Nell'ambito della rassegna "Il Cinema In Piazza" giovedì 27 giugno a Piazza San Cosimato (Roma) sarà proiettato il cortometraggio "Elias" di Brando Bartoleschi, finalista MArteLive 2018 e vincitore del Premio Speciale Piccolo Cinema America.

 

Il Cinema in Piazza

Il Piccolo America torna ad animare di luce e di vita le notti estive romane con il proprio progetto nato a Trastevere e oggi allargato a tutta l’area metropolitana di Roma: “Il Cinema in Piazza”. Tre arene in tre luoghi della città distanti fra loro che entrano in comunicazione generando sinergie e nuove relazioni.  Trastevere, Tor Sapienza e Ostia, per un totale di 104 serate di proiezioni con 104 film differenti, dibattiti con registi, attori, sceneggiatori e maestranze, retrospettive, grandi classici del patrimonio nazionale e internazionale, nonché film dedicati ai più piccoli. Tre schermi con 8.200 metri quadri di superficie dedicati alla platea. Non è casuale la scelta dei luoghi, che intende superare il dualismo tra centro e periferia: una piazza pubblica del centro storico; il Porto Turistico di Roma sottoposto dal luglio 2016 a sequestro preventivo e gestito dal Tribunale di Roma – Sezione Misure di Prevenzione – attraverso un amministratore giudiziario per ripristinarne la legalità e dare vita a un progetto di rilancio; il Parco Casale della Cervelletta gestito dall’Ente regionale RomaNatura, un’area verde di importanza storica da rigenerare per valorizzare il tessuto urbano della città.

“Dalla periferia siamo partiti e in periferia torniamo. Chi ci è nato e cresciuto, come quasi tutti noi, lo sa. Sa cosa significa macinare chilometri sui mezzi pubblici per raggiungere una libreria, un cinema, un teatro, un museo, o, più banalmente, un posto dove incontrarsi la sera con gli amici. E sa cosa significa sentirsi stretti in un quartiere tanto grande e popolato, eppure così povero di spazi di socialità e cultura. Così anche noi abbiamo deciso di rimboccarci le maniche e sostituire al vuoto e al silenzio la partecipazione. L’esperienza degli scorsi anni ha dimostrato come l’attività culturale e sociale non si ferma alla sola programmazione cinematografica di un’arena o di una sala, ma è in grado di rappresentare e promuovere una crescita, anche economica, di tutte le attività di un quartiere.

Vogliamo che questo progetto dia vita a luoghi in cui trovino cittadinanza diverse idee di città e nuove espressioni culturali, dove ci si possa porre delle domande attraverso le quali costruire nuove prospettive, dove si possa discutere e riflettere sul futuro delle città, del ruolo delle sale e dell’esercizio cinematografico, delle politiche sociali, culturali e giovanili, dell’integrazione e dell’inclusione, della lotta alla criminalità, delle periferie urbane dentro e ai margini delle città. Questa è la nostra idea di attività culturale e sociale, capace di stimolare la riflessione sul ruolo stesso della cultura nel processo di crescita educativa, formativa e lavorativa dei giovani, che venga fondata su una progettualità partecipata, attenta alle esigenze di tutti, su un ‘conoscere facendo’ i cui frutti crescano nel tempo”.

84c42b9986b8cecdea81ed6abb66c108 L

Pubblicato in Notizie

Tre arene, tre schermi, tre luoghi della città; 104 serate a ingresso gratuito; 40 incontri con ospiti; 104 opere cinematografiche differenti; Proiezioni in versione originale con sottotitoli in italiano

Il Piccolo America ha presentato qualche giorno fa il nuovo programma per il ritorno in Piazza San Cosimato, al Casale della Cervelletta e al Porto Turistico di Roma dopo un lungo anno. Il primo dove si è vista tutta la città contribuire alla realizzazione e alla crescita della manifestazione in un equilibrio istituzionale che ha permesso all’associazione Piccolo America di poter investire il proprio tempo e le proprie energie a beneficio di un progetto che non è più solo un evento culturale o una rassegna cinematografica, ma un servizio sociale per la città, per tutti coloro che la vivono e la attraversano. 

 

Rompere il concetto di dualismo tra centro e periferia, riportare persone – in occasione delle proiezioni cinematografiche e degli incontri - a rivivere luoghi abbandonati come il Casale della Cervelletta, classificato questo anno primo tra i luoghi del cuore del FAI della Regione Lazio con 14.000 firme (contro le 2000 dei due anni prima), o confiscati alla criminalitàcome il Porto Turistico di Roma, è sempre stato uno degli obiettivi dell’associazione. Una possibilitàper rendere questi luoghi, una volta vissuti, più sicuri.

Altro obiettivo è quello di entrare in relazione con qualunque tipologia di pubblico di ogni età e ceto sociale, cinefili e non, permettendogli di “viaggiare” tra le tre arene, con una proposta di 104 titoli differenti e 40 incontri che possa soddisfare ogni tipo di spettatore.

