Venerdì, 15 Gennaio 2016 12:45

UBU ROI: LA SCIENZA DELLE SOLUZIONI IMMAGINARIE

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Ubu Roi © Simone Cecchetti, Roberto Latini Ubu Roi © Simone Cecchetti, Roberto Latini

Per questa nuova stagione teatrale, la sala Giancarlo Nanni del Teatro Vascello ospita, dal 4 al 7 febbraio 2016, la grandiosità teatrale di Alfred Jarry riproposta dal regista Roberto Latini: Ubu Roi.

Diventato ora classico del teatro mondiale come Edipo o Amleto, UBU ROI è stato, dal 1896, uno sviluppo da testo a teatralizzazione; una costante reinterpretazione del MacBeth di Shakespeare ; un gioco scolastico diventato spettacolo per marionette poi portato sulla scena come occasione di riflessione sulla natura dell’arte teatrale.

E dire che fu pure considerato « un errore » della letteratura teatrale, relegato a debita distanza al di fuori dei suoi confini !

Per fortuna, il teatro degli ultimi cent’anni ha dato ad Alfred Jerry ciò che si meritava, ricollocandolo al pari di Pirandello e Beckett e riconoscendo l’assolutezza che gli compete.

“Gli Ubu sono una partenza nuova in un momento in cui ci si affannava ad accompagnare il Teatro alla vita ”afferma Roberto Latini “Per me, da Alfred Jarry inizia il Teatro contemporaneo”.

Una grandiosa pièce che descrive il teatro contemporaneo concepito da Alfred Jarry, ovvero la scienza delle soluzioni immaginarie, e che incuriosisce gli spettatori alla scoperta della patafisica.

 

Letto 861 volte

MArteMagazine © 2007 | Associazione Culturale Procult . Tutti i diritti riservati


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di più visita la nostra sezione privacy policy.

  
EU Cookie Directive Module Information