Venerdì, 09 Marzo 2012 19:42

Vittorio Pagano: faccio pop, ma non banale

Scritto da
Vota questo articolo
(6 Voti)
[MUSICA]

IMG 3917ROMA- Lontano dal centro, lontano dal traffico. Il Giapasi, già pizzeria e ristorante nel quartiere Prati Fiscali, da un paio di mesi a questa parte ha unito alla sua attività gastronomica degli eventi musicali e teatrali degni di nota, diventando Club anche grazie all’apporto tecnico-artistico di Federico Melis.



Un luogo in cui si unisce la pizza alle note in totale rilassatezza, dove l’artista è posto al centro e l’attenzione verso di lui è al massimo. Così dopo l’appuntamento con il grande bluesman Roberto Ciotti, il 2 Marzo scorso abbiamo ritrovato un volto noto del mondo musicale pop romano. Vittorio Pagano si è presentato con il suo trio in versione acustica, che prevede Michele Bellanova alla chitarra e Federico Forlani alle percussioni, per condividere con il pubblico di affezionati il suo mondo musicale. Infatti Pagano dall’uscita del suo primo album autoprodotto, Faccio Pop, nel Marzo del 2010 si è saputo conquistare e fidelizzare un certo numero di ascoltatori. Senza pretese di nessun genere, la sua è sempre stata voglia di condividere emozioni personali e di creare un dialogo con chi lo IMG 3939ascolta fatto di parole e note. Un’attenzione al testo particolare e una voce sempre intonata e piacevole completano il quadro di questo artista, l’atmosfera intima della serata ha fatto il resto.
Ha aperto il concerto con il brano La mia novità, un bellissimo ritratto di se stesso e della sua rivoluzione interiore, per poi continuare con alcuni dei suoi brani più noti. Emme una canzone d’amore dolcissima, Musica e Suoni parole amare di un amore invece finito e poi Cappello a Cilindro, Il bar di Antonella, Ruggine e il pezzo che ha presentato alla nuova formula di reclutamento giovani del Festival di Sanremo, il Sanremo Social, intitolato Scegli Me. Oltre ad alcune cover quali Amore Disperato e La cometa di Halley, non è mancato naturalmente il brano che è un po’ il manifesto del suo fare musica e che da anche il titolo all’ album, Faccio Pop, con il quale Pagano rivendica la dignità di questo genere. Può essere visto come una dichiarazione d’amore nei confronti di questa musica, che viene definita dal suo stesso testo banale e commerciale, ma che passando attraverso la sua penna e la sua voce acquista una valenza quasi poetica e una dignità che viene calpestata spesso da chi cerca di sfondare in questo universo musicale. La musica di Pagano è pop e lui ne è consapevole e fiero, non ricerca suoni e arrangiamenti articolati, ma si esprime con la sua semplicità e la sua sincerità, rendendo la serata piacevole anche a chi, come la sottoscritta, il pop lo ha sempre mal digerito. Onore a lui e ai suoi validi accompagnatori.

Per saperne di più:
http://www.giapasi.it/eventi.html


Valeria Loprieno

Letto 4036 volte