Giovedì, 12 Maggio 2011 10:53

ARTIGIANATO & ECODESIGN_ L’arte dell’ecosostenibilità

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

10-5.paolazuccalILa seconda serata del MArteLive 2011, il 10 maggio all’Alpheus, ha visto come protagonisti della sezione artigianato ancora una volta dei giovani talenti.


FABER ART è il marchio di due giovani artisti Roberto Di Mario e Seda Scaramozzino che hanno realizzato nel corso della serata un girocollo di ottone e swarovski, luminoso e sinuoso, in grado di dare un tocco di eleganza a chi lo indossa.
I due realizzano gioielli, lavorati con grande creatività, e lo fanno ormai da due anni. Il marchio Faber Art è nato come negozio, vendeva creazioni di vari artigiani; negli anni si è sviluppato e trasformato tanto che oggi i due artisti Roberto e Seda lavorano realizzando gioielli, soprattutto d’argento o di ottone, e gestiscono una serie di corner shop. Davvero accattivante la linea di gioielli realizzata con dei bulloni. Interessante immaginare un connubio tra forza ferrosa e meccanica di questi preziosi e morbidi corpi femminili (che li indossano).

Si chiamano GLI STOLTI, dicono loro, perché lavorano con etica e mantengono prezzi bassi, 10-5.paolazuccalIIpuntano alla personalizzazione assoluta delle loro creazioni (ad hoc) e magari sognano… troppo. Ma così stolti  non sono Andrea Zeschi e Simona Moscadelli che seguendo il fil rouge de L’albero della vita, ieri sera hanno realizzato: lei collana e orecchini con metallo e vetro soffiato; lui una borsa di cuoio cucita a mano con rami a spirale. Uniti insieme dall’amore per l’artigianato creano da qualche anno pezzi unici… e questo vuol dire essere STOLTI?!

10-5.paolazuccalIIISoffusa, rossa, bianca, opaca o lucente, verde e chi più ne ha più ne metta. Sono le possibilità luminescenti di Lampade brillo, le luci a basso contenuto alcolico. Perché? Ma perché sono lampade da arredo realizzate con bottiglie (riciclate e restaurate) di alcolici e superalcolici, cui viene inserito un interruttore e dei led a basso consumo all’interno. Sono personalizzabili e davvero funzionali. Le realizza da alcuni mesi Riccardo Fabrotta, che ha avuto indubbiamente un’ottima idea per salvaguardare l’ambiente e limitare i consumi! Nel corso della serata ne ha realizzata una con una bottiglia dal vetro opaco.

Elsa Piccione
Foto di Paola Zuccalà

Letto 4033 volte Ultima modifica il Venerdì, 13 Maggio 2011 18:42