Sabato, 13 Dicembre 2008 13:18

Il presepe alternativo

Scritto da Ilenia Polsinelli
Vota questo articolo
(0 Voti)
[DIMODA&DEMODE']

ileniapolsinelliGiorni di pieno fermento, giorni di shopping impazzito, soprattutto per voi mie Fashion Victims!
Dall’8 Dicembre come ogni tradizione che si rispetti, le case degli italiani si addobbano a festa: il classico albero di Natale e il presepe non possono certo mancare, diventano un vero e proprio arredamento da studiare e curare nei minimi dettagli.
Ma un pizzico di originalità diciamo così “alternativa” non guasta mai, quindi perché quest’anno non decidete di personalizzare il vostro presepe? In che modo? Semplice ed economico, la moda trendy consiglia il “Presepe laico”.

Dedicato a tutte le Fashion Victims che vogliono stupire gli amici nelle serate goliardiche del periodo natalizio, sempre che non decidiate di scappare dalla city e regalarvi un’abbronzatura glamour in montagna o magari coccolate dal sole caraibico...se tutto ciò ahimè, non rientra nei vostri programmi, allora divertitevi a creare con un po’ di fantasia ovviamente, un altarino degli “Affetti e delle Stupiderie”.
Munitevi di ritagli di giornali, preferibilmente di moda, foto degli amici, ninnoli, oggetti cult, spillette, insomma vari gadget. Un’idea assolutamente semplice da fare, economica da sostenere, diciamo pure low-cost, per un Natale decisamente più globale e meno banale.
Niente pastorelli, niente bue e asinello, niente Re Magi, ma solo una rassegna di oggetti che hanno avuto un significato particolare per voi in questo anno. Ecco che ogni presepe racconta o rappresenta un po’ della nostra vita, dei nostri gusti, del nostro modo di essere. Tutto ciò a costo zero, a discapito della recessione, delle bollette da pagare e del mutuo che ci ammorba.
Certo, non ce ne vogliano i cosiddetti credenti, ma questo tipo di presepe non vuole certo essere anticlericale, bensì un modo alternativo e simpatico di personalizzare un simbolo tradizionale della nostra cultura. Tutto questo accompagnato da un forte spirito ironico, ovviamente!
Come fare allora? Potrete dare libero sfogo al vostro estro, partendo da una scatola di cartone medio-grande, che dovrà fungere come base o location del vostro personal-presepe, vi consiglierei di rappresentare lo skyline di una metropoli così da riempirla di foto, tante foto di amici, di viaggi, di luoghi che vi hanno fatto sognare anche per un solo attimo. Poi aggiungerei dei sassi, sassi raccolti in spiaggia, oggetti o simboli che rappresentano la vostra quotidianità, insomma una serie infinita di simpatiche cianfrusaglie e chi più ne ha, più ne metta!
Un’accozzata “studiata ad hoc” che sicuramente ravviverà un angolo della vostra casa o la scrivania del vostro grigio ufficio e perché no, anche un modo originale per lasciarvi conoscere un po’ meglio, no?

Letto 2195 volte