010858350 oNAPOLI- Ospitata nel giardino dell'Ostello la Controra di Napoli,  la mostra Design Trash ‘n Jewels il 21 giugno e il prossimo 19 luglio, dalle ore 19.00, in piazzetta Trinità alla Cesarea 231 (via Salvator Rosa), è  una esposizione collettiva e nel contempo un nuovo progetto di network di creativi campani ‘green’ e di design indipendente.

Alla suggestiva serata, accompagnata dal buffet di prodotti biologici preparato da Anna e Oscar de “La Ragnatela” e servizio bar della Controra con la selezione musicale a cura del Dj Peter Everett, i venti creativi partecipanti hanno esposto complementi di arredo, bijoux, oggettistica e abbigliamento.
Tra i tanti oggetti insoliti in esposizione, le lampade-tanica “Light Tank”, quelle in carta di Gigi d’Eustachio e quelle coloratissime e dotate di un particolare sistema di assemblaggio brevettato da Sergio Catalano; l’originale sedia per bambini in carta da colorare con pennarelli, prodotta da Trim Studio, gli oggetti di arredo di Esprimo Design e i cachepot concettuali “Mine di natura” disegnati da Roberto Monte, il vassoio “Free Hand” di Laru, le creazioni ispirate al mondo dei bambini di Emmegi e la nuova collezione di gioielli realizzate con i bottoni e in gomma  di Franzisk. Gli artisti, dunque rielaborano, riusano e rivisitano con il loro personale stile oggetti di uso quotidiano così che materiali e forme prendono nuova vita.

La collettiva si riunisce dal  2007 e ha come scopo quello di creare un vero e proprio network tra gli artisti, 338727 350004845070760 1022797220 osecondo quanto già accade in altre regioni dove molti di degli artisti partecipano a saloni fiere ed eventi. "Da qui il nostro impegno per creare una rete che ci dia spazi e visibilità anche nel nostro territorio sostengono le organizzatrici, Franzisk e Laru.
Ricalcando l'idea dei mercatini berlinesi ed europei in genere, questa esperienza è stata, quindi, il primo Flea Market napoletano dove si barattavano oggetti vecchi di casa, abbigliamento, libri, dischi e altro ancora.
In più, partecipavano anche giovani artigiani napoletani vendendo le proprie creazioni. Da mercatino 'svuota soffitte'  il Design, Trash 'n Jewels si è trasformato in un appuntamento per gli artisti  che hanno trovato così un'occasione per esporre le proprie opere, conoscersi e farsi conoscere dal pubblico, una rete tra artisti e designer di tutta la Campania che puntano alla creazione di un vero e proprio network che consenta di trovare spazi e occasioni di visibilità, come accade già in altre regioni.

Maria Colucci

Letto 2700 volte
Altro in questa categoria: « Olinsky Bear It All »