Lunedì, 25 Giugno 2012 18:21

W.E. Edward e Wallis, regia di Madonna

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
WE-locandinaWally Winthrop (Abbie Cornish) è una giovane donna di New York sposata con William Winthrop, un famoso dottore della città. Il loro matrimonio, per quanto pubblicamente invidiabile, non va a gonfie vele, e Wally, alla ricerca di una via di fuga mentale e fisica, si imbatte nella romantica storia di re Edoardo VIII, che negli anni’30 abdicò al trono per amore di Wallis Simpson.



Wally è una moglie frustrata, che ha rinunciato a tutto pur di stare accanto ad un marito traditore e ingrato. Con il tempo la donna si affeziona alla figura di Wallis (Andrea Risenborough), un'americana pluridivorziata che, nel 1936, fa perdere letteralmente la testa al Principe ereditario compromettendo le sorti della monarchia.
Wally si appassiona talmente tanto alla storia di Wallis Simpson da rivivere le sue gesta attraverso le lettere e gli oggetti della donna, esposti in un’asta a Manhattan.
Le storie di queste due donne vengono contrapposte sin dall'inizio: Wally bella e disgraziata e Wallis bruttina ma venerata dall'amato, fino a che anche Wally (come nei più classici romanzetti rosa) trova l'amore nel guardiano dell'asta (ovviamente vedovo e dotato di una gran classe).

Madonna stupisce con il suo secondo film, scritto e diretto a quattro mani con Alek Keshishian (A Letto con Madonna). Racconta la storia di due donne determinate nella ricerca dell'amore, e della contrapposizione/ unione tra le due nonostante la divisione temporale.
Purtroppo a contrapporsi sono anche le doti recitative delle due attrici: se da una parte Andrea Risenborough regala allo spettatore una buona prestazione attoriale riuscendo a rappresentare perfettamente, con un velo di malinconia, una delle più romantiche storie d'amore di tutti i tempi, dall'altra Abbie Cornish è piatta e inespressiva.
Nel complesso W.E. Edward e Wallis non soddisfa le aspettative, vittima di una regia un po' troppo pretenziosa, di una narrazione che poteva sfruttare meglio la storia d'amore di Edward e Wallis e di un montaggio a tratti troppo veloce.
Nonostante tutto una delle scene più commoventi del film è quando Edward, morente, chiede ad una Wallis, ormai anziana, di ballare per lui,e lei, stanca ed invecchiata lo accontenta, sorretta dalla forza del loro amore.

Alessia Tondi


Letto 965 volte

MArteMagazine © 2007 | Associazione Culturale Procult . Tutti i diritti riservati


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di più visita la nostra sezione privacy policy.

  
EU Cookie Directive Module Information