Redazione

Redazione

CordenonsStreetArt è una manifestazione sicuramente giovanile, non solo per l’età degli artisti quanto per il tipo di segno che predilige, la spruzzata di colore della bomboletta. Da anni l’associazione Media Naonis, all’interno del progetto Un Anno d’arte, cerca di portare in Cordenons una iniziativa dinamica che esca dai locali espositivi e porti all’esterno, in piazza, opere e artisti.

Lo hanno fatto nel 2012 e nel 2013 con OUTART 1 e 2, eventi dedicati alla video arte e ad opere installative, lo rifannno nel 2015 con questo progetto che mescola insieme elementi della Aerosol Art e del Graffitismo in quella che possiamo chiamare Street Art, ovvero l’arte della strada. Il progetto che si sviluppa in collaborazione con l’A.C.U. Kantiere Misto di Oderzo prevede che alcuni artisti dello spray realizzino dal vivo le loro creazioni su pannelli di legno, del tipo usato nell’edilizia, bloccati su appoggi metallici, quelli per intenderci che ci capita di vedere durante le occasioni elettorali.

In tre diverse serate, gli Artisti-Writers si esibiranno dal vivo davanti a passanti e curiosi, realizzando opere che rimarranno esposte per un mese. Di solito la Street Art ha carattere effimero, deve fare i conti con un progressivo deterioramento che si conclude con la distruzione o morte delle opere, ma non sarà così per questi lavori. Alla fine i pannelli saranno rimossi e ospitati sui muri di scuole o locali pubblici o donati comunque per iniziative bene. D’altra parte tante opere, che ci guardano dai muri di palazzi o vicoli, sono così belle che vorremmo fossero lì per sempre e resistessero indenni a tutte le intemperie o vandalismi. L’idea di portare l’arte in mezzo alla gente può sembrare eccessiva e quella di esaltare l’attività dei “graffitari” addirittura azzardata, ma se, come è vero, la comunicazione si adegua ai tempi e spesso li precede, allora dare spazio a colori e forme che vivono chiuse in minuscole bombolette, permettere loro di respirare nell’aria, sui muri della Città giganteggiando quasi, è non solo un naturale traguardo della ricerca artistica ma un impegno doveroso per operatori e organizzatori di eventi artistici. Ben venga dunque questa occasione per Cordenons nella speranza che possa diventare un appuntamento regolare nel tempo e nella sua Piazza.

Inaugurazione e prima performance

15 luglio ore 20.00

seconda performance

22 luglio ore 20.00

terza performance

29 luglio ore 20.00

Le opere saranno visibili tutti i giorni dal 15 luglio al 15 agosto in Piazza della Vittoria

Martedì, 07 Luglio 2015 10:05

Officina dei nuovi lavori: Call4Youth

Fondazione Mondo Digitale e Google uniscono le forze per offrire ai giovani tra i 15 e i 29 anni (la precedenza sarà data ai giovani che non studiano e non lavorano) percorsi per rafforzare le competenze utili per vivere e lavorare nel XXI secolo. Si tratta di competenze digitali, e non solo, per la crescita personale e professionale.

Dal digital manufacturing all’innovazione d’impresa, dal gaming alla realtà immersiva: l'Officina dei nuovi lavori si pone l'obiettivo di diffondere le competenze digitali e realizzare attività di orientamento professionale con corsi settimanali  gratuiti di 22 ore nella sede in Via del Quadraro 102.

È possibile iscriversi ai seguenti percorsi formativi:

-percorso per imparare ad usare la laser cut e la stampante 3D e gli strumenti tipici di un fab lab
- attività di videomaking con animazione 3D ed effetti visuali
- game development e l’interactive storytelling
- percorsi sulla tecnologia immersiva e la realtà aumentata

Ai percorsi formativi verranno associate anche attività di leadership, team building, motivazione.

Due le tipologie di percorso, entrambe della durata di una settimana:

ALL4ALL

I partecipanti frequentano per una settimana, da lunedì a venerdì, tutti i percorsi formativi previsti per un totale di 22 ore (4 ore di corso motivazionale + 4 ore di attività per ciascun laboratorio + 2 ore finali di “ri-valutazione”). Ogni giorno a rotazione un laboratorio diverso per completare nell’arco della settimana il percorso “immersivo” nelle diverse tecnologie emergenti del mercato digitale.


ONE4ONE

I partecipanti frequentano per una settimana, da lunedì a venerdì, un solo percorso formativo da scegliere tra quelli disponibili per un totale di 22 ore di formazione intensiva (4 ore di corso motivazionale + 16 ore di laboratorio + 2 ore finali di “ri-valutazione”).


