Exit sul palco

logo exit

Pagina 9 di 9

  Se mi vuoi amami

Il 18 dicembre si è conclusa la rassegna EXIT – emergenze per identità teatrali con una sorpresa impacchettata dalla Compagnia Teatro L’applauso, la quale ha portato sul palco del Teatro Furio Camillo lo spettacolo Se mi vuoi amami, lasciando il pubblico a bocca aperta per il cambio di programma. Un bel regalo con cui chiudere la rassegna.
Lo spettacolo è stato accolto con calore dal pubblico presente in sala, il quale ha assistito ad un omaggio alla grandiosa poetessa inglese Elizabeth Barrett Browning.
Nata in una famiglia composta da 11 fratelli, da sempre amante dell’arte poetica e teatrale, la Browning ha vissuto gli anni della sua adolescenza e gioventù in una grande casa a Malvern Hills, dove trascorreva le sue giornate a comporre poesie, in compagnia del suo inseparabile Flash, un cagnolino che la segue passo passo, nella sua lunga degenza che la tiene lontana dal mondo che si celebra fuori dalla finestra della sua stanza da letto. Il suo stato di salute precario non le impedisce di occuparsi delle sue creazioni poetiche, che toccano il cuore di chi le sta intorno, come Robert Browning, il poeta inglese famoso per i suoi monologhi drammatici. Tra i due nacque una profonda ammirazione, accompagnata da un carteggio in cui emersero lodi e aspirazioni comuni che li fece conoscere e innamorare.
Ogni giorno della sua gioventù Elizabeth lo trascorse leggendo i classici della letteratura e poesia greca e latina, componendo versi che parlano di amore e di libertà, sentimenti e virtù cari ai rivoluzionari che hanno segnato le vicende del Risorgimento in Europa e in Italia, dove Elizabeth visse fino alla morte, sopraggiunta a causa dell’aggravarsi della sua malattia che per troppo tempo l’aveva debilitata.
Stabilitasi a Firenze, Elizabeth Barret Browning vive con lo scrittore e marito, sposato di nascosto, Robert Browning, da Firenze assiste ai moti rivoluzionari e appoggia la causa, incitando con i suoi versi la ribellione che passa proprio sotto la loro abitazione sita in un appartamento a Palazzo Guidi, oggi sede del museo proprio dedicato ai due poeti inglesi.
La vicende che hanno rappresentato la vita della Browning vengono raccontate attraverso la lettura di pagine ricamate di inchiostro da un narratore che, rivolto al pubblico, si inserisce nello spettacolo come un lettore che ad alta voce intrattiene bambini che ascoltano le storie dei grandi con viva curiosità. Elizabeth e Robert danzano in un mondo fatto di parole e versi, che riecheggiano nell’aria, lasciandosi dondolare da una musica soave che li accompagna nei loro sogni.

Eva Di Tullio

Pagina

Eva Di Tullio, Exit Emergenze per identità teatrali, Exit- emergenze teatrali, Francesca Paolini, Manuela Tiberi, maria logroio, martelive, martemagazine, News, Ornella Stagno, roma, teatro, Teatro Furio Camillo

Lascia un commento

Viale Pico delle Mirandola, 15
00142 - Roma
P.IVA 11924061002

redazione@martemagazine.it
tel. 0686760565

Utility

Contenuti

martemagazine.it © Associazione Culturale Procult - 2007  - Registrazione tribunale di Roma n. 19/2022 del 10 febbraio 2022