Martedì, 06 Giugno 2017 05:46

Buskers In Town a Vercelli

La magia del busker arriva a Vercelli

9-10 e 11 GIUGNO L’ARTE DI STRADA SCENDE NEL CENTRO STORICO DI VERCELLI
tra giocolieri, acrobati, clown, teatro di strada, musica, danza e pittura

Al via il 9 giugno la prima edizione vercellese di Buskers In Town, il Festival Buskers nato a Roma e organizzato dall'Associazione Culturale Procult con la direzione artistica di Peppe Casa.      Attraverso Buskers In Town lo spettatore vivrà un’esperienza magica e stimolante nel centro storico di Vercelli accompagnato in un percorso sensoriale di spettacoli capace di coinvolgere ogni tipologia di pubblico, dagli adulti ai bambini senza distinzione per tre giornate all’insegna della socialità. 

La manifestazione è realizzata con il contributo del Comune di Vercelli ed è sostenuta anche dai partner dell’iniziativa la Fondazione Cassa di Rispamio di Biella e Vercelli e Confidi Fincom SC.

Tra gli artisti ospiti dei tre giorni Lucignolo con il suo spettacolo di fuoco e danza, Marzia De Vito con il trapezio e cerchio aereo, gli spettacoli di acrobatica di Créme Brulé e del Duo Masawa, la musica di Gianluca Secco, Salvario, Spookyman, Cristian Muela, Keet and More, il teatro circo di Gjanda, Godié, Daniela Cardellini e le bolle giganti di Francesca Manfredi.
Infine in piazza Cavour sarà allestita per tre giorni la collettiva di pittura di Lorena Fonsato, Toni Miressi e Elisa Marmo. Saranno esposte le opere d’arte dei ragazzi della classe 5° della scuola di Santa Giovanna Antida sotto la guida della loro insegnante Lorena Fonsato.

Buskers In Town è un evento ideato e curato da Peppe Casa con  la direzione di produzione di Claudio Coticoni e il coordinamento artistico di Linda Fiocco e assistente Nadia Di Mastropietro.

Nato nel settembre 2014 in occasione della BiennaleMArteLive, Buskers in Town si pone fin da subito l’obiettivo di diventare un laboratorio permanente per l’arte di strada destinato a ripetersi negli anni. Forte dell’esperienza maturata con i festival di TolfArte, Carpineto Romano Buskers Festival, Arte In Strada a Mirabello e grazie alla direzione artistica di ScuderieMArteLive, con Buskers in Town l’”arte DI strada” diventa “arte IN strada” evolvendosi grazie alla qualità e quantità artistica dell’offerta di spettacolo proposta, che può spaziare tra fire performance, danza e acrobatica, giocoleria, contorsionismo, equilibrismo, teatro e arti visive, sempre accompagnata dalla giusta musica da strada, dal cantautoriato al folk al popolare.

Con il contributo di: COMUNE DI VERCELLI
Si ringraziano i partner: CONFESERCENTI, FINCOM SNC, FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI VERCELLI
Media partner dell’iniziativa: MArteMagazine, 

Pubblicato in Events
Venerdì, 05 Giugno 2015 11:49

CENNI DI PRIMAVERA ALLO SPRING ATTITUDE 2015

Lo spring attitude è stato quello che voleva essere, una rassegna di musica di tendenza in Italia, che spesso vuol dire musica che è stata di tendenza qualche anno prima in altri paesi europei. La tendenza è la sensazione di base, quando si osserva il baraccone di un evento come questo. È interessante notare quanto trasversale riesca a essere la proposta artistica, riuscendo a far diventare popolare, per qualche notte, una serie molto lunga di nomi perlopiù sconosciuti, fino a pochi giorni prima, alle migliaia di paganti. D’altra parte il pubblico ha affollato le location dello Spring Attitude per i motivi più svariati, uno su tutti: il dancefloor. Allora cominciamo col dire che questa edizione è stata un evento di successo, dal punto di vista delle presenze. Le persone non si sono fatte pregare e, per quanto il biglietto non fosse economico, seppure giustificato da un cast a cinque stelle (parlo degli alberghi), hanno permesso all’intera kermesse di essere sostenibile.