Per iscriversi compilare il modulo online www.mondodigitale.org/call4youth.

Le iscrizioni termineranno ad agosto.

Martedì, 23 Giugno 2015 15:40

Notti di Musica al Museo

Ed è Alex Britti ad inaugurare, la scorsa domenica, Notti di Musica al Museo, la rassegna ospitata al Museo degli Strumenti Musicali, uno dei luoghi meno conosciuti della Capitale, sia dai cittadini che dai turisti, nonostante i tanti piccoli e grandi tesori che custodisce al suo interno: dal corno di battaglia al primo prototipo di pianoforte, costruito da Bartolomeo Cristofori nel 1723 e l'unico in buono stato rispetto agli altri due conservati a Lipsia e a New York, e la celeberrima Arpa Barberini ora esposta nella mostra sul Barocco a Roma.

Fino al 13 settembre, il Museo degli Strumenti Musicali diventa così polo indiscusso della musica live e ‘casa della musica’ per gli appassionati di ogni età, con un calendario intenso di eventi che coinvolgeranno tutti e cinque i sensi.

Saranno sei i momenti che scandiranno la manifestazione: il Palco Live (fino al 6 luglio); A-Cross The Museum, (dj set dal 28 luglio al 13 settembre); Il Museo in Festa (con le Street Parade delle Dixie Band attraverso il portico e le sale del Museo, dal 28 luglio al 25 agosto); Il Festival degli Strumenti Musicali (grandi concerti nel Parco Archeologico dal 26 agosto al 13 settembre); Le Notti di San Lorenzo (l'incontro tra la Musica le Stelle e il Vino nel Parco Archeologico, 10, 11 e 12 agosto), Il Gioco della Musica (la domenica mattina, dedicata ai più piccini).

Tra i nomi che parteciperanno alla rassegna di Palco Live: Alex Britti, Tosca, Mario Venuti, Kutso, Enzo Gragnaniello, Max Paiella, Enzo Avitabile, Giovanni Baglioni, Stefano Di Battista, Gege Telesforo, Mark Hanna.

La direzione artistica è stata affidata alla cura di Ernesto Assante.

IL PROGRAMMA

Giovedì 25 giugno: GIOVANNI BAGLIONI
Venerdì 26 giugno: ENZO AVITABILE
Sabato 27 giugno: TOSCA
Domenica 28 giugno: JONA'S BLUES BAND
Lunedì 29 giugno: I MUSICI DI GUCCINI
Martedì 30 giugno: THE SHALALALAS
Mercoledì 1 luglio: MARIO VENUTI
Giovedì 2 luglio: KUTSO
Venerdì 3 luglio: SOUSAPHONIX
Sabato 4 luglio: STEFANO DI BATTISTA 4TET
Domenica 5 Luglio: GeGé TELESFORO 5TET SOUNDZERO
Lunedì 6 luglio: THE GANG

A-CROSS THE MUSEUM

28 luglio / 13 settembre
É uno spazio dedicato all'ascolto di dj-set carichi di atmosfera e groove per le caldi sere romane, dove i dj ospiti potranno esprimere il loro stile più intimo e solare. Il concept di ACTM è quello di un mini festival che si estende per tutta l'estate, dove poter ascoltare le sonorità e i diversi generi dei dj più apprezzati dell'underground romano, con la possibilità di sorseggiare l’aperitivo al tramonto. La direzione artistica è di Massimo Voci. Dal jazz all'elettronica, dal Soul all'hip hop, A-Cross The Museum è aperto sette giorni su sette. I dj set si alterneranno dal giovedì alla domenica, dalle 20:00 alle 24:00.

MUSEO IN FESTA

28 luglio / 25 agosto
Le strepitose Dixie Band con la loro Street Parade animeranno l'esterno del Museo, il Portico e poi le Sale espositive: il perfetto stile News Orleans Jazz che coinvolgerà ed emozionerà il pubblico.

IL FESTIVAL DEGLI STRUMENTI MUSICALI

Parco Archeologico
26 agosto / 13 settembre
Una novità assoluta è quella del Festival degli Strumenti Musicali, che Notti di Musica al Museo presenta all’interno del Parco Archeologico di S. Croce in Gerusalemme, uno spazio prestigioso che ci riporta alla Roma del 40 A.C., mai prima d’ora prestato alla musica. Un Festival con concerti live esclusivi per Notti di Musica al Museo. #StayTuned!

