Visualizza articoli per tag: Marco Settembre Il_7

fabio.ventrone-pittura-IMG_5175Madame Decadent, aka Katia Stefani, col suo look stimolante che già è un guizzo nella serata di accesa concentrazione, propone immagini vissute, consunte ed estranianti di soggetti, preferibilmente donne, che emergono da un sofferto esistenzialismo simbolista, a partire da una silhouette di donna nuda col cuore sanguinante su fondo argenteo abbozzato, immaginetta con lo spirito di Odilon Redon ma trattata minimalisticamente.

Pubblicato in Sezioni Artistiche
Lunedì, 02 Maggio 2011 06:16

Il Maalox, la devozione naufragata, il sorcio

[IL_7 SU…]

il7I Malo si propongono di scalzare il secondo polo, il Male, dalla mappa politica italiana, dato che il loro slogan è “il bene e il Malo”, ma il rischio è che il Pierferdy nazionale non si lasci portare via il lavoro di terzo incomodo incline allo stallo eterno.

Pubblicato in Rubriche
[IL_7 SU…]

il7I Mad Crayon, anche se non si saranno dati questo nome in omaggio a qualche personaggio del man-ga/anime Crayon Shin-chan finito al manicomio, pure con la loro musica sembrano tracciare con un pastello (= crayon) squagliato su una tavoletta grafica a forma di ostrica, i contorni di un mood non “normale”, e vivaddìo!

Pubblicato in Rubriche
[IL_7 SU…]

il7Nizni, a quanto pare non più vincolati a quel roadhouse a cui avevano legato il proprio nome dopo avervi tenuto miriadi di concerti, insaporendosi di bistecca e patate fritte, oltre che di pelli di camoscio, ci tengono a mettere subito le mani avanti: d’accordo che la geometria può essere questione d’opinioni, ma loro proven-gono idealmente dal delta del Mississippi, non dal triangolo delle Bermude.

Pubblicato in Rubriche
Mercoledì, 09 Febbraio 2011 11:14

Il Punto Omega e il mito della caverna

[TEATRO/ARTI VISIVE]

Aperitivo1-Testi_e_disegno_di_FralleoneROMA- Nella religione nazionale, e non ci riferiamo al dio Denaro, quel che conta è l’ortodossia rispetto ad un testo sacro, che tutti conoscono ed intorno al quale proliferano interpretazioni come cerchi concentrici. Nella parti-colare espressione dell’Arte che si è andata manifestando il 4 e 5 febbraio 2011 al Cine-Teatro di via Valsolda 177...

Pubblicato in Notizie
[IL_7 SU…]

il7Marzio Di Mario dal vivo si impossessa del palco scalzo e fa letteralmente come se fosse a casa sua, dando vita ad un rito cantautorale sbracato nel senso nobile del termine, perché sembra discendere da un’ attitudine performativa a metà tra Franco Califano mentre saccheggia il suo frigo alle 4 di notte, ed Allen Ginzberg quando legge “The Howl” al Festival dei Poeti sulla spiaggia di Castelporziano nel 1979.

Pubblicato in Rubriche
Martedì, 11 Gennaio 2011 20:30

“Il vuoto” e il pieno: Luca Morici

Maestro Luca Morici, il tuo spessore e la tua statura artistica ormai vanno oltre le tue dimensioni fisiche; a parte l'imminente mostra alla Galleria Whitecubealpigneto di Roma come premio per la vittoria al MArteLive 2010...

Pubblicato in Interviste 2007-2012
Martedì, 14 Dicembre 2010 23:02

Roma suona le Forme di donna

[MULTIARTISTICO]

Loghi ROMA- Dal momento che la (bio)diversità, comprendente anche i vari ceppi etnici umani, è molto di più di una buona causa da sostenere in una tavola rotonda, ma il patrimonio di variabilità genetico-culturale da salvaguardare come la più ricca e importante delle risorse, il 5 dicembre 2010 alle ora 21:00 all’Alpheus si è provveduto a dedicare a questo concetto di rispetto verso tutte le forme di vita e tutti i colori dell’umanità, e a quello che deve sostenerlo con relazione alla dimensione socio-culturale, l'inclusione, una serata di festa in cui i musicisti vincitori del concorso Roma suona dal mondo (rivolto a cittadini di ogni etnìa tra i 16 e i 35 anni) si sono esibiti davanti ad un pubblico consapevole ed entusiasta.

Pubblicato in Notizie
[IL_7 SU…]

il7 Probabilmente stanca che tutti la chiamino Vale quando lei sa benissimo che vale, e non solo perché uno spot qualsiasi dice “voi valete”, Valentina Certelli ha deciso di presentarsi come Tina, o come Tinà, giusto per destabilizzare i francofili a tutti i costi che si son comprati il CD di Carlà Brunì.

Pubblicato in Rubriche
Mercoledì, 24 Novembre 2010 00:24

Le palpatine, la colla, il cortile, i fenicotteri

[IL_7 SU...]

il7Se il Conte è impegnato a comporre musica, è nell'ordine sociale delle cose che faccia valere il privilegio di non dover pensare ad altro, e quindi spetta ai suoi maggiordomi servirlo di tutto punto con basso, chitarra, tastiere e batteria, salvo poi inciampare sulla pedaliera e versargli sulla vestaglia di seta dei suoni color vinaccia, presi dalla balera in cui la governante la sera va a spendere la sua doppia vita tra piadine roma-gnole e adescamenti con palpatine.

Pubblicato in Rubriche
Pagina 3 di 3