Martedì, 01 Giugno 2010 10:33

Romaeuropa Webfactory

Scritto da Paola Zuccalà
Vota questo articolo
(0 Voti)
[MUSICA]

1ROMA- 24 maggio 2010, via dei Mercati Generali, presso l'innovativa sede della Fondazione Romaeuropa, si è svolta la premiazione della seconda edizione di un concorso giovane per i giovani: Romaeuropa Web Factory, concorso nato dalla collaborazione tra Telecom Italia e Fondazione Romaeuropa per ricercare nel mondo virtuale, artisti affermati ed emergenti, critici e semplici spettatori ed unirli in una grande “officina creativa”.

I linguaggi in concorso sono quelli più moderni e innovativi: videoarte, spot, 100words e Music@. Dopo l'introduzione di Monique Veatue, Vicepresidente della Fondazione Romaeuropa, la parola passa subito a Franco Bernabè, Amministratore delegato di Telecom Italia, che, durante il suo intervento, sottolinea la situazione dei giovani italiani costretti ad emigrare all'estero per trovare quegli spazi di cui hanno bisogno, che non riescono a trovare, anche a causa della nostra società dove la raccomandazione è alla base di ogni percorso lavorativo che si intende intraprendere.
Bernabei sottolinea come questo concorso nasce proprio per rompere questi schemi, ciò che viene premiata è la creatività e la voglia di comunicare attraverso varie forme espressive, anticipando le nuove sezioni che verranno aggiunte nella prossima edizione del concorso: comunicazione breve ji(Twitter), applicativi web e fotografia.
Attraverso le parole di Fabrizio Grifani, Direttore di Fondazione Romaeuropa, viene reso pubblico il numero dei partecipanti alla competizione, circa 1000, e il dato riguardante l'aumento esponenziale degli iscritti alla comunità, oltre 12000, e quindi del voto del pubblico, fondamentale per la selezione dei vincitori.

Il primo premio assegnato è stato quello della Music@. Le vincitrici, Lisia Masia e Marina Cristofalo vengono premiate al cospetto di Christian Fennesz, e-guide della sezione, “colpito immediatamente dal loro remix. Penso che abbiamo colto in modo molto bello l'atmosfera e lo spirito della composizione originale e lo abbiano trasferita in qualcosa di interamente nuovo.hanno saputo assumersi dei rischi elaborando una canzone partendo da un pezzo strumentale:è allo stesso tempo unico e bello”.
E' il turno, poi, della sezione 100Words che premia Claudia Casamamma. La parola ad un rappresentante della Scuola Holden che descrive il lavoro come “un contrasto di generi sia nello stile che nel contenuto, che porta un mondo straordinario nel linguaggio di tutti i giorni del lettore”.
Per la sezione Videoart la parola passa a Giuseppe Laspada che introduce il vincitore Silvio Giordano, premiato per “l'importanza data al punto di vista semplice che a volte ignoriamo o non cerchiamo”. Giordano attraverso le sue immagini divertenti e immediate in realtà cela argomenti “catastrofici”: morte, malattia, disastri ambientali.
L'ultimo a salire sul gradino più alto del podio è Giuseppe Laselva per la sezione Spot, guidata da Bruno Pellegrini, Amministratore delegato di The Blog Tv, che ha visto nel lavoro di Laselva “immagini vittoriane per un video onirico, dal sapore steampunk,che intrecciano l'ironia del rpesente con le suggestioni del passato. Un perfetta interpretazione di molte delle caratteristiche del Web”.

hhE' il momento delle foto, del saluto e del confronto tra organizzatori, vincitori, numerosi ospiti (Umberto Croppi, Luca Barbareschi, Pio Baldi, Andrea Mondello, Giovanni Pieraccini, Gianluigi De Stefano e Riccardo Luna) e pubblico.
Il Romaeuropa Web Factory si conferma uno dei concorsi per giovani artisti più interessanti e degni di essere seguiti. La qualità dei vincitori è indice del duro lavoro di organizzazione e selezione del festival.
Le note armoniose e psichedeliche delle Lilies on Mars, le ironiche e irriverenti parole di Claudia Casamassa, le ipnotiche e sbalorditive scene di Silvio Giordano e la geniale,colorata, divertente e provocatoria sequenza di immagini dello spot di Giuseppe Laselva rappresentano pienamente il concorso che premia il talento, la creatività e l'innovazione.
Aspettando la prossima edizione, all'interno del Romaeuropa Festival, i premiati del concorso, il 17 ottobre, saliranno sul palco del Teatro Palladium per presentare i loro lavori. “Che l'arte sia con voi”.

Paola Zuccalà

Letto 2113 volte Ultima modifica il Martedì, 01 Giugno 2010 10:38