LE NOTTI DI S. LORENZO

Parco Archeologico
10, 11 e 12 agosto
Il Parco Archeologico del Museo il 10,11 e 12 agosto ospiterà “Le Notti di San Lorenzo”, tre serate dedicate al firmamento, un’occasione per guardare le stelle - anche grazie ai cannocchiali a disposizione per l’occasione - ascoltando delle sonorizzazioni di Ambient, elettronica e Live performance curate da Massimo Voci e gustando le proposte di cibo e vino dell’analista sensoriale ed enologo Luca Maroni, in una cornice tra le più belle e suggestive della città.

IL GIOCO DELLA MUSICA

28 giugno / 13 settembre
Tutte le domeniche, dalle 10 alle 15, saranno dedicate ai bambini e alle famiglie, per non lasciare fuori nessuno! Il piccolo Auditorium del Museo, destinato ad un pubblico selezionato, con un centinaio di posti a sedere, si farà “Conservatorio in miniatura”: maestri animatori daranno giocose lezioni musicali, per imparare a suonare uno strumento musicale, in un contesto unico nel suo genere.

IL GUSTO DELLA MUSICA

21 giugno / 13 settembre
Si tratta di una gradevole area ristoro. I migliori vini italiani bianchi, rosé, rossi, spumanti o dolci, selezionati da Luca Maroni – uno dei più famosi enologi a livello mondiale - insieme a fresche insalate di pasta, farro, cous cous, e fragranti macedonie di verdura cotta o cruda, comporranno originali sinfonie sensoriali fra musica e artisti, con vino e cibo. Dal chioschetto in piazza – Across the Museum – al portico interno, non mancherà l’opportunità di ristoro non solo per le orecchie, ma anche per il palato!

www.nottidimusicaalmuseo.it

L'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, in partnership con la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, centro per l'arte contemporanea di Torino, dal 1 al 26 luglio 2015, presenta la prima edizione del Festival Internazionale delle Scuole d'Arte e di Design - FISAD 2015, che offre un panorama unico sullo stato dell'arte giovane e quindi sul suo futuro, in Italia e nel mondo. Il tema del festival, a cui parteciperanno sessantacinque Accademie e Scuole d'Arte e di Design da tutto il mondo - Brasile, Cina, Cipro, Egitto, Finlandia, Francia, Germania, Giordania, Grecia, India, Italia, Lituania, Perù, Polonia, Romania, Russia, Spagna e Turchia -, è “Il senso del corpo”.

Durante la prima settimana del Festival, in varie sedi cittadine, si susseguiranno inaugurazioni di mostre, spettacoli, performance, workshop, convegni e incontri. L’inaugurazione si terrà il 1 luglio, alle 17.30, al Teatro Carignano di Torino, alla presenza di Stefania Giannini, Ministro all'Istruzione, Università e Ricerca. Alle 22.00 l'Accademia Albertina (via Accademia Albertina 8) apre le porte della mostra Il Senso del Corpo/The sense of the body, arte figurativa e cinematografica, spettacoli teatrali, videoarte, arti performative a cura degli studenti dell'Accademia.
Il 5 luglio (a inviti), nel temporary space della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (Asja Ambiente, Rivoli), l’Accademia Albertina e la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo consegneranno l'Albertina International Award a Carol Rama (Torino, 1918) che con il suo lavoro ha particolarmente contribuito alla ricerca e alla sperimentazione intorno al corpo.

Inoltre una giuria composta da Nazan Ermen, Direttore del Graphic Art Department di Istanbul, Davide Ferrario, regista, i galleristi Massimo Minini e Alberto Peola, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Presidente Fondazione Sandretto Re Rebaudengo assegnerà alle cinque migliori opere tra le oltre 300 prodotte dalle Accademie ed esposte nelle varie sedi cittadine durante il FISAD i premi messi a disposizione dalla Consulta Regionale Giovanile.

Il Festival è realizzato grazie al sostengo del MIUR - AFAM, Compagnia di San Paolo, e al contribuito di Torino Capitale dello Sport 2015, Fondazione CRT, Reale Mutua, Consiglio Regionale del Piemonte - Consulta Regionale dei Giovani. Con il patrocinio della Città di Torino.

Media Partner: Arte (Cairo Editore)

www.albertinafisad2015.eu

Giovedì, 04 Giugno 2015 20:45

Maxsi Factor, la finale

L’11 giugno sul palco dell’Init Club la finale della terza edizione di "Maxsi Factor High School Contest", concorso musicale per giovani talenti ideato dall’associazione Maxsi Events per promuovere la cultura e la musica emergente sin dai banchi di scuola. Il concorso mira a valorizzare la creatività degli studenti delle scuole superiori di Roma e provincia, appassionati di musica, offrendo loro occasioni di scambio e confronto con artisti e operatori del settore.

