Gary Burton Quartet Riviseted: Luglio suona proprio bene!

Sabato 19 luglio all’Auditorium Parco della Musica di Roma abbiamo vissuto una serata all’insegna del grande jazz internazionale, con uno dei progetti più innovativi del settore nato nientemeno che alla fine degli anni ’60 e riproposto ora, in versione rivista e corretta Gary Burton al vibrafono, Pat Metheny alle chitarre, Steve Swallow al basso elettrico e il giovanissimo Antonio Sanchez alla batteria al posto di Bob Moses.

Continua a leggere

Le (esilaranti) nozze dei piccolo borghesi

Si narra che Le nozze dei piccolo borghesi, opera giovanile di Bertolt Brecht, vide la luce quando il drammaturgo tedesco aveva da poco iniziato gli studi di medicina: in quel periodo Brecht andava a cantare le sue poesie nelle Stuben ossia le birrerie di Monaco.Proprio durante una di queste occasioni si trovò ad ascoltare la conversazione di due giovani che raccontavano l’esilarante, e a tratti drammatica, storia di un matrimonio interminabile a cui avevano assistito. Da qui lo spunto per questa pièce teatrale, che ancora oggi conserva lo stesso impatto dirompente che deve aver avuto il racconto origliato dal giovane Brecht.

Continua a leggere

Mughen_ Dal centro della terra

CD MUSICA- Direttamente dalle inesplorate profondità del globo terrestre, le note dei Mughen si spalmano sulla materia circostante prendendo le mosse da un certo sound di matrice inglese e da una più scontata e qualunquista influenza della canzone d’autore italiana.
IMughen, generalmente noti ai più come “gruppo spalla” dei Tiromancino, sono composti dalle brillanti menti di Andrea Moscianese, cantautore pescarese ma soprattutto ex Giuliodorme, e di Daniele “Mr. Coffee” Rossi, musicista e produttore romano.

Continua a leggere

Wanted-Scegli il tuo Destino, regia di Timur Bekmambetov

CINEMA-  Se un giorno come tanti, comprando le vostre pillole per l’ansia, scopriste di essere destinati ad altro?
Accade in Wanted-Scegli il tuo Destino, basato sull’omonima graphic novel di Mark Millar e diretto dal kazako Timur Bekmambetov, già conosciuto per i primi due capitoli della Trilogia de “I guardiani..” (“della Notte e del Giorno”). 

 

 

Continua a leggere

L’Imperium colpisce ancora?

Interprete di un teatro totale, che sfrutta le moderne tecnologie fondendole al linguaggio estetico del corpo più che a quello della parola, la compagnia catalana La Fura dels Baus, il cui marchio accomuna vari e differenti registi, è nuovamente in Italia dopo Metamorfosis e Boris Gudonov. Regista e ideatore dello show, scritto con Lluís Fusté Coetzee, è stavolta Jürgen Müller, uno dei fondatori del gruppo catalano che dagli anni Ottanta ad oggi ha sviluppato insieme agli altri membri del gruppo il cosiddetto “metodo Fura”, attraverso il quale registi, performer e ideatori sono la stessa entità e lavorano collettivamente.

Continua a leggere

I Tudors- Scandali a Corte, di Michael Hirst

CINEMA- Se poteste puntare il dito sullo schermo e scegliere la storia che più vi aggrada, in che epoca vorreste precipitare?
Ci sarebbe l’imbarazzo della scelta tra rivisitazioni storiche, medici alle prime armi e ravvicinati squarci di vita quotidiana. Potreste perfino ritrovarvi al cospetto di un grande Re, il cui nome sarebbe ben impresso nelle memorie del tempo.

Continua a leggere

AMNESIA_ Reverse

CD MUSICA- “Reverse” che vuol dire “capovolto” racchiude nel nome proprio la tecnica musicale utilizzata: “l’inversione, basata sull’esecuzione a ritroso di una data frase musicale”, come testimoniato dalla Ultramondo Promotion.
Questo album si presenta come fosse un “continuum” musicale, come se i brani fossero tanti aspetti, sfaccettature di un unico iter, confermando pienamente il suo genere “elektro-noise”.
Effetti elettronici infatti -e non solo- caratterizzano la base musicale che funge da accompagnamento alla singolare voce di Valentina Ciampalini.

Continua a leggere

Coldplay_ Viva la vida

CD MUSICA- I Coldplay tornano, dopo due anni, con il nuovo album Viva la Vida, uscito ufficialmente il 13 giugno, ma che la band, prendendo spunto dai connazionali Radiohead, ha reso disponibile con un’anteprima agli utenti di Myspace. Viva la Vida, death and all this friends segna un momento importante per la band inglese di Mr.Chris Martin.
Un album di svolta, dove è forte l’influenza di sonorità caraibiche e metropolitane, svelte e, allo stesso tempo riflessive. Dieci tracce di compromessi, che innalzano lo spessore artistico della band, ormai lontana dal sound di Parachutes, e sempre più vicina all’intellettualismo britannico.

Continua a leggere

Viale Pico delle Mirandola, 15
00142 - Roma
P.IVA 11924061002

redazione@martemagazine.it
tel. 0686760565

Utility

Contenuti

martemagazine.it © Associazione Culturale Procult - 2007  - Registrazione tribunale di Roma n. 19/2022 del 10 febbraio 2022