E venne il giorno, regia di M. Night Shyamalan

CINEMA- E’ mattina, si prospetta una bella giornata e decidiamo così di andare al parco, magari per una passeggiata o per prendere un caffè con l’amica di sempre. Ma, inspiegabilmente, c’è qualcosa di diverso nell’aria che respiriamo e ciò che sentiamo sembrerebbe essere l’inizio della fine…E venne il giorno, (titolo originale The Happening) porta con sé l’impronta del regista thriller per eccellenza, l’indiano M. Night Shyamalan, che da sempre riflette le paure più classiche dell’umanità tutta.

Continua a leggere

Rain against the Sky _ Stars of us idea

CD MUSICA- Astratto e visionario. Il disco d’esordio dei Rain Against The Sky si colloca all’incrocio tra il prepotente lirismo di Bjork, l’impeto aggressivo di Skin e la violenta purezza dell’Elisa nostrana. Stars of Us Idea, senza troppe pretese di perfezione, interpreta un racconto, un viaggio nell’onirico e nella suggestione cinematografica, affidandosi totalmente alla For Ears per l’uscita pubblica e avvalendosi della scelta (azzardata) di non comunicare in italiano, ma in lingua inglese.

Continua a leggere

Sally_ Bambole e colori

CD MUSICA- E’ uscito Bambole e Colori, il primo disco (un EP) della giovanissima Sally, promettente cantante marchigiana. L’album è composto di 4 tracce: Chiamami Amami, Solo il tempo, Bambole e colori, Prima di fare l’amore.Il titolo dell’EP è preso in prestito dal brano omonimo, per il quale la cantante prova il maggior legame emotivoprimo perché lo ha scritto proprio le i all’età di sedici anni, secondo perché le ricorda la sua adolescenza, periodo in cui – dice la cantante – “si è convinti di poter fare tutto e si va contro ogni imposizione”.

Continua a leggere

In Bruges. La coscienza dell’assassino, Regia di Martin McDonagh

Immaginatevi una piccola cittadina europea, immersa nella neve, tra gite in canale e casette da sogno. Una piccola roccaforte medioevale, una fiaba per così dire, che porta con sé il nome di Bruges.
Eppure, alle volte, una così bella facciata può nascondere i suoi lati oscuri ed è fin troppo facile confondere l’inferno per il paradiso con, In Bruges- La coscienza dell’assassino, Martin McDonagh firma il suo primo lungometraggio, dopo essere stato premiato nel 2006 con l’Oscar per il miglior cortometraggio, intitolato “Six Shooter“.

Continua a leggere

Serge Gainsbourg_ D’autres nouvelles des étoiles

DVD MUSICA- Inutile nasconderlo, il peccato originale di Serge Gainsbourg è quella mitologica Je t’aime moi non plus, scritta nel 1969, che ne rappresenta più e meno – allo stesso tempo – di ogni altra canzone il percorso artistico-musicale.
Ma potremmo anche dire cinematografico, dato che l’esordio dietro la macchina da presa dell’autore francese, datato 1976 e forte della presenza del warhol-morrisseyano Joe Dallessandro, porta lo stesso titolo del celebrato duetto con Jane Birkin.

Continua a leggere

Indiana Jones e il regno del teschio di Cristallo

CINEMA- Gli avevamo lasciati così nel lontano 1989: Indy, Henry Jones, Marcus e Sallah, che cavalcavano uniti verso un desolato sfondo sabbioso, reso caldo dai colori avvolgenti del tramonto.

Pensavamo quasi che non li avremmo più rivisti, ma con due padri fondatori come Steven Spielberg e George Lucas, non potevamo non aspettarci un ritorno in grande stile. Così vent’anni dopo, l’archeologo più famoso del mondo del Cinema, riprende frusta e cappello per l’ultima delle sue avventure.

Continua a leggere

G. Martelloni_ La superficie del mare

CD MUSICA- Gianmarco Martelloni, insegnante di lettere in un liceo di Brescia, alla sua prima uscita dopo vari anni di “gavetta”, ha intrapreso la carriera di solista fin dal 2000

e ha trovato in personaggi già noti nell’ambiente, come Paolo Benvegnù (pre- produzione e cori) Andrea Franchi (contributi strumentali), Filippo De Paoli (co- produttore con Martelloni stesso), e Lorenzo Caperchi (mixaggio), collaboratori davvero d’eccezione.

Continua a leggere

Speed Racer, regia Andy e Larry Wachowski

CINEMA- Quando ci si ritrova a parlare dei mirabolanti Fratelli Wachowski, l’unica definizione che può venire in mente è “innovazione”. Dai tempi di quel lontano Matrix del ’99, i due registi hanno deliziato gli occhi di noi spettatori con immagini uniche,trasportandoci in dimensioni decisamente oniriche.
Con la loro ultima pellicola intitolata “Speed Racer”, i due vogliono rendere omaggio a quello che fu l’Anime giapponese più famoso degli anni ’80: “Match Go Go Go”.

Continua a leggere

Viale Pico delle Mirandola, 15
00142 - Roma
P.IVA 11924061002

redazione@martemagazine.it
tel. 0686760565

Utility

Contenuti

martemagazine.it © Associazione Culturale Procult - 2007  - Registrazione tribunale di Roma n. 19/2022 del 10 febbraio 2022