Sabato 1° giugno Alessio CremoniniAlessandro BorghiJasmine TrincaMilvia MariglianoLisa Nur SultanOlivia Musini presenteranno “Sulla mia pelle” a Trastevere, Matteo Garrone, Marcello Fonte, Massimo Gaudioso Marco Spoletini introdurranno “Dogman”, inaugurando giovedì 13 giugno l’arena a Tor Sapienza, dove lo scorso anno lo stesso Garrone presentò per otto domeniche consecutive tutta la sua filmografia, mentre Riccardo MilaniPaola Cortellesi apriranno gli incontri a Ostia domenica 23 giugno con “Come un gatto in Tangenziale”. 

“Crediamo che lo spettatore per primo debba essere considerato parte attiva della filiera cinematografica e non semplice fruitore. Il Cinema cresce con lo spirito e la partecipazione attiva del pubblico e non morirà mai se continueremo a creare occasioni d’incontro e scambio tra chi il cinema lo fa e chi lo vuole vivere. Il titolo “Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini ha dimostrato l’impatto del linguaggio audiovisivo nell’opinione pubblica, rimettendo positivamente in discussione una delle pagine più buie del nostro Paese e per questo abbiamo con tutte le nostre energie lavorato affinchéla serata inaugurale fosse dedicata a questa incredibile opera” - dichiara Valerio Carocci, presidente dell’associazione.

Quest’anno il Cinema in Piazza allarga lo sguardo al panorama internazionale cinematografico aprendo le porte a ospiti come Mathieu Kassovitzche riporteràin Italia il cult “L’odio”, la pellicola che per prima, nel 1995, aprì uno squarcio sulle problematiche delle banlieue, per una serata in cui i giovani e le periferie saranno i veri protagonisti; in occasione dell’omaggio al maestro Bernardo Bertolucci il premio Oscar Jeremy Ironspresenterà “Io ballo da sola” e Debra Winger, candidata tre volte all’Oscar, presenterà “Il tè nel deserto”; il maestro Paul Schraderche al Casale della Cervelletta presenterà “Taxi Driver” - introdotto da Antonio Monda in una serata celebrativa della sua professione da sceneggiatore - e in Piazza San Cosimato la sua ultima opera come regista “First Reformed”; l’artista francese JRricorderà la grande regista Agnès Varda presentando il suo ultimo film “Visages Villages”. A grandi autori internazionali saranno inoltre dedicate retrospettive come quella per AlfonsoCuaróna San Cosimato, alla Cervelletta quella per il regista sudcoreano Kim Ki-Duk, il quale non potendo essere presente ha inviato un video saluto per il pubblico dei ragazzi del Cinema America in cui, tra le altre cose, dichiara: “Credo che un film, quando condiviso con altre persone in un grande cinema, possa esprimere a pieno i suoi grandi valori”e per lo statunitense Wes Anderson.

“Il Cinema in Piazza è una grande biblioteca pubblica, in cui ogni sera tutti quelli che vivono e attraversano la città potranno consultare contemporaneamente un’opera cinematografica differente prendendola in prestito per un’unica visione collettiva sul grande schermo”– dichiara Valerio Carocci.

Omaggi e retrospettive saranno dedicate ai grandi nomi del cinema come Bernardo Bertolucci, per il quale verranno proiettate dieci opere a San Cosimato presentate, tra gli altri, da Ennio MorriconeStefania Sandrelli,Marco BellocchioAdriana AstiMarco Tullio Giordana. A Trastevere sarà celebrata Lina Wertmüllerche introdurrà l’opera “Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto” mentre Silvio SoldiniomaggeràBruno Ganzcon la presentazione del film “Pane e tulipani”. Sotto il cielo stellato di Ostia un grande omaggio a Claudio Caligari e un grande riconoscimento al territorio: verràproiettato per la prima volta, in collaborazione con la Minerva Pictures di Gianluca Curti, il primo restauro 4K, supervisionato dal direttore della fotografia Maurizio Calvesi, de “L’odore della notte”. Alla serata parteciperanno cast e troupe del film, tra cui Valerio Mastandrea e lo stesso Maurizio Calvesi.Si renderà omaggio al lavoro di una delle più grandi attrici italiane Sophia Lorene rivedremo i primi lavori di Carlo Verdone grazie alla collaborazione con Mediaset RTI e INFINITY, che si ringraziano per la gentile concessione delle opere in programma. 

La domenica di San Cosimato saràdedicata a uno dei più grandi autori del nostro cinema contemporaneo, Paolo Sorrentino, un’occasione per rivederne l’intera filmografia attraverso le parole dei suoi più stretti collaboratori e interpreti. Al termine di ogni film verranno inoltre proiettati gli episodi della serie “The Young Pope”. Lo stesso giorno gli appassionati di Star Warspotranno incontrarsi al Casale della Cervelletta dove verrà proiettata l’intera saga, mentre a Ostia gli amanti del cinema di Steven Spielbergpotranno rivedere i suoi film più celebri. 

