Lunedì, 23 Aprile 2012 10:46

Makkox, ZeroCalcare- La Profezia dell'Armadillo

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
zc-copPedagogia, così si intitola la storia che, per la prima volta, mi ha fatto conoscere i fumetti di ZeroCalcare, e che, inutile dirlo, mi ha fatto morire dal ridere. Poi, come capita a chi viene contagiato da un virus mi sono letta tutte le storielle del suo blog http://www.zerocalcare.it/, quelle pubblicate su facebook e mi sono comprata il libro La Profezia dell'Armadillo, prodotto da Makkox e che, per la cronaca, nel giro di pochissimo tempo è arrivato alla quarta ristampa.



Per chi non lo sapesse La Profezia dell'Armadillo consiste in “qualsiasi previsione ottimistica fondata su elementi soggettivi e irrazionali spacciati per logici e oggettivi, destinata ad alimentare delusione, frustrazione e rimpianti, nei secoli dei secoli-amen(Cit.). È proprio intorno a questa profezia (verissima) che gira il libro, nel quale lo spettatore conosce e si identifica con il personaggio ZeroCalcare, con il suo inseparabile Armadillo, compagno di viaggio e di paranoie, e con la sua vita da quasi trentenne, raccontata con una tale semplicità ed ironia da riuscire a conquistare tutti.
È così che il lettore si trova immerso in pezzi di vita quotidiana che lo fanno sentire vicino all'autore, come se fosse un amico di lunga data che racconta “qualcosa che è successo anche a te”, ed è per questo che mentre si legge voracemente il libro (io ci ho messo 2 ore) ci si scopre a ridere e a dire tra se e se “ma dai pure a me...”. Come quando racconta delle bugie dette al colloquio, o delle liti con l'anziano del piano di sotto o del mammut seppellito a rebibbia (che esiste e ne parla pure Wikipedia), tutte queste storielle parlano di lui e parlano di noi, con la semplicità e l'umiltà che contraddistingue la sua ironia. La Profezia dell'Armadillo però non è solo risate e vita quotidiana, fa riflettere e commuovere tra i sorrisi; parla di insicurezze, di rimpianti, di amicizia e della sofferenza che può darne la perdita.
È difficile scrivere una recensione su La Profezia dell'Armadillo senza farsi prendere dalla voglia di raccontarlo, chi conosce le storie di ZeroCalcare sa di cosa sto parlando, a chi invece non le conosce consiglio di comprare il libro e di lasciarsi conquistare dalle citazioni anni Novanta, dai dialoghi assurdi con le sue molte “voci della coscienza”, dai deliri mentali (sia di Calcare che dell'Armadillo), ma soprattutto dalla genialità dell'autore.
Attenzione dà dipendenza.

Makkox, Zero Calcare- La profezia dell’armadillo, Makkox, pag. 144, € 12

Alessia Tondi

Letto 3396 volte