Lunedì, 10 Ottobre 2011 08:55

El toque de Paco de Lucìa

ROMA- A distanza di un anno e mezzo il grande chitarrista Paco de Lucìa torna a Roma come ambasciatore del Flamenco per inaugurare presso l’Auditorium Parco della Musica la quarta edizione di ¡Flamenco! (dal 5 al 16 ottobre), il Festival interamente dedicato a uno degli stili musicali più affascinanti e carichi di passione dell’Europa e del mondo intero.

Pubblicato in Report Live
Martedì, 12 Luglio 2011 21:40

Mani come farfalle: Flamenco al Desnudo

ROMA- 8 luglio, la Compagnia Suite Española ospite di Invito alla Danza edizione 2011 nella sede storica di Villa Pamphilj: un trionfo libero da orpelli, "autentico" in ogni gesto, movimento e nota musicale. Un flamenco che recupera la sua antica genuinità, per trasmetterne la sua essenza attraverso emozioni provenienti dal profondo dell'anima.

Pubblicato in Report Live
Lunedì, 27 Giugno 2011 19:05

Flamenco: una passione mediterranea

ROMA- Un quasi sconosciuto poeta israeliano vissuto nella prima metà del nostro secolo disse che “l’emozione che procura una forma d’arte, che essa sia danza, musica o pittura è la perfetta dimostrazione di come il destino voglia portare felicità ed estatica beatitudine nelle vite degli uomini”. Vivere un’emozione può rendere diversi, ma raccontarla può voler dire intraprendere un viaggio oscuro, pericoloso, ma al tempo stesso affascinante e descrivere a parole l’emozione procurata da 90 minuti di flamenco è ancora più arduo.

Pubblicato in Report Live
Sabato, 16 Aprile 2011 14:38

La vera lotta è quella con il duende

[L'ILLETTERATA]

evakentE’ una passione il flamenco. Una passione che ti nasce nel cuore e travalica le onde sonore dello sbattere i piedi e del trovare il compàs con le mani. E’ un ritmo interiore, il fluire di un’anima errante, che vaga alla ricerca dell’espressione di sé, quel duende di cui si sente parlare e che non trova quasi mai il pertugio giusto per uscire fuori.

Pubblicato in Rubriche

Toccare terra a Siviglia è emozionante. Siviglia è la terra del sole, delle arance in ogni angolo delle strade, del mausoleo di Cristofaro Colombo, della Plaza de Toros, della Cattedrale gotica più estesa del mondo (23.500 metri quadrati), della Giralda (torre campanaria dell’altezza di 96 metri), del cibo buono, dell’alcool che scorre a fiumi (sangria e mojito sono cose da non perdere) e della musica tradizionale, il Flamenco, uno dei prodotti culturali più notevoli e famosi di tutta la Spagna.

Pubblicato in Editoriali

Ensemble dell’Orchestra d’Opera di Barcellona e del gruppo flamenco “El Duende"
Le luci si sono spente e la chitarra flamenca ha cominciato a suonare le sue note pizzicate. Silenzio in sala. Ogni brusio si è spento con le luci. La gente incuriosita ha cominciato ad osservare attentamente la scena. Ed io con loro dal mio posto privilegiato in terza fila.La chitarra ha assolto da subito la sua funzione di richiamo per gli altri strumenti: chitarra classica, violino soprano, violino basso, violoncello e pianoforte, e tutto ha avuto inizio in un crescendo emozionante di melodie e percussioni.

Pubblicato in Report Live

MArteMagazine © 2007 | Associazione Culturale Procult . Tutti i diritti riservati


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di più visita la nostra sezione privacy policy.

  
EU Cookie Directive Module Information