Ogni settimana una serata in ogni arena saràdedicata alle famiglie e ai bambini: i classici Disney e le animazioni per bambini il venerdì al Porto Turistico di Roma e il sabato a San Cosimato, mentre la rassegna dedicata a Hayao MiyazakiStudio Ghibli il venerdìal Casale della Cervelletta.

“Essendo convinti dell'eterogeneità del pubblico, abbiamo deciso di prestare le nostre piazze al cinema indipendente per dare spazio nella programmazione a un tipo di produzione non canonica che caratterizza le opere prime e gli esordienti nel settore” - dichiarano Sara Cecconi e Sergio Andrei del comitato di programmazione dell’iniziativa.

È il caso di Fulvio Risuleocon “Guarda in alto”, “Manuel” di Dario Albertini, “Il Contagio” di Matteo BotrugnoDaniele Coluccini, “La terra dell’abbastanza” di Damiano e Fabio D’Innocenzoe “Blue kids” di Andrea Tagliaferri.

 

Ma è anche un’estate particolare, quella di Moviement, in cui tutta l’industria sta lavorando per far vivere le sale anche nella stagione estiva e riportare il pubblico a fruire del cinema tutto l’anno. Questo non poteva che essere accolto positivamente dal Piccolo America che ha due parole d’ordine: partecipazioneegrande schermo.

“Il Piccolo America ha deciso di mettere a disposizione della distribuzione e dell’esercizio cinematografico ciò che ha costruito in questi anni, ovvero una grande platea popolare a cui mostrare i trailer dei film in uscita estiva e lo spot istituzionale di Moviement” - dichiara Valerio Carocci. 

È stata infatti l’associazione stessa ad aver dapprima incontrato Peppino Ciotoli, il proprietario della storica sala Cinelandin prossimitàdi Ostia, con il quale ha stipulato un accordo di collaborazione e successivamente l’Anica,l’associazione di categoria di tutti i distributori e produttori per promuovere sui propri maxischermi la campagna Moviement. 

Ogni occasione deve essere buona per riabituare le persone a fruire il cinema sul grande schermo, facendo squadra per riportare le persone al cinema, ad aggregarsi nelle piazze, nelle sale, nei parchi e nei teatri. Proprio per questo, oltre che con l’Anica, il Piccolo America ha aperto una nuova collaborazione con uno dei maggiori promotori delle arene a pagamento romane, ovverol’associazione Arene Diverse, al fine di creare un unico tessuto da un lato promozionale dell’audiovisivo, dall’altro di crescita culturale e sociale delle relazioni che abitano i territori della città.

Dopo il grande successo della collaborazione con la scuola Gian Maria Volonté, quest’anno anche il Centro Sperimentale di Cinematografiaè stato coinvolto nella manifestazione. “Dalle nostre prime iniziative”- dichiara Lorenzo Costa, promotore della collaborazione con le due scuole - “è passato molto tempo, durante il quale è maturata dentro di noi l’esigenza di scoprire, incontrare e sostenere giànella fase di formazione gli autori. Questi, in occasione delle proiezioni introdotte dagli ospiti, presenteranno 16 cortometraggi prodotti nell’ambito delle attività didattiche, consentendo loro di incontrare il pubblico e a questo di conoscere coloro che potenzialmente daranno vita alla prossima produzione cinematografica.”

Il Cinema in Piazza è un’iniziativa cinematografica e sociale gratuita per il pubblico, ma rendere accessibile il prodotto culturale al pubblico non significa non riconoscerne il valore commerciale.“Il costo per la riproduzione delle opere cinematografiche proiettate è regolarmente sostenuto dall’associazione Piccolo America” - dichiara Valerio Carocci- “questo processo è reso possibile grazie al sostegno dei partner e degli sponsor che permettono all’associazione di offrire il biglietto a chi vuole uscire di casa per vivere collettivamente le piazze, i parchi e i territori della sua città, abbandonando la visione solitaria su televisori, pc e tablet”.

Il Piccolo America è oramai una piccola impresa culturale no profit, in grado di generare opportunità tra i più giovani, anche nel crescere – facendo: oltre 40 i ragazzi che lavorano tra staff, tecnici, logistica, ospitalità, sicurezza, comunicazione, reperimento diritti e movimentazione copie, programmazione, gestione del personale, progettazione per bandi, fundraising, relazioni istituzionali e molto altro ancora.

 

Tutti i titoli in programma in Piazza San Cosimato e in occasione degli incontri anche a Ostia e Cervelletta, saranno proiettati in versione originale con sottotitoli in italiano, a esclusione dei classici Disney e dei film di Miyazaki. Le proiezioni inzieranno alle 21.15

Pubblicato in Notizie

MArteMagazine © 2007 | Associazione Culturale Procult . Tutti i diritti riservati


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di più visita la nostra sezione privacy policy.

  
EU Cookie Directive Module Information