Autore: admin

Aleksandr Isaevič Solženicyn

[LETTERATURA]

Scrittore, drammaturgo e storico russo, Aleksandr Isaevič Solženicyn, attraverso i suoi scritti ha fatto conoscere al mondo i gulag, i campi di lavoro sovietici, e, per questo merito, ricevette il Premio Nobel per la Letteratura nel 1970.
Il suo lavoro come scrittore iniziò, idealmente, proprio nel periodo del suo confino ai lavori forzati.

Continua a leggere

Arteterapia. Un’attività per tutti…

[ATTUALITA’]

“Attraverso l’arteterapia si ha la possibilità di attivare risorse che tutti possediamo: la capacità di elaborare il proprio vissuto, dandogli una forma, e di trasmetterlo creativamente agli altri. Per poterla praticare, non sono necessarie precedenti esperienze o competenze di tipo artistico; non è il contesto in cui possono emergere giudizi di tipo estetico, poiché ogni espressione dell’anima e della propria umanità, fosse anche solo un semplice segno o un insieme caotico di linee e colori, è manifestazione autentica di un sentire profondo e come tale, di valore inestimabile.

Continua a leggere

Arteterapia? Un Racconto parascientifico

Un giorno in una stradina vicino piazza Venezia, a Roma, incontrai un mio amico che non vedevo da tempo. Per festeggiare l’evento andammo in un bar, a Sant’Apostoli, a prendere un caffè. Sapendo della mia formazione e dei miei interessi, nel bel mezzo del più e del meno, di cui si parlava, e dei bei tempi vissuti, mi domandò: “Cosa pensi dell’arteterapia? Dimmi qualcosa, che mi ci sto appassionando”.
Io risposi: “Ne so poco, o meglio non ne so nulla, ma ritengo che sia sicuramente una cosa buona, anzi diciamo una cosa bella. Usare l’arte come… come… Non riuscii a dire: è bello usare l’arte come terapia della patologia mentale.

Continua a leggere

Arteterapia? Un Racconto parascientifico

[ARTETERAPIA]

Un giorno in una stradina vicino piazza Venezia, a Roma, incontrai un mio amico che non vedevo da tempo. Per festeggiare l’evento andammo in un bar, a Sant’Apostoli, a prendere un caffè. Sapendo della mia formazione e dei miei interessi, nel bel mezzo del più e del meno, di cui si parlava, e dei bei tempi vissuti, mi domandò: “Cosa pensi dell’arteterapia? Dimmi qualcosa, che mi ci sto appassionando”.
Io risposi: “Ne so poco, o meglio non ne so nulla, ma ritengo che sia sicuramente una cosa buona, anzi diciamo una cosa bella. Usare l’arte come… come… Non riuscii a dire: è bello usare l’arte come terapia della patologia mentale.

 

Continua a leggere

L’eleganza del riccio

LIBRI- Qualora vi capitasse di passare dalle parti del settimo arrondissement di Parigi, fate una sosta al civico 7 di rue de Grenelle. Vi accorgerete che a quell’indirizzo corrisponde una sfarzosa boutique di Prada, ma se credevate invece di trovare il lussuoso portone di un aristocratico palazzo, e un citofono d’ottone che recasse incisi nomi del tipo Pallières, Josse, Arthens, ma anche Badois, Rosen o de Broglie; se dall’uscio aperto speravate di sentire un untuoso olezzo di cucina o di cogliere le note di una sinfonia di Mahler che soccombe al chiassoso vociare di un televisore…beh! Potete stare sicuri che non avete letto invano L’eleganza del riccio di Muriel Barbery. 

Continua a leggere

Lungo il 41′ parallelo…

“Natale con i tuoi. Pasqua con chi vuoi”. Ma noi che siamo anticonformisti, per questo numero del MArteMagazine ce ne andiamo in giro per il mondo.
Prendendo spunto dal meraviglioso progetto che i “Tetes de bois” stanno mettendo in atto, faremo un viaggio ideale sul 41° parallelo, vale a dire quella linea immaginaria che partendo da Roma, attraversa tutta la Terra e visita città e culture ed arti magicamente differenti.

Continua a leggere

Lungo il 41′ parallelo…

“Natale con i tuoi. Pasqua con chi vuoi”. Ma noi che siamo anticonformisti, per questo numero del MArteMagazine ce ne andiamo in giro per il mondo.
Prendendo spunto dal meraviglioso progetto che i Tetes de bois stanno mettendo in atto, faremo un viaggio ideale sul 41° parallelo, vale a dire quella linea immaginaria che partendo da Roma, attraversa tutta la Terra e visita città e culture ed arti magicamente differenti.

Continua a leggere

La lunga marcia della Cina

[VIAGGI]

E’ facile lasciarsi travolgere e trasportare nell’affascinante viaggio proposto dal Progetto 41mo parallelo…basta chiudere per un solo momento gli occhi, per ritrovarsi catapultati in mondi e tradizioni diverse tra loro.
Con la curiosità e l’intraprendenza di un esploratore si parte dal centro dell’Italia, dirigendosi verso Sud, si attraverseranno paesi, popoli, culture a volte sconosciute a noi occidentali. E’ proprio in tal senso che un paese come la Cina è stato inserito nella mappatura del progetto.

Continua a leggere

Il culo di Madrid

[VIAGGI]

Se non lo avete ancora fatto, é arrivato il momento di pensare ad un viaggio nella capitale spagnola, per conoscere in prima persona la famosa movida madrileña, che non ha davvero nulla da invidiare alle notti barcellonesi se non forse l’elemento mare.
Conoscere la “movida” e prenderne parte, cosa inevitabile dato che non mancano gli elementi per venirne coinvolti; le strade e i bar affollati di gente, le chiacchiere a voce alta degli spagnoli ed una cittá che offre centinaia di spunti per divertirsi.

Continua a leggere

Viale Pico delle Mirandola, 15
00142 - Roma
P.IVA 11924061002

redazione@martemagazine.it
tel. 0686760565

Utility

Contenuti

martemagazine.it © Associazione Culturale Procult - 2007  - Registrazione tribunale di Roma n. 19/2022 del 10 febbraio 2022