Dopo otto appuntamenti che hanno visto esibirsi venti band su alcuni dei più noti palchi della Capitale come Fonderia delle Arti, Felt Music Club, Locanda Atlantide, approdano in finale cinque progetti concorrenti: Fear of Apathy, Over the Bush, Seagulls, X Hours, White Thunder. Formazioni che si caratterizzano per scelte sonore e generi diversi, spaziando dal metal al rock.

«La scommessa - ha raccontato Matteo Caffarelli, direttore artistico - è quella di cercare di coinvolgere e supportare giovani artisti che avrebbero difficoltà ad emergere senza manifestazioni come la nostra, dove tutto gravita attorno al confronto con il pubblico, con altri artisti, e con i protagonisti della musica indipendente».

L’appuntamento è, infatti, aperto al pubblico, che è anche chiamato a votare le band. Il voto popolare si sommerà a quello di una giuria tecnica composta da operatori del settore: Giordano Sangiorgi, direttore del “MEI”, Riccardo De Stefano, vicedirettore di “Exit Well”, Antonio Sarubbi direttore artistico di “Maciste Dischi”, Tiziana Barillà, giornalista di “Left”, Giovanni Romano conduttore di “ALT!” su Radio Kaos Italy.

Il progetto primo classificato avrà la possibilità di esibirsi sul palco del “MEI”, un’intervista esclusiva per “ExitWell”, la produzione di un singolo a cura di “Maciste Dischi”, la produzione di un videoclip. Numerosi i premi in palio anche per le altre posizioni in classifica: borse di studio, interviste ed esibizioni nell’ambito di importanti manifestazioni.

Ulteriori informazioni sul sito www.maxsifactor.com

Giovedì, 04 Giugno 2015 20:41

A Roma il mese della cultura internazionale

Al via a giugno il primo mese della cultura internazionale. Un viaggio low cost intorno al mondo che fino al 4 luglio “porterà” romani e turisti in oltre 30 paesi. Per la prima volta infatti la Capitale ospita un cartellone unico che raccoglie circa 100 eventi organizzati da 17 Ambasciate e 32 tra Accademie e Istituti di cultura stranieri presenti in città.

Cinema, teatro, pittura, fotografia, musica, aperture straordinarie, corsi di calligrafia araba e russa. Sono oltre 80 gli eventi gratuiti di cui 25 tra conferenze, presentazioni di libri, laboratori, 32 mostre e 23 concerti. Otto gli appuntamenti dedicati al cinema e 5 al teatro. Il cartellone propone “Open Garden”, ovvero aperture straordinarie dei propri giardini, per le sedi di cinque istituti e accademie (neerlandese, scandinavo, austriaco, francese villa medici e tedesco villa massimo) ma anche open day di alcuni Istituti meravigliosi come quello di Norvegia.

Grande sinergia anche con le istituzioni di Roma Capitale come Casa del Cinema, MACRO, Museo di Roma in Trastevere, Biblioteche di Roma, Sala Santa Rita, Teatro dell’Opera e Teatro India che ospiteranno moltissimi degli appuntamenti in programma. A queste si aggiunge il teatro di Villa Torlonia che sarà il cuore degli eventi delle Ambasciate.

“È un programma multiculturale molto ricco che ci rende davvero fieri” dichiara l’assessore alla Cultura e al Turismo Giovanna Marinelli. “L’estate Romana apre nel segno dell’internazionalizzazione. Tutte le istituzioni hanno risposto con entusiasmo alla nostra chiamata, a dimostrazione della grande opportunità che queste realtà rappresentano per la cultura a Roma e per tutti i cittadini e i turisti. Attraverso questo cartellone si può compiere, stando a Roma, un giro intorno al mondo toccando quasi tutti i Continenti: dall’Asia, America Latina, Europa, Africa”.

“La collaborazione tra i soggetti che animano questo ricco calendario – aggiunge la Presidente della Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento Europeo Silvia Costa - è un modello virtuoso e coerente con la natura multiculturale di Roma, e con la sua vocazione di leader tra le città metropolitane europee che deve passare anche dalla capacità di fare cultura sperimentando nuovi paradigmi, con l'obiettivo di costruire un'offerta originale e di qualità, per turisti e cittadini".

Per il programma completo: www.culturainternazionale.it ; www.culturaroma.it

Lunedì, 01 Giugno 2015 13:50

Informativa sui Cookies

In base alla legislazione europea in vigore, l’utilizzo di cookie all’interno di un sito internet è soggetto a una precisa regolamentazione.
Questo documento nasce dall’esigenza di uniformarsi a tale regolamentazione.

