Sabato, 22 Aprile 2017 06:10

MAXXI RE-EVOLUTION | La collezione triplica con ingresso gratuito In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

A partire dal 6 maggio al MAXXI saràRE–EVOLUTION: il museo si trasforma e ricrea i suoi spazi, a partire dallacollezione permanenteche ne definisce l’identità, e rafforza la sua missione pubblica aprendosi ancora di più alla città con tante novità nella sua offerta culturale e nei servizi.

Il nuovo, importante allestimento della collezione, i cui spazi triplicano, fortemente sostenuto dal Presidente del MAXXIGiovanna Melandri, si intitolaTHE PLACE TO BE ed è a cura dei Direttori del MAXXI Architettura e del MAXXI Arte,Margherita Guccionee  Bartolomeo Pietromarchi.

Comincia già nella piazza Alighiero Boetti, che diventa un tutt’uno con gli ambienti interni, a partire dalla lobby e dalla Galleria 1 al piano terra: uno spazio continuo dove grandi installazioni dialogano con opere esposte per la prima volta e con capolavori di maestri del nostro tempo. L’esposizione continua anche al primo piano, con focus temporanei e approfondimenti dedicati agli artisti in collezione.

Il piano terra – coningresso gratuito dal martedì al venerdìe ogni prima domenica del mese-  ospita anche unavideogallery, con monografie, retrospettive e rassegne, realizzata in collaborazione conIn Between Art Film; unareading roomrealizzata con il sostegno diMiniper introdurre alla collezione e ospitare incontri con gli artisti; uno spazio dedicataall’Archivio di Incontri Internazionali d’Arteper valorizzare e rendere ancora più accessibile il patrimonio documentario del museo; unlaboratorio didattico, una nuovacaffetteria-bookshopaffacciata su via Guido Reni e unnuovo ristorantecon chef stellato su Piazza Alighiero Boetti.

Il “viaggio” nel nuovo MAXXI prende il via da Piazza Alighiero Boetti, animata datre nuove grandi installazioni:Mareo Merz diElisabetta Benassiun grande barcone che “ripesca” l’ultima automobile appartenuta a Mario Merz,AnimadiMircea Cantoruno scheletro in legno e corda alto circa 8 metri e lungo 10, che allude alla Basilica di San Pietro riportandola all’essenzialità, eWinter MoondiUgo Rondinoneil calco di un ulivo millenario alto 5 metri, in alluminio dipinto di smalto bianco.

Nella Galleria 1 al piano terraoltre 60 opere d’arte, architettura e fotografia, con lavori dagli anni Sessanta fino alle più recenti produzioni, dialogano tra loro e con gli spazi sinuosi di Zaha Hadid.

Tra le opere esposte, la foresta tessile sospesa diWest8, il monumentale wall drawing#1153Ripplesdi Sol Lewitt,allestito al MAXXI per la prima volta, tre opere provenienti da importanti collezioni private:Elica MilanodiCarl Andre,Assioma-Otto proposizioni diVincenzo Agnettie l’installazione Flying Garden/Air-Port-CitydiTomas Saraceno,l’importante donazionePiccolo SistemadiGianfranco Baruchelloe i disegni per il fregio sulle sponde del Tevere diWilliam Kentridge. Tra le opere di architettura, esposti per la prima volta i progetti dellestazioni della metropolitana di Napolirealizzate tra gli altri daDominique Perrault, Massimiliano Fuksas, Álvaro Siza,e le 46 fotografie che compongono72 ore a RomadiHelmut Newton,unico progetto fotografico di “paesaggio” realizzato dal grande autore tedesco.

L’esposizione continua al secondo piano, nella Galleria 2 e nella nuova sala dedicata alla grande collezionistaClaudia Gian Ferrari, che nel 2010 ha donato al MAXXI una importante selezione di opere della sua collezione personale. Questi spazi ospitanofocus e approfondimentidedicati agli artisti in collezione (accesso con il biglietto). Si comincia con il focus dedicato aBruna Espositodi cui viene riallestita tra le altre una delle prime opere entrate a far parte della collezione del museo: l’installazione/performancee così sia..del 2000, un mandala di legumi e spezie, dal forte valore simbolico, che l’artista ricomporrà dal vivo per tutta la durata della mostra. In mostra anche una selezione di fotografie della serieOcchidel 2016, macro immagini di occhi di pesce, dai colori brillanti e luminosi. E poi due focus dedicati ai temi dellacittàe della casache comprendono opere diPaolo Portoghesi,Renzo Piano,Luca Maria Patella, Armin Linkee Aldo Rossi.

In occasione di THE PLACE TO BEviene pubblicato ilCatalogo aggiornato della CollezioneMAXXI Arteche comprende il catalogo generale delle opere e una sezione dedicata a premi, committenze e allestimenti tematici. Sarà inoltre disponibile l’e-book del catalogo MAXXI Architettura, che comprende anche le nuove acquisizioni del 2016-2017.

La rivoluzione creativa passa anche attraverso ilripensamento degli spazi interni di accoglienza, a partire daTYPOlanuova caffetteria-bookshop, che si sposta in quella sala delle ex caserme conservata dal progetto di Zaha Hadid che, con i suoi accessi su Via Guido Reni, crea unnuovo ingressoalla hall del museo, e consente il recupero della facciata della palazzina preesistente alla costruzione del MAXXI.

La caffetteria-bookshop saràaperta anche oltre gli orari di apertura del museo.

Su Piazza Alighiero Boetti affaccia inveceLINEA,il nuovo ristorantedel museo con tanto di chef stellata.

Letto 966 volte
Altro in questa categoria: « GIVE ME FIVE, MAAM ArtVERONA CHIAMA »

MArteMagazine © 2007 | Associazione Culturale Procult . Tutti i diritti riservati


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di più visita la nostra sezione privacy policy.

  
EU Cookie Directive Module Information