Tra le performance che ho deciso di citare c’è quella Romare, un producer che crea una pasta sonora fatta di suoni vintage e melodie soul, missate alle frequenze estreme dell’electro, senza perdere di vista il beat. Meno interessante dal punto di vista sonoro, ma certamente molto capace di suscitare attenzione, Shigeto, che compone le sue tracce intrecciando loop ritmici mandati in base ad altrettante figure suonate con una batteria acustica. Anche gli italiani hanno avuto il loro posto, anche se confinato un po’ troppo all’atrio o alla saletta di turno. Populous è un produttore leccese in forte ascesa nello stivale, infatti incarna bene l’approccio italico a una certa musica elettronica suonata: va bene la freddezza del sistema binario, ma non vogliamo rinunciare al melodramma, ai campi lunghi, i crescendo, l’emozione. Va bene sottovuoto, liofilizzato, ma vogliamo un racconto, anche se fatto di suoni. Simile sensazione la si prova di fronte agli Omosumo, trio siciliano con approccio rock e velleità elettroniche, in senso stretto, che però, di tanto in tanto, fatica a trovare una vera e propria sintesi delle diverse anime che lo compongono.

Per concludere: cassa dritta come se non ci fosse un domani. Lo sdoganamento della pista da ballo, poiché animata con stile. Basti pensare ai ledwall che a tratti proiettavano immagini degne di un oscar al film d’animazione. In una parola: Siriusmodeselektor, inedita accoppiata di diversi progetti a sé stanti, Siriusmo e Modeselektor, e il dj set di Apparat a seguire. Molti altri hanno calcato i palchi dello spring attitude 2015, come molti erano gli spettatori di quello che sì è consolidato come uno dei festival più riusciti della primavera romana.

Zingiu

Pubblicato in Report Live
Giovedì, 04 Giugno 2015 20:41

A Roma il mese della cultura internazionale

Al via a giugno il primo mese della cultura internazionale. Un viaggio low cost intorno al mondo che fino al 4 luglio “porterà” romani e turisti in oltre 30 paesi. Per la prima volta infatti la Capitale ospita un cartellone unico che raccoglie circa 100 eventi organizzati da 17 Ambasciate e 32 tra Accademie e Istituti di cultura stranieri presenti in città.

Cinema, teatro, pittura, fotografia, musica, aperture straordinarie, corsi di calligrafia araba e russa. Sono oltre 80 gli eventi gratuiti di cui 25 tra conferenze, presentazioni di libri, laboratori, 32 mostre e 23 concerti. Otto gli appuntamenti dedicati al cinema e 5 al teatro. Il cartellone propone “Open Garden”, ovvero aperture straordinarie dei propri giardini, per le sedi di cinque istituti e accademie (neerlandese, scandinavo, austriaco, francese villa medici e tedesco villa massimo) ma anche open day di alcuni Istituti meravigliosi come quello di Norvegia.

Grande sinergia anche con le istituzioni di Roma Capitale come Casa del Cinema, MACRO, Museo di Roma in Trastevere, Biblioteche di Roma, Sala Santa Rita, Teatro dell’Opera e Teatro India che ospiteranno moltissimi degli appuntamenti in programma. A queste si aggiunge il teatro di Villa Torlonia che sarà il cuore degli eventi delle Ambasciate.

“È un programma multiculturale molto ricco che ci rende davvero fieri” dichiara l’assessore alla Cultura e al Turismo Giovanna Marinelli. “L’estate Romana apre nel segno dell’internazionalizzazione. Tutte le istituzioni hanno risposto con entusiasmo alla nostra chiamata, a dimostrazione della grande opportunità che queste realtà rappresentano per la cultura a Roma e per tutti i cittadini e i turisti. Attraverso questo cartellone si può compiere, stando a Roma, un giro intorno al mondo toccando quasi tutti i Continenti: dall’Asia, America Latina, Europa, Africa”.

“La collaborazione tra i soggetti che animano questo ricco calendario – aggiunge la Presidente della Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento Europeo Silvia Costa - è un modello virtuoso e coerente con la natura multiculturale di Roma, e con la sua vocazione di leader tra le città metropolitane europee che deve passare anche dalla capacità di fare cultura sperimentando nuovi paradigmi, con l'obiettivo di costruire un'offerta originale e di qualità, per turisti e cittadini".

Per il programma completo: www.culturainternazionale.it ; www.culturaroma.it

Pubblicato in Notizie

Lo scorso 14 maggio si è conclusa la XIV edizione del Riff: Roma Indipendent Film Festival. Per sette giorni giovani registi e videomaker internazionali sono stati protagonisti con il loro film, cortometraggi e documentari.

Pubblicato in Events

MArteMagazine © 2007 | Associazione Culturale Procult . Tutti i diritti riservati


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di più visita la nostra sezione privacy policy.

  
EU Cookie Directive Module Information