COSA È UN COOKIE

Un cookie è una stringa di testo che il sito visitato manda all’utente (generalmente al browser) per vari scopi.
Secondo le direttive del garante della privacy i cookie possono essere suddivisi in tecnici e di profilatura. 
Rientrano nella prima categoria i cookie inviati dal sito stesso per finalità strettamente connesse alla navigazione.
Può trattarsi di cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito, oppure di cookie analytics, che vengono utilizzati per raccogliere informazioni aggregate sul numero degli utenti o su come questi visitano il sito web, oppure di cookie di funzionalità, utilizzati per migliorare la visione del sito in funzione di determinati criteri (ad esempio la lingua). 
Per questo genere di cookie non è richiesto il preventivo consenso da parte dell’utente alla loro installazione né è richiesta la comunicazione al garante della privacy, ma è necessario formulare la presente informativa.

Nella seconda categoria rientrano i cookie utilizzati con il fine profilare l’utente allo scopo di fornirgli pubblicità mirata in base alle sue abitudini di navigazione. 

CHI INVIA I COOKIE

I cookie possono essere inviati dal sito stesso oppure da servizi terzi a cui il sito stesso si appoggia. Il gestore del sito risponde dei cookie inviati direttamente, mentre per quelli inviati da soggetti terzi deve esserne indicata la provenienza e il link di riferimento in merito alla policy.
Rientrano fra i siti terzi anche i cookie di Google Analytics, che servono per raccogliere dati non personalizzati sulla navigazione del sito, e rientrano fra i cookie tecnici.

QUALI COOKIE UTILIZZA QUESTO SITO?

In questo sito sono utilizzati cookie tecnici, di tipo sessione, e i cookie di terze parti di Google Analytics.

I cookie di sessione servono per tenere traccia delle scelte operate dall’utente nella visita effettuata.

I cookie di tipo analytics vengono inviati da Google Analytics. Essi vengono utilizzati per avere statistiche numeriche sulle pagine visitate, sul numero di visitatori totali, sulla rete da cui provengono gli utenti, etc. Nessun dato personale è trasmesso attraverso questi cookie. Per una migliore e più completa trattazione della policy relativa a questi cookie fare riferimento ai seguenti link:

http://www.google.it/analytics/learn/privacy.html

Tutti i cookie utilizzati in questo sito non inviano nessun dato personale al gestore del sito.

POSSO DISABILITARE I COOKIE?

Di default i cookie sono abilitati in ogni browser.
Questo perché non utilizzarli limita l’esperienza utente e impedisce, a volte, di poter accedere a qualche sito.
E’ comunque possibile disabilitare l’uso dei cookie agendo sulle impostazioni avanzate del browser.
E’ possibile cliccare sui link seguenti per avere istruzioni dettagliate sulla rimozione e controllo dei cookie (i link riportano a siti esterni al presente sito).

E’ possibile in oltre disattivare i cookie di Google Analytics nel browser in uso. Per ottenere questo è necessario scaricare e installare un componente aggiuntivo per il browser usato (se si utilizzano più browser l’installazione deve essere effettuata su tutti). Tale componente è scaricabile direttamente dai server di Google a questo indirizzo:https://tools.google.com/dlpage/gaoptout/

Per ogni domanda di chiarimento, Vi preghiamo di contattare l’amministratore del sito.

Giovedì, 28 Maggio 2015 20:07

GRANPALAZZO

mostra | performance| progetti speciali

sabato 30 e domenica 31 maggio 2015

18 artisti e 18 gallerie internazionali
aprono le porte del Palazzo Rospigliosi di Zagarolo
in un fine settimana all’insegna del contemporaneo

GIORGIO ANDREOTTA CALÒ-Zero... | ERIC BAINBRIDGE-Workplace | RICCARDO BARUZZI-P420 | VANESSA BILLY-BolteLang | ERNESTO BURGOS-The Goma | HUGO CANOILAS-Colicaligreggi | MAXIM LIULCA-SpazioA | MARIA LOBODA-Maisterravalbuena | MOHAMED NAMOU-mor charpentier | NICK OBERTHALER-Martin van Zomeren | DAMIR OČKO-Tiziana Di Caro | AMALIA PICA-Stigter van Doesburg | BENEDETTO PIETROMARCHI-Josh Lilley | SASHA POHLE-Weingrüll | WILFREDO PRIETO-NoguerasBlanchard | MATEUSZ SADOWSKI-Stereo | SAMARA SCOTT-Ermes | MARGO WOLOWIEC-Anat Ebgi

