Giovedì, 12 Marzo 2020 11:09

Guida a una quarantena cinematografica di qualità (parte 1) In evidenza

Scritto da Carlo D'Acquisto
Vota questo articolo
(2 Voti)
Cloud Atlas Cloud Atlas

L’emergenza legata al Coronavirus ci sta facendo riscoprire una condizione che non vivevamo dai tempi dell’adolescenza. Per i tanti che sono costretti a casa in quarantena e che non possono temporaneamente né lavorare, né uscire di casa per incontri sociali di qualsiasi tipo, il problema principale è come investire il proprio ritrovato tempo libero all’interno delle quattro mura domestiche. La soluzione più facile è quella di piazzarsi sul divano e divorare i servizi streaming di film e serie tv. Ma anche qui la scelta del film, in un bacino di offerta pressoché illimitato, rischia di far perdere più tempo della visione effettiva. Quante volte, infatti, ci è capitato di impiegare fatica ed energie mentali nella scelta di un prodotto che poi si rivela tristemente deludente?

Premettendo che il nostro principale consiglio è quello di variare il proprio tempo libero il più possibile, leggendo, praticando un hobby, rispolverando i vecchi giochi da tavola o semplicemente dedicandosi a quelle attività domestiche troppo spesso procrastinate come la verniciatura o il rassettamento di una stanza, proponiamo qui una guida di opere cinematografiche facilmente reperibili in streaming. Le piattaforme scelte sono le più economiche e diffuse, Netflix, Prime Video e Rai Play. Nel loro gigantesco parco titoli segnaleremo quei film magari non troppo conosciuti, ma che possono essere una garanzia a livello qualitativo. Un’opportunità di scoperta che faciliterà la vostra scelta quotidiana di buon cinema.

Qui di seguito i primi dieci film con un breve commento. Continuate a seguirci per gli aggiornamenti.

Auguriamo a tutti una buona permanenza a casa e, soprattutto, una buona visione!

NETFLIX (Originali)

Errementari - Il fabbro e il diavolo: particolarissimo film fantastico spagnolo dalle sottili venature horror. Una fiaba che vi colpirà per l’artigianalità e l’originalità della sua messa in scena.

Dov’è il mio corpo: film d’animazione francese candidato agli ultimi premi Oscar che racconta di una mano (sì proprio di una mano!) che muovendosi in pieno stile famiglia Addams fa di tutto per ricongiungersi al proprio corpo. Per quanto possa sembrare surreale si tratta di un film estremamente delicato, dotato di una carica metaforica senza precedenti.

dovè il mio corpo

NETFLIX

Cloud Atlas: epopea fantasy targata sorelle Wachowski, registe della trilogia di Matrix. Protagonista Tom Hanks, primo attore hollywodiano positivo al Coronavirus, a cui vanno i nostri pensieri. Un film pieno di simbolismi e capace di mescolare più generi in una narrazione antologica ricca di intrecci. Cloud Atlas vi lascerà arricchiti anche se un po’ confusi. Unico problema oggettivo: la durata di quasi tre ore. Ma in ogni caso il tempo libero non ci manca, giusto?

Lei: miglior sceneggiatura agli Oscar del 2014. Una storia d’amore distopica tra essere umano e intelligenza artificiale priva di corpo. Un film delicatissimo che ci regala l’ennesima interpretazione da urlo di Joaquin Phoenix, ben prima di vestire i panni del Joker.

Creep: film horror costato pochissimo ma pieno zeppo di ottime idee. Un mokumentary (il finto documentario) che ha finalmente ragion d’essere dopo anni di semplice manierismo.

PRIME VIDEO

Io, Daniel Blake: film che è valso la seconda Palma d’Oro al regista Ken Loach. Daniel Blake è un 59enne che, alla luce dei suoi problemi sanitari, ha bisogno dell’aiuto di uno Stato che, però, sembra ignorare le esigenze di una persona sola e incapace di stare al passo con l’evoluzione tecnologica. Una storia intima e straziante sulla povertà, sulla solitudine e sull’empatia umana.

Snowpiercer: se avete amato Parasite di Bong Joon-ho resterete forse spiazzati da questo suo primo film “hollywoodiano”. Una distopia fantascientifica ambientata interamente su un treno, metafora della nostra società, in cui i reietti abitano i sudici vagoni di coda e i ricchi quelli sfarzosi di testa. Azione, meraviglia e critica sociale in un unico, memorabile pacchetto.

Il profeta: capolavoro del cinema francese contemporaneo. Il viaggio di un giovane detenuto che, in carcere, cresce e impara a diventare un boss temuto e spietato. Un viaggio nella (mala)vita di un uomo, costretto dalle circostanze e dal talento a cambiare per sempre.

RAI PLAY

Miele: esordio alla regia di Valeria Golino, il film vede una convincentissima Jasmine Trinca nei panni di una ragazza che per mestiere aiuta le persone a praticare l’eutanasia. Acclamato dalla critica alla sua uscita nel 2013, risulta ancora drammaticamente attuale.

Cosmopolis: un viaggio in limousine di un miliardario in una Manhattan agitata da disordini sociali. Dal genio di David Cronemberg, un film spiazzante e claustrofobico da vedere solo se si è consapevoli della complessità simbolica del regista canadese.

Letto 1614 volte