Venerdì, 29 Gennaio 2016 10:35

On line il bando DOIT Festival - Drammaturgie oltre il teatro

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
foto Valter Mirabile foto Valter Mirabile

Al via con la seconda edizione del DOIT Festival – Drammaturgie Oltre Il Teatro ideato e curato da Angela Telesca e Cecilia Bernabei e presentato dall’Associazione Culturale Chi Più Ne Art.

Sono online fino al 7 febbraio 2016 sul sito www.doitfestival.eu il bando e il form di partecipazione al festival che, quest’anno, sarà ospitato dal Teatro Planet di Roma dall' 8 al 20 marzo e dal 29 marzo al 10 aprile 2016.

Più di un classico festival di teatro contemporaneo, DOIT è un progetto di promozione culturale, di elevato valore letterario e d’impegno civile che manifesta la sua unicità nell’attenzione alla simbiosi tra scrittura per il teatro e messinscena, grazie alla collaborazione con il concorso di drammaturgia contemporanea L’Artigogolo (www.artigogolo.eu), curato da Cecilia Bernabei, presidente dell’Ass. Cult. ChiPiùNeArt.

Il binomio tra i due concorsi ha riscosso molto successo con l'apprezzata pubblicazione del volume che raccoglie i testi vincitori e i segnalati di entrambi i concorsi, dal titolo omonimo L'Artigogolo, edito Chi Più Ne Art Edizioni Srls.

L’idea del festival nasce dal desiderio di promuovere la creatività delle nuove generazioni e delle realtà teatrali “periferiche” che non trovano spazio nei luoghi tradizionali, individuare proposte sceniche innovative che si nutrano del dialogo tra i saperi artistici e la quotidianità e valorizzare nuovi spazi culturali. Da qui, la scelta del Teatro Planet, da alcuni anni attivo nel panorama teatrale romano, grazie al desiderio di Gabriele Pianese e dell’attrice Caterina Costantini.

Il DOIT Festival si propone anche di alimentare una rete di relazioni che superino il contesto locale, favorendo l’incontro con la critica, gli operatori culturali e il pubblico. Ad arricchire il Festival, la presenza di eventi speciali: conversazioni con gli artisti curate da giornalisti ed esperti, spettacoli fuori concorso, e la partecipazione straordinaria della Compagnia Instabile Assai costituita da detenuti e operatori della Casa di Reclusione di Rebibbia.

Ad affiancare il premio della giuria di critici, operatori culturali e pubblico adulto, quest’anno, è stato istituito il Premio Giuria dei Giovani, per favorire anche la formazione e la partecipazione attiva del pubblico under 26, con il coinvolgimento degli istituti scolastici romani e delle Università che vorranno partecipare.

Si ringraziano il Teatro Planet, Marta Scandorza e Giorgia Buttarazzi per aver condiviso il progetto.

Letto 2238 volte