Orari di apertura: sabato 30 maggio dalle ore 10 alle ore 20, domenica 31 maggio dalle ore 10 alle ore 19

ingresso libero

Full immersion nell’arte contemporanea alle porte di Roma con GRANPALAZZO, mostra-evento in programma il 30 e 31 maggio a Zagarolo nella splendida cornice cinquecentesca di Palazzo Rospigliosi.
Nato da un’idea di Paola Capata, Delfo Durante, Ilaria Gianni e Federica Schiavo, per la sua prima edizione GRANPALAZZO presenterà 18 artisti sostenuti da 18 gallerie tra le più vitali del panorama italiano e internazionale, un programma di performance curato da Ilaria Gianni e una serie di progetti speciali proposti in collaborazione con i partner del progetto.

Primo esperimento realizzato al di fuori dei consueti appuntamenti d’arte, GRANPALAZZO si svolgerà in un contesto intimo e rilassato per favorire un dialogo autentico tra gli artisti, il pubblico e gli operatori del settore. L’obiettivo degli organizzatori è porre l’accento sulla qualità dell’offerta in ambito contemporaneo, puntando su di un ristretto nucleo di artisti e il loro rapporto con le rispettive gallerie: realtà di prestigio internazionale, contraddistinte da una forte impronta curatoriale, un costante lavoro di scouting e l’impegno nella creazione di un mercato indipendente.
Provenienti da Italia, Algeria, Argentina, Austria, Croazia, Cuba, Germania, Gran Bretagna, Moldavia, Polonia, Portogallo, Stati Uniti e Svizzera, gli artisti esporranno le proprie opere – in parte inedite in parte ripensate nella loro forma allestitiva – in un percorso che si snoderà tra le magnifiche stanze di Palazzo Rospigliosi, suggerendo un confronto tra poetiche e ricerche stilistiche spesso diversissime tra loro.

“Per la prima edizione di GRANPALAZZO sono stati selezionati alcuni tra i protagonisti più interessanti del panorama artistico contemporaneo per ricerca, costanza, serietà. – spiega Ilaria Gianni – La sfida del progetto è quella di costruire un ponte tra epoche, una relazione di rispetto reciproco tra l’arte del passato, testimoniata dalla dimora nobiliare di Palazzo Rospigliosi, con la sua architettura, le pareti affrescate ad illustrare la storia delle famiglie che l’hanno abitata – e che di riflesso narrano una parte della storia politica e artistica italiana – e l’interpretazione del presente da parte del contemporaneo.
Gli artisti sono stati invitati ad ascoltare lo spazio, ad entrare in dialogo con il patrimonio artistico di questo Paese, proponendo nuovi progetti installativi ambiziosi e appositamente concepiti per le stanze di Palazzo Rospigliosi. Forme, punti di vista, traduzioni visive del presente coesisteranno concretamente accanto a testimonianze di una storia tangibile, costruendo una dimensione unica capace di mettere in discussione le certezze spazio-temporali dello spettatore”.
Costruito nel XVI secolo dalla famiglia Colonna – protagonista del Rinascimento e del Barocco a Roma – e in seguito acquisito dalla famiglia Rospigliosi Pallavicini, il Palazzo vanta invidiabili preesistenze artistiche, come affreschi e grottesche, e uno stato di conservazione eccellente. Oltre all’esposizione, l’edificio ospiterà anche alcune delle performance e dei progetti speciali previsti per l’occasione.

LE PERFORMANCE

Il programma di performance vedrà coinvolti alcuni degli artisti in mostra: tra questi, Wilfredo Prieto proporrà The battle of the shadows, una lettura lirica dell’azione che vede protagonisti due pugili in combattimento, visibili allo spettatore attraverso le loro ombre deformate, tra le rare prove dell’artista cubano in ambito performativo; Riccardo Baruzzi con Braccio di Lettura svelerà le possibilità sonore della materia scultorea creando una composizione poliritmica con strumenti realizzati da lui stesso; indossando i panni del suo alter ego Jeffrey, un hippy sessantenne, Hugo Canolias in Sinhô Elias, riflette sul doppio e sulle moltitudini dell’Io, mettendo in scena un monologo tra il profetico e il poetico, la magia e la critica.
Prendendo spunto dall’esperienza del teatro pubblico del Bread&Puppet e lavorando sulla necessità di recupero di un rapporto diretto con la pratica del lavoro, nonché sull’aspetto comunitario e collettivo che elide la figura dell’Io fautore, Tomaso De Luca sviluppa Declaration of Independence from the Tyranny of Consciousness, una sfilata di grandi figure dipinte che connetterà la sede di GRANPALAZZO con il Farmers Market di Zagarolo. Il progetto di Tomaso De Luca è realizzato con il supporto di OnFair.

