Sabato, 14 Luglio 2012 23:13

Cristina D'Avena: un Vintage d'infanzia

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
[MUSICA]

CristinaROMA- Lunedì 9 luglio, notte: un'atmosfera quasi surreale ha colorato di ricordi il pubblico dell'AnyGivenMonday, noto appuntamento della rassegna estiva Roma Vintage. Cristina D’Avena è stata accolta con un boato da stadio da ragazze e ragazzi di trent’anni e oltre.

Vintage, proprio come la manifestazione che l'ha ospitata, in quanto le sue sigle, ormai d'annata, sono considerate di culto e risvegliano l'infanzia di diverse generazioni, in particolar modo quelle nate all’incirca tra il 1975 ed il 1990. Ricordando che ormai ha raggiunto 30 anni di carriera ed ha inciso circa 700 canzoni, Cristina D’Avena ha emozionato il pubblico e lo ha fatto sognare grazie alle storie contenute nei cartoni animati che hanno fatto parte dell’infanzia di tutti gli spettatori della serata, arrivati numerosi più che mai, nonostante la sua esibizione fosse prevista per le 00.45 di un ferialissimo lunedì.
Non è stato necessario rompere il ghiaccio con il pubblico, perché questo è letteralmente impazzito già alle prime note di "Occhi di gatto", la sigla con la quale ha iniziato la carrellata delle sue canzoni più famose. Un viaggio nel tempo durato circa un’ora durante il quale, mentre Cristina cantava, sullo sfondo passavano le immagini delle sigle dei cartoni animati ed i ricordi d’infanzia volavano. “Polloncombinaguai”, “Mila &Shiro”, “Una spada per Lady Oscar”, fra le canzoni più applaudite e via via con i grandi classici che hanno contraddistinto la sua carriera. Un pubblico che l’ha accolta da star, che l’ha coccolata, osannata ed ha condiviso l’emozione di cantare insieme a lei dei cult che non potranno mai essere dimenticati.
Prima di cantare “Denver”, Cristina D’Avena ha chiesto ai fotografi uno scatto con la platea sullo sfondo, proprio per poter condividere in tempo reale un momento della serata sulla sua pagina fan. “Sailor Moon”, “Memole”, “Jem”, sigle che sono state cantate in coro unanime rendendo la serata più che un concerto, una vera e propria festa in onore della D’Avena che si è emozionata e divertita, soprattutto quando si è ritrovata a sorpresa sul palco un ragazzo di oltre trent’anni con la divisa della “New Team”, preso dal pubblico durante “Che campioni Holly e Benji”.
Durante l’introduzione di “Kiss me Licia”, Cristina confessa di aver rivisto Pasquale Finicelli (alias il riccioluto Mirko) pochi giorni prima e di avere il desiderio di dare un sequel alla serie con Mirko, Satomi e tutti i protagonisti della serie che hanno interpretato, venti anni dopo. E prima di lasciare il palco e chiudere il suo concerto con “È quasi magia Johnny”, saluta il pubblico ricordando: “ I cartoni animati fanno bene al cuore, continuate a cantare le canzoni della vostra infanzia, abbiamo bisogno di cuori puliti e voi ce l’avete!”.

Claudia Romano

Letto 1658 volte Ultima modifica il Sabato, 14 Luglio 2012 23:55

MArteMagazine © 2007 | Associazione Culturale Procult . Tutti i diritti riservati


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di più visita la nostra sezione privacy policy.

  
EU Cookie Directive Module Information