I PROGETTI SPECIALI

NERO, agenzia e casa editrice dedicata alla cultura contemporanea, in collaborazione con Max Renkel, artista, e Giuseppe Garrera, collezionista e Professore di Storia dell’Arte, proporrà il progetto espositivo Roma 2000-2015, un omaggio alla città attraverso gli inviti delle mostre più significative allestite nella capitale negli ultimi quindici anni. Una “mostra di mostre” seguendo una traccia che, in molti casi, è un oggetto d’arte di per sé.

CURA., piattaforma editoriale e curatoriale, presenterà una installazione dell’artista Paolo Canevari. Impegnato nell’indagine degli aspetti più intimi della persona in rapporto all’opera d’arte, Canevari lavorerà a Palazzo Rospigliosi sull’idea di conoscenza, comunicazione e trasmissione del sapere, ponendo l’accento sul concetto di identità.

Lulu, vivace realtà di Mexico City, presenterà una selezione di video della coppia di artisti franco-italiana Marie Cool e Fabio Balducci.

The Green Parrot, spazio non-profit dedicato alle pratiche artistiche con sede a Barcellona, presenterà On n’a rien pour, performance di Oriol Vilanova incentrata sui trucchi e l’astuzia dell’antieroe del romanzo picaresco. Al mercato delle pulci, così come alle fiere d’arte, i compratori cercano di ottenere il prezzo migliore, i venditori vogliono il massimo beneficio. L’epilogo sarà la bancarotta.

FIND - Foundation India-Europe for New Dialogues, centro di studi e promozione del dialogo artistico culturale con l'India, con sede a Zagarolo a Colle Labirinto nella ex residenza dell’indianista e musicologo Alain Danielou, di cui conserva e promuove l’archivio, ha organizzato con GRANPALAZZO il talk dal titolo Il viaggio come luogo di creazione tra l’artista Luigi Ontani e lo scrittore Emanuele Trevi il 31 maggio presso Palazzo Rospigliosi. Dal 30 maggio FIND ospiterà a Villa Labirinto una serie di opere fotografiche realizzate in India dall’artista, in dialogo con gli ambienti già abitati da Danielou. Le opere di Ontani resteranno in esposizione – su appuntamento - sino al festival di cultura indiana SummerMela a Roma e Zagarolo dal 19 al 27 giugno 2015.

Artbeat progetta, produce e distribuisce prodotti unici e innovativi in collaborazione con grandi maestri dell’arte contemporanea e giovani talenti.
Nascono così collaborazioni originali ed esclusive create dalla prorompente carica espressiva dei singoli artisti: linguaggi diversi prendono forma in oggetti unici che diventano dei veri e propri must del design.
A partire da sabato 30 a domenica 31 maggio, Artbeat sostiene la nuova Rassegna d’arte GRANPALAZZO e presenta il nuovo Art Toy firmato dall'artista Tomaso De Luca.
In un contesto nuovo e di ricerca, Artbeat si inserisce in questo appuntamento perché crede nell’importanza di promuovere l’arte e di ampliare la sua fruizione verso un pubblico sempre più vasto e nuovo, attento alla ricerca e ad uno sviluppo artistico e duraturo.

In attesa di visitare la prima edizione di GRANPALAZZO è possibile seguire il backstage del progetto su ATP Diary, Partner Ufficiale di GRANPALAZZO 2015 che da metà aprile a metà maggio propone approfondimenti sulle opere, sugli artisti, sui curatori e sui project spaces presenti alla manifestazione.

Artsy, piattaforma online leader per conoscere e collezionare opere d'arte, è Exclusive Online Partner di GRANPALAZZO. Preview online disponibile su Artsy.net a partire dal 29 maggio.

GRANPALAZZO 2015 è realizzato in collaborazione con la prestigiosa Istituzione di Palazzo Rospigliosi di Zagarolo.

GRANPALAZZO 2015 ringrazia FIND (Foundation Indian-Europe for New Dialogues) per il prezioso contributo all'evento.

 

GLI ARTISTI A GRANPALAZZO

GIORGIO ANDREOTTA CALÒ supportato da Zero..., Milano
ERIC BAINBRIDGE supportato da Workplace, Gateshead/London
RICCARDO BARUZZI supportato da P420, Bologna
VANESSA BILLY supportato da BolteLang, Zurich
ERNESTO BURGOS supportato da The Goma, Madrid
HUGO CANOILAS supportato da Collicaligreggi, Catania
MAXIM LIULCA supportato da SpazioA, Pistoia
MARIA LOBODA supportato da Maisterravalbuena, Madrid
MOHAMED NAMOU supportato da mor charpentier, Paris/Bogotà
NICK OBERTHALER supportato da Martin van Zomeren, Amsterdam
DAMIR OČKO supportato da Tiziana Di Caro, Napoli
AMALIA PICA supportato da Stigter van Doesburg, Amsterdam
BENEDETTO PIETROMARCHI supportato da Josh Lilley, London
SASCHA POHLE supportato da Weingrüll, Karlsruhe
WILFREDO PRIETO supportato da NoguerasBlanchard, Barcelona/Madrid
MATEUSZ SADOWSKI supportato da Stereo, Warsaw
SAMARA SCOTT supportato da Ermes, nomad gallery
MARGO WOLOWIEC supportato da Anat Ebgi, Los Angeles

Martedì, 19 Maggio 2015 12:30

La famosa invasione degli artisti a Milano

La mostra, a cura di Luca Beatrice e Ivan Quaroni, e ispirata al titolo di un noto racconto di Dino Buzzati (La famosa invasione degli orsi in Sicilia) è suddivisa in due sedi espositive, la Sala delle Colonne alla Fabbrica del Vapore (3 giugno - 27 giugno) e la galleria Antonio Colombo Arte Contemporanea (3 giugno - 24 luglio) di via Solferino.

In dialogo artisti e designer affermati - da Marco Cingolani ad Alessandro Mendini, da Salvo a Toni Thorimbert, fino a Giovanni Frangi e Aldo Damioli – con artisti e street artisti emergenti, La famosa invasione degli artisti a Milano intende scandagliare le diverse anime della città in una dimensione spazio-temporale aleatoria, che alterna passato e presente, sogno e realtà, cultura alta e bassa, per ricostruire, nel bene e nel male, l’identikit di una città sempre più prismatica e inafferrabile.

Mentre l’Expo affronta un tema di vasta portata, come la questione delle risorse agroalimentari, questa mostra s’interroga sull’odierna identità della città che la ospita. Ci si domanda, infatti, se alla medianità geografica e territoriale che Milano reca nel suo stesso toponimo (Mediolanum – terra di mezzo) corrisponde ancora un ruolo centrale e strategico. Nessuno più degli artisti, è in grado di compiere tale valutazione, proprio perché le loro visioni, in bilico tra fantasia e cultura di progetto, tra nostalgia e utopia, sono le sole in grado di dare finalmente un volto e un’immagine a una realtà dinamica, in costante evoluzione.

Artisti
108 | AkaB | Silvia Argiolas | Anthony Ausgang | Atelier Biagetti | Walter Bortolossi | Arduino Cantafora | Gianni Cella | Andrea Chiesi | Marco Cingolani | Clayton Brothers | Vanni Cuoghi | Aldo Damioli | Paolo De Biasi | Dem | Nathalie Du Pasquier | El Gato Chimney | Marco Ferreri | Enzo Forese | Giovanni Frangi | Daniele Galliano | Massimo Giacon | Alessandro Gottardo | Matteo Guarnaccia | Giuliano Guatta | Ryan Heshka | Hurricane | Massimo Kaufmann | Memphis - Galleria Post Design | Alessandro Mendini | Fulvia Mendini | Valerio Melchiotti | Olinsky | Tullio Pericoli | Marco Petrus | Giuliano Sale | Andrea Salvino | Salvo | Marta Sesana | Squaz | Fred Stonehouse | Toni Thorimbert | Mark Todd | Paolo Ventura | Nicola Verlato | Esther Pearl Watson | Zio Ziegler

www.colomboarte.com

Martedì, 19 Maggio 2015 12:24

Il non profit e le politiche culturali

Le organizzazioni non profit che si occupano di cultura in Italia sono il 35% del totale censito dall’Istat nel 2011. Si impegnano nella valorizzazione del patrimonio culturale e nell’accesso alla cultura organizzando attività di ogni tipo, coinvolgendo centinaia di migliaia di cittadini in attività di volontariato per la salvaguardia del paesaggio, di progettazione culturale per lo sviluppo territoriale.

A Roma si svolge su questi temi un convegno nazionale giovedì 21 maggio, dalle 10.30 alle 13, alla Sala Convegni del Senato, in piazza Capranica 72.

Pagina 10 di 13

MArteMagazine © 2007 | Associazione Culturale Procult . Tutti i diritti riservati


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di più visita la nostra sezione privacy policy.

  
EU Cookie Directive Module Information